Carrello
Carrello vuoto



Piano casa Campania: inutilizzabilità in sanatoria


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL PIANO CASA
anno:2018
pagine: 905 in formato A4, equivalenti a 1538 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA --> REGIONE CAMPANIA --> IMMOBILI SANATI

Gli interventi in ampliamento previsti, anche in deroga agli strumenti urbanistici vigenti, dall'art. 4 L.R. Campania 19/2009, in tanto sono consentiti, in quanto l'edificio cui accedono sia stato realizzato legittimamente ovvero, ancorché realizzato abusivamente, sia stato preventivamente sanato.

La sanatoria che dà diritto all'applicazione della L.R. Campania 19/2009 è solo quella espressa e non quella conseguita per silentium.

OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA --> REGIONE CAMPANIA --> INUTILIZZABILITÀ IN SANATORIA

La normativa sul cd. "Piano Casa" non consente di sanare opere già realizzate in assenza di idoneo titolo abilitativo, non potendo gli interventi edilizi essere eseguiti su edifici "realizzati in assenza o in difformità al titolo abilitativo".

La l.r. n.1/2011 (cosiddetto Piano Casa Regione Campania) non è stata emanata per legittimare ex post opere eseguite in contrasto con i parametri urbanistico-edilizi vigenti e non può quindi essere invocata a mò di ulteriore ampliamento della condonabilità di interventi formalmente ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lmente abusivi.

La ratio della normativa sul piano casa è quella di promuovere lo sviluppo degli investimenti privati nel campo edilizio, da attuarsi, per evidenti ragioni di logica connessione con le suindicate finalità, a seguito di richieste di edificazione che devono precedere e non seguire l'esecuzione dell'intervento costruttivo.

Quella sul Piano Casa Campania non è una normativa di condono o di sanatoria ma, riflettendo l'esigenza di promuovere gli investimenti privati nel settore dell'edilizia, è una disciplina di natura eccezionale in relazione a specifici interventi, destinata ad operare per un arco temporalmente limitato, sempre dietro presentazione di un'istanza che deve precedere la loro esecuzione.

Nella Regione Campania, la normativa sul 'piano casa' non è di condono o di sanatoria, bensì, riflettendo l'esigenza di promuovere gli investimenti privati nel settore dell'edilizia, una disciplina di natura eccezionale in relazione a specifici interventi, destinata ad operare per un arco temporalmente limitato, sempre dietro presentazione di un'istanza che deve precedere l'esecuzione degli interventi e da cui deve, peraltro, emergere la rispondenza degli interventi medesimi alle speci... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ità perseguite dal legislatore regionale.

La l.r. Campania n. 19 del 2009 reca non già una normativa di condono o sanatoria ma, rispondendo all'esigenza di promuovere gli investimenti privati nel settore dell'edilizia, rilanciando, in tal modo, anche tale comparto economico, ha introdotto una disciplina che, ai fini che in questa sede rilevano, consente l'ampliamento a specifiche condizioni, ricorrendo determinati presupposti e sempre dietro presentazione di un'istanza, dalla quale deve, comunque, emergere la rispondenza dell'intervento alle precipue finalità perseguite dal legislatore.

Il c.d. «Piano casa» non può essere utilizzato in sanatoria.

Il requisito della legittima realizzazione o del previo condono dell'immobile oggetto degli interventi in ampliamento previsti dall'art. 4 L.R. Campania 19/2009 deve sussistere almeno alla data di presentazione dell'istanza: ciò sta inequivocabilmente a significare che a quest'ultima non è, di per sé, ricollegabile quella portata sanante che è propria della domanda di condono e della domanda di accertamento di conformità.

La legislazione regionale campana non consente di ampliare l'oggetto della discipli... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ono edilizio attraverso un improprio cumulo dei benefici concessi anche dal c.d. «Piano casa»: i benefici concessi dalle rispettive normative di favore, infatti, operano su piani distinti, risultando ancorati a presupposti diversi.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI