Carrello
Carrello vuoto



Il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL DEMANIO MARITTIMO, FLUVIALE E LACUALE
anno:2018
pagine: 4005 in formato A4, equivalenti a 6808 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> DECADENZA

La decadenza dalla concessione demaniale marittima ex art. 47, comma 1, lett. b) ed f) del Codice della Navigazione presuppone l'accertamento di fatti gravemente violativi degli obblighi imposti al momento del rilascio del titolo: l'Amministrazione concedente, in osservanza del principio di gradualità e di proporzionalità nell'applicazione del provvedimento latu sensu sanzionatorio, dovrebbe procedere al ritiro del titolo concessorio previa diffida e soltanto in occasione dell'accertata reiterazione del comportamento inadempiente. La decadenza ex abrupto adottata sulla base di una unica verifica fattuale appare determinazione inficiata da eccesso di potere per violazione dei canoni di proporzionalità ed adeguatezza.

Anche a voler escludere la necessità di una valutazione comparativa degli interessi in gioco, stante la natura pubblica dei beni che implica la necessità, e non la semplice opportunità, di tutelarli a fronte dell'uso improprio da parte del soggetto che ne ha la disponibilità in forza di un titolo concessorio, gli effetti pregiudizievoli che verosimi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...vano dall'adozione di un provvedimento decadenziale dalla concessione demaniale marittima devono comunque trovare giustificazione in comportamenti trasgressivi di oggettiva gravità.

Al ricorrere delle ipotesi decadenziali disciplinate dall'art. 47 del codice della navigazione l'amministrazione concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi limitare, cioè, al riscontro dei relativi presupposti fattuali: ciò comporta che, una volta accertata la sussistenza di tali presupposti, il provvedimento di decadenza ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del concessionario.

La durata nel tempo e la sistematicità dell'omessa corresponsione del canone di concessione demaniale marittima per stabilimento balneare fanno sì che ci si trovi di fronte ad un inadempimento generalizzato dell'obbligo di pagamento, che, per la sua gravità, non può che legittimare la decadenza ai sensi dell'articolo 47, comma 1, lett. f ) del codice della navigazione (risoluzione per l'inadempienza da parte del concessionario degli obblighi derivanti dal rapporto concessorio).

Gli artt. 47 e 48 c.n., che si... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o alla mancata esecuzione e alla gestione delle opere prescritte nell'atto di concessione demaniale, comminando la decadenza dalla stessa per chi ometta di eseguire le opere previste o ne faccia un uso diverso rispetto a quello assentito, non si applicano nel caso che le opere siano diverse - anche solo per collocazione spaziale - rispetto alle previsioni del titolo.

Il ricorso immediato alla sanzione della decadenza dalla concessione demaniale marittima è giustificato di fronte a violazione di obblighi che assuma un particolare rilievo o carattere di definitività; allorché la violazione non abbia un tale rilievo il principio di proporzionalità e di graduazione impone che all'inadempiente sia intimato di far cessare la situazione di antigiuridicità entro un termine specifico per poi, di fronte a un persistente inadempimento, pronunciare senza ulteriori indugi la decadenza.

Il titolare di concessione demaniale marittima che non apre lo stabilimento balneare durante la stagione estiva, anche nel caso che abbia comunque fornito il servizio di pulizia e di salvataggio, compie un inadempimento essenziale nell'economia del rapporto concessorio che ne compromette il proficuo svolgimento, rendendo legittimo il provvediment... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di decadenza dalla concessione suddetta.

L'ipotesi della decadenza per non uso del titolo demaniale è espressamente contemplata dalla legge (art. 47 cod. nav.), per cui non rileva, ai fini della legittimità della decandenza, il fatto che il titolo demaniale non rechi specificamente il termine entro il quale il non uso del bene può legittimare il suo ritiro da parte della amministrazione concedente.

Laddove sia spirato il termine per l'esecuzione dei lavori senza che il concessionario vi abbia in concreto posto mano (salvo la formale comunicazione di avvio), è in re ipsa provata, ai fini della decadenza, la circostanza del non uso del bene demaniale secondo il programma edilizio e di utilizzazione del cespite in vista della cui attuazione l'amministrazione si è determinata a suo tempo a rilasciare il titolo demaniale.

Deve ritenersi immanente in capo alla amministrazione concedente la sussistenza di un potere di controllo e vigilanza sul corretto uso dei beni demaniali, anche in vista dell'adozione di provvedimenti sanzionatori-decadenziali che, ove correttamente motivati, devono ascriversi al novero degli atti di legittima gestione, con i poteri di diritto pubblico, dei cespiti appartenenti al demani... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...br /> Non occorre che il provvedimento di decadenza dalla concessione demaniale marittima sia preceduto dalla previa adozione di un atto di diffida da parte dell'amministrazione comunale, che è un atto non previsto dalla legge sul procedimento.

Il potere di sanzionare con la decadenza dal titolo il non uso del bene demaniale corrisponde all'interesse pubblico a che i beni del demanio vengano gestiti per finalità di interesse generale.

Non è necessario, per disporre la decadenza della concessione demaniale marittima, il mancato pagamento di tutte le rate indicate nella concessione demaniale, neppure in mancanza di indicazioni nella concessione sul numero delle rate del canone il cui mancato pagamento avrebbe determinato la decadenza.

L'inadempimento che, ai sensi dell'art. 47, lett. d), c. nav., può dare luogo alla decadenza del concessionario di un'area demaniale marittima per omesso pagamento del canone per il numero di rate fissato a questo effetto dall'atto di concessione, deve essere di una certa consistenza e l'Amministrazione concedente nell'assumere l'atto discrezionale in questione deve osservare i principi di gradualità e di proporzionalità nell'applicazione del provvedimento lato se... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...atorio.

La decadenza dalla concessione suppone l'accertamento di fatti gravemente violativi degli obblighi imposti al momento del rilascio del titolo e l'Amministrazione concedente, in osservanza del principio di gradualità e di proporzionalità, deve sul piano procedimentale previamente diffidare il concedente ad adempiere agli obblighi imposti dalla concessione e sul piano sostanziale può procedere al ritiro del titolo concessorio soltanto in occasione dell'accertata reiterazione del comportamento inadempiente.

Il divieto di nuove opere senza autorizzazione contenuto nell'atto di concessione demaniale marittima ribadisce un divieto già imposto a livello generale dal codice della navigazione e non costituisce condizione risolutiva espressa con efficacia "ex tunc" della concessione demaniale, ma causa di decadenza della stessa (art. 47 c.n., comma 1, lett. f).

E' legittima la decadenza disposta per violazione di una prescrizione "essenziale" della concessione perché finalizzata alla verifica del corretto utilizzo dell'area demaniale, (essenzialità che peraltro si ricava anche dall'esplicita previsione secondo cui il mancato rispetto dell'adempimento dichiarativo in questione comporta ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a a termini dell'articolo 47, lett. f) del Codice della Navigazione).

Il provvedimento accertativo della decadenza di una concessione demaniale – costituendo manifestazione di un potere vincolato e ad avvio doveroso - non richiede specifiche valutazioni in ordine all'interesse pubblico alla sua adozione, rientrando nella generale e tipica categoria della revoca sanzionatoria.

La valutazione dei presupposti per la dichiarazione di decadenza della concessione demaniale marittima ex art. 47, lett. a) e lett. f), Cod. nav. non può arrestarsi, in modo meccanicistico, ad un semplice raffronto quantitativo tra valore in denaro degli interventi previsti nel piano di investimento e valore monetario degli interventi realizzati, ma la stessa deve essere la risultante di un giudizio di gravità delle inadempienze contestate che tenga conto dei profili qualitativi degli interventi realizzati nel contesto complessivo di quelli prescritti, del grado di determinatezza degli interventi prescritti, dei tempi procedimentali necessari al rilascio dei titoli autorizzativi e del comportamento del titolare della concessione da valutare in controluce rispetto all'azione delle amministrazioni coinvolte nei procedimenti autorizzatori e della stessa amminis... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ncedente; valutazione ponderata dell'assetto complessivo di interessi connotante il rapporto concessorio e la sua evoluzione nel tempo.

Ai fini dell'adozione della pronuncia di decadenza, ex art. 47, lett. f), cod. nav., per inadempienza degli obblighi derivanti dalla concessione o imposti da norme di legge o di regolamento, assumono rilievo le inadempienze del concessionario che compromettano con carattere di definitività il proficuo prosieguo del rapporto ovvero rendano inattuabili gli scopi per i quali la concessione stessa è stata rilasciata.

L'esercizio di un'attività di intrattenimento danzante non autorizzata ai sensi dell'art. 80 T.U.L.P.S. in luogo dell'attività di minigolf assentita con la concessione demaniale marittima costituisce un mutamento sostanziale dell'oggetto del titolo, che legittima l'adozione da parte della P.A. di una pronuncia di decadenza ai sensi dell'art. 47 cod. nav..

Al ricorrere delle ipotesi decadenziali disciplinate dall'art. 47 cod. nav. la P.A. concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali.

Una volta accertata la sussistenza dei presupposti per l'adozione de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ento di decadenza della concessione demaniale marittima, quest'ultimo ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del privato concessionario.

L'acclarato mutamento dello scopo della concessione demaniale marittima, il disturbo della quiete pubblica e l'inadempienza protratta nel tempo giustificano l'adozione del provvedimento di decadenza prevista dall'art. 47 cod. nav..

In materia di provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima, la verifica in ordine all'eventuale violazione del principio di proporzionalità va parametrata all'entità e alle altre caratteristiche, inclusa la durata, delle violazioni contestate.

L'inadempimento che può dar luogo alla decadenza della concessione demaniale marittima ai sensi dell'art. 47, lett. d), cod. nav. deve essere di una certa consistenza e deve essere dimostrato sulla base di elementi probatori inequivoci, precisi e concordanti.

La decadenza della concessione demaniale marittima per omesso pagamento del canone per il numero di rate fissato dall'atto di concessione deve essere dichiarata dalla P.A. nel rispetto dei principi di gradualità e proporzi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ve;.

Ove il provvedimento di diniego di proroga del termine di ultimazione dei lavori sia stato sospeso in via cautelare dal G.A., la P.A. non può dichiarare la decadenza della concessione demaniale marittima per mancato rispetto dei termini: questa preclusione dura finché la causa relativa al diniego della proroga del termine non sia decisa ovvero fino a quando la P.A. non si determini nuovamente sull'istanza di proroga.

Il fatto che un'impresa sia sottoposta a concordato preventivo non giustifica il mancato pagamento del canone demaniale, che costituisce un'ipotesi di decadenza della concessione ai sensi dell'art. 47, co. 1, lett. d), cod. nav..

La misura della decadenza dalla concessione demaniale marittima non si giustifica a fronte di un "non uso" protrattosi per un tempo relativamente contenuto e determinato da un fatto imputabile non alla responsabilità del concessionario ma a forza maggiore (nella specie, un incendio).

E' legittimo il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima in caso di mancato utilizzo continuato della concessione o per inadempimento agli obblighi del concessionario che compromettano in modo definitivo il proficuo prosieguo del rapporto conc... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... />
Ai fini dell'adozione della pronuncia di decadenza della concessione demaniale marittima in corso di validità, assumono particolare rilievo le inadempienze del concessionario, che compromettano con carattere di definitività il proficuo prosieguo del rapporto.

Al ricorrere delle ipotesi di decadenza da concessione demaniale marittima disciplinate dall'art. 47 del codice della navigazione, l'Amministrazione concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali. Ciò comporta sul piano sostanziale che - una volta appunto accertata la sussistenza di detti presupposti - il provvedimento di decadenza ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del privato concessionario.

In presenza delle ipotesi decadenziali della concessione demaniale marittima di cui all'art. 47 del Codice della Navigazione l'autorità procedente ha una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi limitare al riscontro della ricorrenza dei presupposti di fatto.

L'art. 47 del codice della navigazione, nel consentire l'adozione di un provvedimento a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...vo di "decadenza" dalla concessione demaniale marittima a causa dell'omesso pagamento del canone, realizza una tutela "rinforzata" di una prestazione economica avente una peculiare caratterizzazione giuridica "di stampo pubblicistico". Tale elemento giuridicamente caratterizzante la prestazione patrimoniale determina, quale effetto, l'impossibilità di utilizzazione di "compensazioni" con altre tipologie di obbligazioni (ordinarie e paritetiche) o formulazione di eccezioni di inadempimento, non trovandosi le obbligazioni ad un pari livello.

E' legittimo e correttamente motivato il provvedimento di decadenza che fa espresso riferimento, ad esito di apposito sopralluogo, al riscontro di manufatti difformi dal titolo concessorio demaniale, ritenendo per questo che sia stato violato l'art. 47 del codice della navigazione in relazione a più di una della cause di decadenza in esso previste e, specificamente, quelle di cui alle lettere b), c) e f).

La presentazione di istanze di condono non è sufficiente ad escludere la configurazione delle ragioni di decadenza del concessionario, essendo queste essenzialmente basate, nell'art. 47 del codice della navigazione, sull'uso improprio della concessione, di per sé testimoniato dalla rea... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di abusi.

Al ricorrere delle ipotesi decadenziali disciplinate dall'art. 47 del codice della navigazione l'Amministrazione concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali.

Una volta accertata la sussistenza dei presupposti di legge, il provvedimento di decadenza ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del privato concessionario.

L'inadempimento generalizzato dell'obbligo di pagamento dei canoni di una concessione demaniale marittima, a diffferenza del caso di mancato pagamento di un numero di canoni determinato nell'atto concessorio, comporta l'applicazione dell'articolo 47 c.1 lett. f del codice della navigazione, che prevede la risoluzione per l'inadempienza da parte del concessionario degli obblighi derivanti dal rapporto concessorio, e non può che portare alla decadenza della concessione.

L'art. 47 (Decadenza dalla concessione) del Codice della navigazione (r.d. 30 marzo 1942 n. 327) prevede che l'amministrazione possa dichiarare la decadenza del concessionario per mancata esecuzione delle opere prescritte o anche per ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tinuato o per cattivo uso (e per esempio per mutamento sostanziale non autorizzato dello scopo per il quale è stata fatta la concessione).

Ai fini della legittimità della decadenza dalla concessione demaniale marittima è irrilevante il nomen iuris utilizzato, non potendosi avere dubbi di sorta in ordina alla circostanza che costituisca atto di decadenza il provvedimento emanato in seguito al venir meno del concessionario ai vari doveri di utilizzo ai quali era tenuto.

E' da ritenere legittimo e conforme all'art. 47 cod. nav. il provvedimento dichiarativo di decadenza per mancato utilizzo continuato della concessione demaniale marittima o per inadempimento agli obblighi del concessionario che compromettano in modo definitivo il proficuo prosieguo del rapporto.

Per giustificare il non uso della concessione con l'occupazione di parte del terreno occorre dimostrare l'importanza della parte occupata al fine della difficoltà di utilizzo della concessione e della l'impossibilità di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell'amministrazione.

Qualora la concessione demaniale prevedeva espressamente, a pena di decadenza, l'obbligo di smontaggio della struttura alla fine della stagione ba... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rrogazione di tale sanzione è legittima a prescindere da qualsiasi valutazione sulla minore o maggiore gravità della violazione.

Il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima ha natura sanzionatoria e sostanzialmente vincolata atteso che l'Amministrazione concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali.

E' illegittima la decadenza dalla concessione demaniale marittima comminata per omessa esecuzione delle opere prescritte nell'atto di concessione se queste presuppongono la previa definizione, da parte del Comune, delle domande di autorizzazione edilizia per la realizzazione delle opere medesime.

La contestazione della mancata rimozione di alcuni abusi non consente la decadenza dalla concessione demaniale marittima qualora, all'esito del sopralluogo eseguito in loco, i tecnici abbiano rilevato l'insussistenza di abusi sotto l'aspetto demaniale, imputando quelli evidenziati nel corso degli accertamenti precedenti ad approssimazioni grafiche e a evidenti errori rispetto alle quote rappresentate.

Il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima emesso ai sensi dell'art. 47... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tt. b) e c), cod. nav. non può essere «riqualificato» né come provvedimento di decadenza ex tunc ai sensi dell'art. 75 D.P.R. 445/2000 né come provvedimento di autotutela ex art. 21-nonies legge 241/1990 ove nella motivazione dell'atto manchi ogni indicazione sulla sussistenza dei presupposti per l'emanazione di questi ultimi due provvedimenti (rispettivamente: non veridicità delle dichiarazioni sostitutive; illegittimità originaria del provvedimento, interesse pubblico concreto ed attuale alla sua rimozione diverso dal mero ripristino della legalità, e assenza di posizioni consolidate in capo ai destinatari).

Al ricorrere delle ipotesi decadenziali disciplinate dall'art. 47 cod. nav., la P.A. concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali.

Una volta appurata la sussistenza dei presupposti di cui all'art. 47 cod. nav., il provvedimento di decadenza ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del privato concessionario.

La natura demaniale del bene comporta la sussistenza in re ipsa di un intere... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o alla sottrazione del bene stesso all'uso improprio che di esso fa il soggetto che ne ha la disponibilità in forza del titolo concessorio.

La decadenza della concessione demaniale marittima ha effetti solamente ex nunc, in quanto non incide sull'atto ma sul rapporto.

Lo stato di abbandono e di degrado integra la mancata esecuzione delle attività di cura dei luoghi connesse alla concessione demaniale ed è dunque pienamente sufficiente a giustificare la decadenza, ai sensi della previsione di cui alla lettera a) dell'art. 47 C.N.

La mancata produzione del promesso progetto di manutenzione straordinaria delle strutture della concessione demaniale marittima costituisce violazione di un obbligo assunto in ragione della concessione ed è dunque pienamente sufficiente a giustificare la decadenza, ai sensi della previsione di cui alla letterf a) dell'art. 47 C.N.

Lungi dall'imporre la conservazione di ogni concessione demaniale in essere, l'interesse pubblico non riceve adeguata considerazione se si mantiene attiva una concessione che non è ritenuta utile dall'utenza (che non se ne avvale) e che non risponde perciò ad alcuna concreta esigenza della stessa.

Nel caso in cui... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ione preveda che il concessionario debba destinare parte del suolo di sua proprietà a passaggio pedonale, onde garantire a tutti i possibili utenti della costa il libero accesso al mare e tale obbligo non sia adempiuto, legittimamente la P.A. adotta un provvedimento con cui ordina al concessionario di realizzare l'opera, minacciando la decadenza del titolo concessorio.

In tema di beni demaniali, l'art. 47, lett. f), del codice della navigazione correla la potestà di dichiarare la decadenza dalla concessione per omesso pagamento del canone unicamente all'accertamento dell'inadempimento e non fa salva nessuna facoltà di successiva sanatoria.

Lo strumento sanzionatorio della revoca-decadenza della concessione demaniale, attivabile in caso di inadempimento agli obblighi derivanti dalla concessione, non rientra nella previsione di cui all'art. 21-quinquies della legge 241/90, richiedendo quest'ultimo valutazioni di opportunità che non intervengono nelle determinazioni sanzionatorie conseguenti alla violazione di specifiche disposizioni normative.

L'adozione del provvedimento di decadenza ai sensi dell'art. 47 cod. nav. per abusiva sostituzione di altri nel godimento della concessione non richiede la dimostrazio... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a sostituzione sia derivato un danno alla P.A.: invero, il vulnus all'interesse pubblico è rappresentato dal fatto in sé della sostituzione soggettiva, che esautora inammissibilmente la P.A. dal potere di scegliere i soggetti cui affidare i beni demaniali.

Qualora sia stata dichiarata la decadenza della concessione demaniale marittima per abusiva sostituzione di altri nel godimento della concessione, non è irragionevole il rilascio del titolo concessorio in favore di chi era stato nominato custode dei beni in sequestro dello stabilimento balneare, anche se questi sia proprio il soggetto che sia illegittimamente subentrato il godimento del bene.

L'installazione sul suolo demaniale di manufatti privi di titolo abilitativo valgono a configurare sia l'ipotesi di "cattivo uso" della concessione di cui alla lettera b) del primo comma dell'art. 47 del codice della navigazione, sia quella di "inadempienza degli obblighi derivanti dalla concessione o imposti da norme di leggi o di regolamenti", configurata dalla successiva lettera f).

Pur sussistendo un contrasto giurisprudenziale sul punto, la declaratoria di decadenza dalla concessione demaniale marittima va correttamente considerata quale manifestazione di un potere di ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...vincolato e, come tale, non richiede di essere sorretta da specifiche valutazioni in ordine all'interesse pubblico alla sua adozione, ovvero all'interesse del privato che viene inciso dal provvedimento accertativo.

A fronte di un provvedimento che ricollega la declaratoria di decadenza a distinte fattispecie legittimanti l'esercizio del potere, la fondatezza della censura inerente l'insussistenza dei presupposti di una parte di esse non è idonea, secondo i principi in tema di atto plurimotivato, a comportare l'annullamento dell'atto nella sua interezza.

La decadenza sanzionatoria della concessione demaniale marittima scatta automaticamente, ai sensi dell'art. 47 del codice della navigazione e dell'art. 16, comma 1, del connesso regolamento di esecuzione, al ricorrere di determinati presupposti (tra i quali il mancato pagamento del canone concessorio), senza che al riguardo debba essere tenuto conto del tempo trascorso né di un particolare interesse pubblico a far valere il descritto meccanismo sanzionatorio.

La dichiarazione di decadenza della concessione demaniale marittima per mancato pagamento del canone non è automatica, ma va disposta previa adeguata istruttoria (e motivazione) al fine di perseguire l'equilib... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...iamento dei contrapposti interessi.

Prima di dichiarare la decadenza della concessione demaniale marittima per mancato pagamento del canone, la P.A. deve comunque fissare un termine entro il quale l'interessato può presentare le sue deduzioni, garantendo così l'effettivo contraddittorio secondo i principi del giusto procedimento amministrativo.

È illegittimo il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima adottato ai sensi dell'art. 47 cod. nav. che sia emanato a notevole distanza di tempo dall'acquisizione delle controdeduzioni presentate dal concessionario.

La procedura di decadenza regolata dall'art. 47 cod. nav. postula un contraddittorio che rispetti una necessaria continuità logica e cronologica fra le sue dinamiche caratterizzate dall'addebito, dalla discolpa e dalla decisione: pertanto, deve ritenersi che eccessive pause e ritardi tra una fase e l'altra impediscono un regolare svolgimento della procedura, determinando una patologica unilateralità della misura irrogata.

Il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima adottato ai sensi dell'art. 47 cod. nav. deve comunque caratterizzarsi da un'attendibile conseguenzialità temporale r... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...passaggi istruttori che ne precedono l'adozione , i quali risulterebbero invece sostanzialmente vanificati da una pausa istruttoria e decisoria che supera le normali esigenze organizzative della P.A., specie se tale pausa non venga quantomeno anticipata e/o preannunciata al destinatario, allegando fondati motivi a sua giustificazione.

Il richiamo all'art. 47 cod. nav. in un atto di rettifica dello scopo della concessione demaniale marittima comporta che tale atto debba configurarsi, in realtà, come una decadenza parziale dalla stessa.

La pronuncia di decadenza di una concessione demaniale marittima ex art. 47 cod. nav. si riconnette ad un'inadempienza, da parte del concessionario, degli obblighi previsti a suo carico, presentando, dunque, una valenza sanzionatoria.

Rientra nei poteri discrezionali dell'autorità regionale pronunciare la decadenza dalla concessione demaniale in caso di mancato smontaggio della struttura entro il 31 ottobre di ogni anno se tale obbligo è espressamente previsto nella concessione demaniale marittima.

E' legittima e doverosa la decadenza dalla concessione demaniale marittima disposta per non uso continuato del bene pubblico.

Dal combinato disposto degli art... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...cod. nav. discende inequivocamente che in via generale (e salvo diversa autorizzazione) il concessionario ha l'obbligo di esercitare direttamente la concessione demaniale marittima.

Al ricorrere delle ipotesi decadenziali disciplinate dall'art. 47 cod. nav. la P.A. concedente esercita una discrezionalità di tipo tecnico, dovendosi essa cioè limitare al riscontro dei relativi presupposti fattuali.

Una volta accertata la sussistenza dei presupposti di cui all'art. 47 cod. nav. il provvedimento di decadenza ha natura sostanzialmente vincolata, con conseguente esclusione di ogni possibile bilanciamento tra l'interesse pubblico e le esigenze del privato concessionario.

La decadenza prevista dall'art. 47, lett. e), cod. nav. per il caso di "abusiva sostituzione di altri nel godimento della concessione" si applica anche al caso in cui il concessionario abbia ceduto il complesso aziendale ma, per il mancato pagamento del prezzo, l'acquirente non sia stato immesso nel possesso dei beni.

La decadenza prevista dall'art. 47, lett. e), cod. nav. è posta a presidio di ogni mutamento che possa investire il privato - sia quale persona fisica, sia quale compagine societaria – al quale è stato ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...'uso speciale del bene.

L'automatico rinnovo per sei anni ai sensi dell'art. 1 d.l. 400/1993 presuppone l'identità soggettiva del concessionario, e, dunque, non si applica in caso di cessione del complesso aziendale ad altro soggetto.

Nel comminare la decadenza ai sensi dell'art. 47, lett. a) e d), cod.nav., l'Amministrazione può riferirsi non già a generici inadempimenti, da essa ritenuti più o meno gravi, rilevanti e/o essenziali, ma solo a quanto previsto nell'atto di concessione, stante il testuale richiamo alla mancata esecuzione delle opere "prescritte nell'atto di concessione", al mancato inizio della gestione "nei termini assegnati..", all'omesso pagamento del canone "per il numero di rate fissato a questo effetto dall'atto di concessione".

L'omessa indicazione delle circostanze comportanti la decadenza nell'atto di concessione importa l'impossibilità di "dichiarare" la decadenza automatica, perché non affatto desumibile da fatti già qualificati idonei a sancirla come previsti ex ante nell'atto contrattuale concessorio, imponendo al contrario una previa fase di contestazione delle inadempienze, la fissazione di un termine per sanarle e, così come l'art, 47 cod.nav. p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...pressamente nel caso di cui alle lettere a) e b), addirittura la possibilità di accordare una proroga (per eseguire le opere ovvero per l'inizio della gestione).

Il mero stazionamento di imbarcazioni e un solo caso di lavaggio carena (qualificabile alla stregua di manutenzione ordinaria) non possono qualificarsi in termini di esercizio di attività cantieristica, ovvero di costruzione o riparazione navale.

In tema di decadenza, l'art. 47 del codice della navigazione attribuisce alla P.a. competente la potestà discrezionale di adottare il provvedimento sanzionatorio, cui si correla un obbligo di valutazione delle ragioni di pubblico interesse, attinenti tra l'altro l'uso turistico ricreativo del demanio marittimo.

Eventuali parziali difformità dalla concessione demaniale marittima possono legittimare la diffida a rimuovere le irregolarità, mentre deve ritenersi palesemente sproporzionata la comminatoria della decadenza della concessione.

Deve escludersi che agli effetti della decadenza del titolo concessorio, la situazione di non uso possa assumere rilievo nei soli limiti temporali ed effetti eventualmente previsti nel disciplinare di concessione: l'art. 47 lett. b) cod. nav. trova appli... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...he in assenza nell'atto di concessione di una clausola che fissi il periodo di non uso sanzionabile con la decadenza.

L'amministrazione può dichiarare la decadenza dalla concessione demaniale marittima non solo quando della stessa non se ne faccia alcun uso, ma anche nel caso in cui gli usi posti in essere siano diversi da quelli autorizzati.

Le vicende che riguardano le modalità gestorie di una concessione demaniale sono sicuramente rilevanti ai fini della adozione di eventuali provvedimenti decadenziali quando le stesse si concretano, all'esito delle opportune verifiche istruttorie, in fatti gravi integranti un inadempimento del concessionario rispetto agli obblighi di buona conservazione e custodia del bene affidatogli.

La mancata opposizione e la mancata segnalazione alle competenti autorità da parte del concessionario di uno spazio acqueo dell'occupazione abusiva altrui costituisce giusta causa di revoca della concessione.

L'apertura del procedimento di rinnovo della concessione non impedisce di dichiarare la decadenza dal rapporto qualora il concessionario abbia destinato il bene ad un uso diverso da quello risultante dal titolo.

In caso di abusiva sostituzione di altri nel godi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... concessione demaniale marittima, l'omessa richiesta di autorizzazione preventiva ex art. 45-bis cod. nav. non giustifica l'automatica adozione del provvedimento di decadenza dalla concessione, che è atto che deve essere adottato previa valutazione delle ragioni di pubblico interesse, attinenti l'uso del demanio marittimo da condurre avendo presente la posizione del privato sul quale il provvedimento di decadenza va ad incidere.

Non può ritenersi illegittimo il provvedimento di decadenza dalla concessione demaniale marittima per mancata realizzazione delle opere oggetto della concessione solo perché la P.A. ha utilizzato il nomen iuris di «revoca»; questo perché il dato sostanziale (tipologia di potere utilizzato) prevale sempre rispetto a quello formale.

L'omessa verbalizzazione dell'immissione in possesso non impedisce l'effettiva utilizzazione del bene oggetto di concessione demaniale marittima, e non può essere motivo di illegittimità del provvedimento che dichiara la decadenza della concessione demaniale marittima per mancata realizzazione delle opere.

Il mancato apprestamento delle strutture necessarie per agevolare l'accesso al mare ai soggetti portatori di handicap, se cost... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...etto di un'obbligazione autonoma inserita nell'atto concessorio giustifica la declaratoria di decadenza della concessione demaniale marittima.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI