Carrello
Carrello vuoto



Normative regionali relative al Piano casa: Friuli Venezia Giulia e Lazio

Si può escludere dall'applicazione della L.R. Lazio 21/2009 un sito industriale dismesso per il quale sono stati dettati degli indirizzi di riqualificazione urbanistica incompatibili con il Piano casa, tra cui: la riduzione delle cubature edilizie; la realizzazione di alloggi ERP; il contenimento della densità fondiaria; l'integrazione dell'area con il resto della città.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL PIANO CASA
anno:2018
pagine: 905 in formato A4, equivalenti a 1538 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA --> REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

L'art. 58 della L.R. Friuli Venezia Giulia 19/2009 va interpretato nel senso che le due condizioni in essa contenute siano tra loro complementari e non alternative: è necessario dunque sia che l'intervento rispetti le specifiche disposizioni tipologico-architettoniche e di allineamento degli edifici previste dagli strumenti urbanistici comunali sia che l'eventuale sopraelevazione non sia vietata dagli strumenti urbanistici comunali e non superi l'altezza massima delle costruzioni prevista per la z.t.o..

OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA --> REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA --> RISPETTO PRESCRIZIONI TIPOLOGICHE

Una previsione dello strumento urbanistico comunale che preveda un valore critico di altezza di m. 6,50 per due piani costituisce una disposizione tipologico-architettonica da rispettare ove si intenda procedere ai sensi dell'art. 58 L.R. Friuli Venezia Giulia 19/2009, non essendo sufficiente che l'intervento rispetti l'altezza massima di zona prevista dal P.R.G. e a nulla rilevando che la P.A. abbia, in passato, autorizzato interventi in deroga alle prescrizioni tipologico-architettoniche.

OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...IONE LAZIO --> CIRCOLARE REGIONALE

La circolare n. 277 del 5.9.2013 della Regione Lazio ha portata meramente interpretativa e ha valore meramente interno alla P.A., non essendo espressione di attività funzionale o normativa tipica e non producendo effetti esterni all'apparato burocratico.

La circolare n. 277 del 5.9.2013 della Regione Lazio ha una funzione di mero ausilio giuridico per l'ufficio sottordinato che deve applicare la norma, mentre non riveste alcuna rilevanza nel rapporto tra provvedimento amministrativo e norma giuridica, di tal ché essa risulta altresì indifferente ai fini dello spazio lasciato alla delibazione del giudice chiamato a verificare la legittimità dell'atto adottato dalla P.A..


OPERE ED INTERVENTI --> PIANO CASA --> REGIONE LAZIO --> IMMOBILI ABUSIVI

La disciplina del c.d. "Piano casa" non può essere invocata per legittimare interventi edilizi che, al momento in cui erano stati eseguiti, non erano assentibili e che, allo stato, sarebbero invece autorizzabili sulla base della normativa derogatoria regionale.

Il "Piano casa" presuppone il previo rilascio del titolo edilizio abilitativo e non consente una sanatoria ex post degl... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i.

La legge regionale del Lazio n. 21/2009, sul piano casa, non si riferisce ad abusi già realizzati e da sanare.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI