Carrello
Carrello vuoto



Credito cooperativo


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL CREDITO
anno:2015
pagine: 582 in formato A4, equivalenti a 989 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Quando venga sottoposta a procedura concorsuale di insolvenza una cooperativa agricola che abbia beneficiato di un mutuo agevolato con accollo da parte dello Stato del pagamento di una quota degli interessi, ai sensi dell'art. 6 della legge 4 giugno 1984, n. 194, la sospensione del corso degli interessi legali prevista dall'art. 55 legge fall. si applica non solo alla quota di interessi dovuta alla banca mutuante dalla cooperativa mutuataria, ma anche a quella dovuta dallo Stato.

In tema di credito agrario, il beneficiario del concorso pubblico nel pagamento degli interessi, previsto dalla L. 4 giugno 1984, n. 194, art. 6 va identificato nella cooperativa o nel consorzio di cooperative agricole mutuatari e non nell'istituto di credito mutuante, sicché, ove sia intervenuta una procedura concorsuale dì insolvenza a carico dell'impresa beneficiarla, essendo il corso degli interessi sospeso dalla data del provvedimento giudiziale di ammissione alla liquidazione ex art. 55, L. Fall., richiamato dall'art. 201 per la liquidazione coatta amministrativa, nessun titolo ha l'istituto di credito per richiederne l'erogazione nei confronti dell'Amministrazione dello Stato.

Il credito del coltivatore diretto per il prodotto conferito alla cooperativa,... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rave; socio, si colloca nell'ambito di un rapporto a struttura associativa, caratterizzato da un vincolo contrattuale, che, se da un lato obbliga il coltivatore diretto a conferire il prodotto onde perseguire i fini istituzionali della società, dall'altro lo rende partecipe dello scopo dell'impresa collettiva, attribuendogli corrispondentemente una serie di poteri, diritti e vantaggi.

Ai crediti del coltivatore diretto per prodotti conferiti alla cooperativa della quale è socio, non può applicarsi il privilegio di cui all'art. 2751 bis c.c., n. 4.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI