Formazione ed utilizzo dei mezzi di prova nel processo amministrativo

GIUDIZIO --> PROVE

Le ordinanze istruttorie sono in ogni tempo modificabili e revocabili e non possono mai pregiudicare la decisione della causa, restando assorbiti dalla sentenza che definisce il giudizio, sicché non sono autonomamente impugnabili.

GIUDIZIO --> PROVE --> C.T.U.

In base al principio di disponibilità della prova sancito dall’art. 115 c.p.c., il giudice deve porre a fondamento della sentenza le prove fornite dalle parti, e, in base ai principi sull’onere della prova di cui all’articolo 2697 cod. civ., la consulenza tecnica d'ufficio, poiché non è destinata ad esonerare la parte dalla prova dei fatti (alla stregua dei criteri di ripartizione dell'onere relativo posti dall'art. 2697 c.c.), n... _OMISSIS_ ...si ove, a fronte di non equivoche risultanze documentali, non siano offerti da chi ne invoca l'ammissione concreti elementi di prova a sostegno delle proprie deduzioni. La consulenza tecnica non è infatti destinata ad esonerare la parte dalla prova dei fatti alla stregua dei criteri di ripartizione dell'onere relativo posti dall'art. 2697 Cod. civ..

La consulenza tecnica d'ufficio, in quanto mezzo di indagine finalizzato ad aiutare il giudice nella valutazione degli elementi acquisiti o nella soluzione di questioni che comportino specifiche conoscenze, non può essere disposta al fine di esonerare la parte dal fornire la prova di quanto assume ed è quindi legittimamente negata dal giudice qualora la parte tenda con essa a supplire alle deficienze delle proprie ... _OMISSIS_ ...offerte di prova ovvero a compiere un'indagine esplorativa alla ricerca di elementi di fatto o circostanze non provati.

E' eccentrica e va disattesa la richiesta istruttoria comunale di nominare di un consulente tecnico d’ufficio per verificare un elemento la cui misurazione era nella piena disponibilità dell'amministrazione (nella specie, la misurazione dell'altezza di alberi di cui si contesta l'abusivismo).

In tema di risarcimento del danno, l'onere probatorio non può assolversi chiedendo l’espletamento di una Consulenza Tecnica d’Ufficio, laddove il ricorrente avrebbe dovuto produrre elementi concreti a supporto della propria pretesa.

La consulenza tecnica non può essere invocata per supplire a carenze in cui... _OMISSIS_ ...sta danneggiata è incorsa nelle attività processuali assertive e probatorie, giacché la stessa costituisce non già un mezzo di prova, bensì un mezzo di valutazione delle prove già ritualmente offerte dalla parte medesima.

La nomina del c.t.u. è atto discrezionale del giudice del merito, che deve motivare solo in ordine alla necessità dell'ausilio del tecnico per decidere sulla domanda, ma non è in alcun modo tenuto a procedervi solo perché vi è una richiesta di parte.

Il giudice può accertare in base agli atti di causa la natura demaniale o meno delle aree in contestazione, sulla base della situazione dei luoghi, rigettando eventuali istanze di parte di nomina del consulente tecnico.

GIUDIZIO --> PROVE --> COMPORTAMEN... _OMISSIS_ ...CRLF|
Nel processo amministrativo incombe sull'Amministrazione resistente un obbligo di collaborazione all'attività istruttoria disposta dal giudice e il comportamento processuale della P.A. che, sottraendosi a detto obbligo, ometta ingiustificatamente di depositare gli atti richiesti ai fini della decisione, è valutabile, ai sensi dell'art. 116 comma 2, c.p.c., come ammissione dei fatti dedotti a sostegno del ricorso con conclusioni a sfavore della parte pubblica.

GIUDIZIO --> PROVE --> DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ

Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà non sono utilizzabili nel processo amministrativo e non rivestono alcun effettivo valore probatorio, potendo costituire solo indizi che, in mancanza d... _OMISSIS_ ...i nuovi, precisi e concordanti, non risultano ex se idonei a scalfire l’attività istruttoria dell’amministrazione, ovvero le deduzioni con cui la stessa amministrazione rileva l’inattendibilità di quanto rappresentato dal richiedente.

Laddove sia incerta l'epoca di realizzazione di un manufatto, le cartografie disponibili non possono essere superate dalle dichiarazioni di sostitutive di atti di notorietà, neppure se supportate da fotografie, aerofoto di incerta interpretazione o perizie interpretative delle stesse.

Le dichiarazioni sostitutive di notorietà non hanno alcun valore sul piano probatorio integrando al più semplici indizi, comunque inidonei a smentire i risultati dell'attività istruttoria compiuta dall'Amministrazion... _OMISSIS_ ...i altri elementi nuovi, precisi e concordanti

GIUDIZIO --> PROVE --> DOCUMENTAZIONE --> PROVENIENTE DALLA P.A.

Non può attribuirsi carattere fidafaciente ex art. 2700 cod. civ. alle certificazioni di tecnici comunali confezionate ex post e non attestanti fatti e circostanze verificatisi sotto la diretta percezione del pubblico ufficiale dichiarante.

GIUDIZIO --> PROVE --> ONERE DELLA PROVA

Ove il proprietario chieda il rilascio di un fondo occupato senza titolo, non è tenuto ad alcun onere probatorio, facendo carico al convenuto che non contesti la proprietà della controparte di provare l'esistenza di un titolo tale da giustificare la sua permanenza nella detenzione della cosa. Analogamente, la dimost... _OMISSIS_ ...egittimità di un'infrastruttura realizzata su terreno privato, spetta ex art.2697 comma 2 c.civ. al soggetto proprietario dell'infrastruttura, convenuto, quale fatto impeditivo della domanda di rilascio del fondo nella piena disponibilità degli attori e di riduzione in pristino.

La prova circa il tempo di ultimazione delle opere edilizie è sempre posto sul privato, e non sull'Amministrazione, dato che solo l'interessato può fornire gli inconfutabili atti, documenti o gli elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza dell'epoca di realizzazione di un manufatto.

L’onere della prova va ripartito tenendo conto, in concreto, della possibilità per l’uno o per l’altro soggetto di provare fatti e circostanze... _OMISSIS_ ...elle rispettive sfere di azione.

Il c.d. metodo acquisitivo consente al giudice amministrativo di integrare le allegazioni probatorie parziali ma non di invertire l’onere probatorio e di sostituirsi al dovere processuale del diretto interessato, il quale deve comunque allegare un qualche concreto elemento di riscontro circa i vizi che denuncia e che assume dopo averli appresi in modo indiretto o che desume dalla documentazione acquisita a seguito di accesso agli atti.

Il c.d. metodo acquisitivo operante nel processo amministrativa consente al Giudice di integrare allegazioni probatorie anche parziali senza tuttavia sostituirsi al diretto interessato che deve comunque fornire qualche elemento di riscontro su vizi appresi anche in modo indir... _OMISSIS_ ...RLF| Il processo amministrativo, pur se sono previsti alcuni poteri di acquisizione officiosa delle prove da parte del Giudice, è fondato sul principio dispositivo dell’onere della prova, di talché spetta a chi agisce in giudizio indicare e provare i fatti, ogni volta che non ricorra quella disuguaglianza di posizioni tra Amministrazione e privato, che giustifica l'applicazione del principio dispositivo con metodo acquisitivo; tale principio, peraltro, non può, comunque, mai ridursi ad u...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19982 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 2761 pagine in formato A4

40,00 €