L’avvio della revisione del p.r.g. non adempie all'obbligo di riqualificazione della zona rimasta priva di specifica disciplina

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> MODALITÀ DI ASSOLVIMENTO --> AVVIO NUOVO PIANO GENERALE

Il potere di conformazione urbanistica è attribuito dalla legge all’organo consiliare, di talché il semplice avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale comunale non costituisce adempimento da parte del Comune dell’obbligo di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante. L’adempimento non elusivo di tale obbligo può essere dato, infatti, soltanto mediante ad... _OMISSIS_ ...ovvedimento espresso (e cioè di una variante) da parte del competente organo consiliare.

Secondo quanto statuito dalla costante giurisprudenza amministrativa in materia di PRG, il semplice avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale (ovvero l’avvio del procedimento di redazione del P.U.C.), non costituisce adempimento da parte del Comune dell'obbligo di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante; l'adempimento esatto e non elusivo di tale obbligo può essere dato soltanto dallo specifico ed immediato completamento del Piano regolatore generale per quella zona, senza attendere la conclusione delle ulteriori e dilatori... _OMISSIS_ ... comportano la riconsiderazione dell'assetto urbanistico dell’intero territorio comunale.

L’avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale comunale non costituisce adempimento da parte del Comune dell’obbligo di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante, con la conseguenza che nessun valore di risposta alla diffida inoltrata dall’interessato può essere riconosciuto alla note prive di riferimenti puntuali ai tempi procedimentali per l’assegnazione/conferma della destinazione urbanistica all’area in questione.

Il semplice avvio delle procedure per la revisione dell’inte... _OMISSIS_ ...banistico comunale non costituisce idoneo adempimento dell’obbligo di operare la riqualificazione urbanistica alle zone rimaste prive di specifica disciplina a seguito della decadenza del vincolo di destinazione gravante sulle stesse. Invero, la P.A. non può genericamente rinviare il soddisfacimento dell’interesse alla riqualificazione urbanistica di un suolo di proprietà del privato al tempo dell’adozione del nuovo strumento urbanistico generale, senza predeterminare un percorso sufficientemente definito, quanto meno nei suoi passaggi, anche temporali, di maggior rilievo.

A fronte dell’istanza di riqualificazione di un’area incisa da vincolo decaduto, non può esplicare alcun effetto la dichiarazione di intenti espressa dall'Ammin... _OMISSIS_ ...rdine alla complessità delle (seppur già avviate) attività funzionali alla definizione della procedura per l’adozione di un nuovo strumento urbanistico senza peraltro fornire tempi certi al riguardo, atteso che l'avvio del procedimento di revisione del p.r.g. è atto avente valenza programmatica ben lontana dal soddisfare l'istanza di ripianificazione dell’area incisa da vincolo decaduto.

La p.a. non può legittimamente rinviare sine die il soddisfacimento dell’interesse alla riqualificazione urbanistica di un suolo di proprietà del privato, neppure se ha in corso la predisposizione del nuovo strumento urbanistico generale; bensì è tenuta a esaminare in concreto l’istanza di riqualificazione colmando senza indugio la lacuna di disc... _OMISSIS_ ...tasi in seguito alla decadenza di vincoli impressi al suolo.

Venuto meno il vincolo preordinato all'esproprio, a fronte di istanza di riqualificazione, la risposta del Comune con cui si comunica l'approvazione di uno “schema di massima”, ha natura meramente interlocutoria, in quanto del tutto priva di riferimenti puntuali ai tempi procedimentali per l’assegnazione della nuova destinazione urbanistica all’area in questione, atteso che soltanto l’assunzione di un provvedimento espresso - e, dunque, di una variante - da parte del competente organo consiliare può integrare adempimento non elusivo di tale obbligo.

L’avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale comunale non costituisce adempim... _OMISSIS_ ...el Comune dell’obbligo di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante, con la conseguenza che nessun valore di risposta alla diffida inoltrata dall’interessata può essere ad esso ricondotto.

Il semplice avvio delle procedure per la revisione dell'intero strumento urbanistico comunale non costituisce idoneo adempimento dell'obbligo di operare la riqualificazione urbanistica alle zone rimaste prive di specifica disciplina a seguito della decadenza del vincolo di destinazione gravante sulle stesse; pertanto la P.A. non può genericamente rinviare il soddisfacimento dell'interesse alla riqualificazione urbanistica di un suolo di propriet... _OMISSIS_ ...l tempo dell'adozione del nuovo strumento urbanistico generale, senza predeterminare un percorso sufficientemente definito, quanto meno nei suoi passaggi, anche temporali, di maggior rilievo.

Secondo consolidata giurisprudenza il potere di conformazione urbanistica è attribuito dalla legge all’organo consiliare, di talché il semplice e prospettato avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale comunale non costituisce adempimento da parte del Comune in ordine all’obbligo di riqualificazione urbanistica della zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante.

Se il rito del silenzio, sia pure con certi limiti, può essere azionato per sollecitare la riti... _OMISSIS_ ...ingole aree per le quali sono scaduti i vincoli, una volta che l’Amministrazione si sia attivata provvedendo ad avviare il procedimento che ha portato all'approvazione degli strumenti urbanistici generali o delle varianti generali, comprendente anche suddette aree, tanto da consentire al privato interessato di conoscerne i contenuti e di presentare osservazioni al riguardo, deve escludersi che si possa comunque configurare un silenzio-inadempimento.

A fronte di istanza diretta ad ottenere la ripianificazione di area resa «zona bianca» (art. 9, d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380), dalla decadenza del vincolo a carattere espropriativo, l’amministrazione non può demandare alla nuova stesura o revisione del P.R.G la destinazione urbanistica.
... _OMISSIS_ ...ituisce jus receputm quello per cui non ha alcun valore provvedimentale la redazione del mero schema di massima di un p.r.g. e permane integro l'obbligo amministrativo di adottare l'atto di pianificazione urbanistica che dia destinazione alla zona ove insiste il terreno divenuta «bianca» per effetto della decadenza dei vincoli, trattandosi di atti meramente interlocutori, inidonei a far venir meno l'obbligo di provvedere, configurando piuttosto un comportamento elusivo dell'interesse pretensivo a che l'amministrazione comunale integri il piano regolatore.

A fronte di silenzio a istan...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 32777 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo