Giurisdizione ordinaria e amministrativa sulle controversie in tema di strade

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> STRADE

Nel caso di ordinanza di ripristino d'un passaggio di uso pubblico su di una strada che si assume utilizzata dalla collettività si è in presenza d'una controversia spettante alla cognizione del G. A. in quanto trattasi di autotutela possessoria esercitata in via amministrativo "iure publico" e finalizzata all'immediato ripristino dello stato di fatto preesistente al fine di reintegrare la collettività nel godimento del bene ed espressione d'un potere generale desumibile dagli articoli 823 e 825 c. c. nonché dall'art. 378, comma 2, l. n. 2248 del 20/3/1865, allegato F, da esercitare in caso di turbative che impediscano o rendano disagevole il normale godimento del pubblico transito sulla strada ... _OMISSIS_ ...
Non sussiste la giurisdizione amministrativa sulle controversie aventi ad oggetto la impugnazione degli avvisi di pagamento emessi ai sensi dell’articolo 27 del decreto legislativo numero 285 del 1992.

La controversia circa la sussistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, posto che essa investe l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati ovvero dell’amministrazione.

L’esistenza di un formale provvedimento di classificazione della natura pubblica, ovvero di regolamentazione della circolazione e della sosta veicolare sulla strada, presupponente la destinazione ad uso pubblico della stessa, non comporta la giurisdizio... _OMISSIS_ ...va sulla controversia, poiché tale destinazione radica una presunzione iuris tantum, superabile con la prova contraria dell'inesistenza di un diritto di uso o godimento della strada da parte della collettività amministrata; superamento che può avvenire solo in sede di giurisdizione ordinaria, atteso che è il giudice ordinario l'organo cui spetta l'accertamento dell'esistenza dei diritti reali.

Rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario le controversie in tema di proprietà, pubblica o privata, delle strade e sull’esistenza di diritti di uso pubblico su strade private, in quanto tali questioni hanno ad oggetto l’accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi, sia dei privati che della pubblica amministrazione... _OMISSIS_ ... La questione del carattere privato ovvero pubblico di una data strada è sottoposta, di per sé, alla giurisdizione ordinaria, in quanto inerente a diritti soggettivi, di proprietà ovvero di servitù. Essa può essere conosciuta in via incidentale, e quindi con efficacia limitata al processo, dal giudice amministrativo allorquando incida sulla legittimità di un provvedimento, che in senso ampio imponga una certa regolamentazione dell’uso della strada stessa.

Sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo sui provvedimenti di autotutela possessoria adottati ex articolo 378 della legge 20 marzo 1865, n. 2248 all. F nell’ambito dei quali giudizi è consentito al giudice amministrativo il sindacato incidentale sulla proprietà o sulla natura della st... _OMISSIS_ ...RLF| La controversia circa la proprietà, pubblica o privata, di una strada, o circa l’esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, giacché investe l’accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubblica amministrazione senza che a tale conclusione possa frapporsi l’esistenza di un formale provvedimento di classificazione della natura pubblica, ovvero della destinazione ad uso pubblico della strada.

La controversia circa la proprietà, pubblica o privata, di una strada, o circa l'esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, giacché investe l'accertamento d... _OMISSIS_ ... dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubblica amministrazione.

La cognizione incidentale sulla classificazione pubblica o privata di una via è consentita al G.A. ove sia finalizzata alla risoluzione di un contenzioso avente ad oggetto in principalità un provvedimento amministrativo (ad es. ordinanza di rimozione di ostacoli); soltanto quando la controversia sia in realtà volta a stabilire la sussistenza di un diritto di proprietà o di una servitù di uso pubblico, l'oggetto della controversia è devoluto alla cognizione del G.O..

Spetta al G.O. l’accertamento giurisdizionale dell’effettiva natura di una strada ed, in particolare, dell’esistenza di una servitù di pubblico passaggio su una strada privata trat... _OMISSIS_ ...rtare l’esistenza di diritti soggettivi e non di interessi legittimi; mentre il G.A. può esercitare, al riguardo, esclusivamente una cognizione incidentale sulla questione (art. 8 c.p.a.), al solo fine di pronunciarsi sul corretto esercizio del potere amministrativo che forma oggetto specifico del ricorso e necessaria al fine di accertare la legittimità di un provvedimento che è stato impugnato (ad es. un permesso di costruire), senza poter fare stato sulla medesima con la propria decisione.

Se è vero che ogni questione relativa al riconoscimento della proprietà pubblica o privata di una strada appartiene alla giurisdizione del G.O., investendo essa l’accertamento della esistenza o estensione di diritti soggettivi, è da rimarcare che il G.A., ai se... _OMISSIS_ ...art. 8 c.p.a., nelle materie in cui non ha giurisdizione esclusiva, resta investito della cognizione incidentale, non coperta da giudicato, di tutte le questioni pregiudiziali o incidentali relative a diritti la cui risoluzione sia necessaria per pronunciare sulla questione principale.

E' devoluto al giudice amministrativo l’accertamento della proprietà per esigenze di carattere amministrativo, inteso come complesso di poteri pubblici e di obblighi, di polizia e manutenzione del manufatto stradale.

L’accertamento sulla natura pubblica o privata di una strada o sull’uso pubblico della stessa può avvenire incidentalmente nell’ambito di un giudizio amministrativo se tale elemento costituisce il presupposto per l’adozio... _OMISSIS_ ...enti amministrativi in contestazione.

Sussistono dubbi sulla giurisdizione del G.A. in caso di un’azione volta a negare radicalmente il carattere pubblico di una strada, dopo l’inserimento della stessa nell’elenco comunale ad opera di una deliberazione consiliare, in quanto si tratterebbe di una contestazione sull’inesistenza del diritto di proprietà o di servitù a favore del Comune, riconducibile all’azione negatoria di cui all’art. 949 c.c. e alla giurisdizione del G.O..

In caso di provvedimenti diretti al ripristino della viabilità, non sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo per l’accertamento, in via principale, della natura vicinale, pubblica o privata, della strada, o della servitù pu... _OMISSIS_ ...ggio, essendo dette questioni devolute alla giurisdizione del giudice ordinario.

L’accertamento, in via principale, della natura vicinale, pubblica o privata, di una strada ovvero di una servitù pubblica di passaggio rientra nella giurisdizione del G.O., mentre la natura comunale o privata della strada può essere valutata, incidenter tantum, dal G.A. in sede di esame della legittimità di un provvedimento di autotutela possessoria, il cui esercizio non s...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 35007 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo