Il demanio tratturale

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> TRATTURI

La prescrizione di utilizzare l’area del demanio tratturale nelle condizioni in cui si trova è incompatibile con qualsiasi intervento edilizio anche di semplice sistemazione dell’area (nel caso di specie recinzione con paletti in ferro).

La recinzione dell’area del demanio tratturale snatura la funzione riconducibile all'uso collettivo del bene sicché il tratturo può essere utilizzato da un privato, previa concessione, per un’esposizione commerciale, ma non può essere recintato e chiuso, poiché è un bene demaniale, del quale deve essere sempre garantita la possibilità di fruizione collettiva.

In attesa del varo del piano di sdemanializ... _OMISSIS_ ...ta, sui tratturi della Regione Molise privi di rilevanza storica è ammessa l’assegnazione in concessione precaria anche per gli usi diversi da quello agricolo (ad esempio al fine di accedere ad abitazioni private), ma non sussiste deroga alcuna al regime generale, secondo cui il rilascio di concessioni precarie non può comportare modifica dello stato dei luoghi.

È ben possibile che una stessa strada appartenente al demanio tratturale sia data in concessione a due differenti soggetti per agevolare l'ingresso ai rispettivi fondi.

E' illegittimo il diniego di rinnovo di concessione demaniale che invoca il vincolo di cui al D.M. 20 marzo 1980, inteso a garantire la conservazione delle caratteristiche del tratturo, senza valutare globalmente il... _OMISSIS_ ...stato dei luoghi.

In caso di pluralità di domande di concessione in uso di tratturi occorre assicurare un adeguato contraddittorio tra i richiedenti, specie nel caso in cui si intenda accogliere una domanda presentata successivamente.

L'avente causa dell'erede di un titolare della concessione di tratturo non acquista la titolarità della concessione per il solo fatto di aver acquistato il terreno rispetto al quale il tratturo è frontista.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> TRATTURI

Poiché l’art. 27, comma 2 del d.P.R. n. 380 del 2001 riconosce all’Amministrazione comunale un generale potere di vigilanza e controllo su tutta l’attività urbanistica ed edilizia, imponendo l’adozione di pr... _OMISSIS_ ...demolizione in presenza di opere realizzate in zone vincolate in assenza dei relativi titoli abilitativi, al fine di ripristinare la legalità violata dall’intervento edilizio non autorizzato, e ciò mediante l’esercizio di un potere-dovere del tutto privo di margini di discrezionalità in quanto rivolto solo a reprimere gli abusi accertati, da esercitare anche in ipotesi di opere assentibili con d.i.a., prive di autorizzazione paesaggistica, è inevitabile addivenire alla demolizione di opere abusive sul piano paesaggistico realizzate in area tratturale vincolata.

In materia paesaggistica la individuazione di una zona di interesse archeologico, ai sensi dell’art. 1 lett. m) l. 8 agosto 1985 n. 431, ora sostituito dall’art. 146 lett. m) d.l... _OMISSIS_ ...999 n. 490, non presuppone necessariamente l’avvenuto accertamento dell’interesse archeologico ai sensi della l. 1 giugno 1939 n. 1089 o di altre leggi speciali, potendosi riconoscere tale interesse anche per il suo valore intrinseco. Conseguentemente vanno sottoposti alla disciplina di cui al citato decreto n. 490 i “tratturi”, che costituiscono la diretta sopravvivenza di strade formatesi in epoca protostorica e che hanno pertanto la duplice valenza di strade destinate al passaggio del bestiame e di testimonianza di passate civiltà.

La trasformazione di un’area del Demanio tratturi, assoggetta a specifica tutela archeologica e sulla quale grava il divieto di eseguire qualsiasi intervento di trasformazione che possa “menoma... _OMISSIS_ ...godimento del bene”, viola il vincolo assoluto d’inedificabilità presidiato dall’art. 169 d.lgs. n. 42/2004.

Nella Regione Abruzzo il Piano Quadro Tratturi può essere riferito ad aree private, ben potendo queste ultime risultare vincolate per la presenza di tratturi e in quanto tali inserite nel Piano Quadro.

E' legittima la decisione di conservare il vincolo a tutela dei tratturi in caso di persistenza di un assetto squisitamente rurale ed agreste, in cui la presenza del tracciato tratturale non ha perso l’originaria consistenza (tale dovendo ritenersi non certo l’integrale ripristino dell’intero percorso degli originari tratturi, attraverso i diversi fondi interessati, ma un contesto in cui il tratturo sia p... _OMISSIS_ ...sistenza e caratteristiche tali, da poterne apprezzare – anche in un singolo fondo – il valore testimoniale, paesaggistico e storico).

I tratturi in quanto direttamente strumentali alle funzioni concernenti il demanio armentizio trasferite alle Regioni costituiscono demanio pubblico regionale.

Nella Regione Molise è illegittima l'autorizzazione alla realizzazione di un intervento edilizio (nella specie, una scalinata esterna di accesso alla propria abitazione) sul demanio tratturale, alla luce della chiara volontà del legislatore regionale di consentire l’utilizzo da parte di terzi del demanio tratturale a condizione però di garantirne l’integrità e la piena conservazione

In materia di tratturi, il margine ... _OMISSIS_ ...ità conferito all’amministrazione da parte dell’art. 4, comma 2, L. R. Puglia n. 29/2003 non è di ampiezza tale da essere in pratica insindacabile.

In mancanza di atto formale di concessione dalla Regione al Soggetto attuatore, previo parere della Sovrintendenza competente, l’occupazione di suolo tratturale, sia a carattere meramente strumentale sia a carattere sostanzialmente espropriativo, deve ritenersi illegittima, per contrasto con la disposizione di cui all’articolo 4 del d.p.r. n.327 del 2001, a mente del quale “i beni appartenenti al demanio pubblico non possono essere espropriati fino a quando non ne viene pronunciata la sdemanializzazione”.