Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> TERRAZZE

La copertura di una terrazza, anche se di modeste dimensioni, costituisce un ampliamento di superficie e di volume che necessita del permesso di costruire.

La realizzazione, sul terrazzo copertura di un'unità immobiliare, di un manufatto in legno occupante una superficie di mq. 70 ad altezza variabile costituisce un intervento di nuova costruzione.

I balconi aggettanti sono quelli che sporgono dalla facciata dall’edificio, costituendo solo un prolungamento dell’appartamento dal quale protendono, non svolgono alcuna funzione di sostegno, né di necessaria copertura, come viceversa è riscontrabile per le terrazze a livello incassate nel corpo dell’edificio con la conseguenza che mentre i primi, quelli aggettanti, non determinano volume dell’edificio, nel secondo caso essi costituiscono corpo dell’edificio, e contribuiscono quindi alla determinazione del volume.

La realizzazione di un terrazzo con struttura portante in legno e copertura completa di guaina impermeabilizzante e grondaia integra una nuova opera necessitante del permesso di costruire.

Il ricorso avverso il titolo edilizio relativo ad un terrazzo deve essere notificato sia a chi beneficia della terrazza scoperta collocata al di sopra di detta struttura, sia al proprietario della superficie da cui si dipartono i pilastri che la reggono.

La terrazza adibita ad attività di ristorazione ha una destinazione sicuramente non abitativa.

La terrazza non può essere considerata estranea al pian terreno solo perché pertinenza non volumetrica del piano stesso. Di conseguenza, le norme tecniche di attuazione riferite al pian terreno (nella specie, ammettendo nuove destinazioni d’uso non abitative esclusivamente ai piani terreno) si applicano anche alle terrazze realizzate a tale livello.

Ai sensi dell'art. 840 cod. civ., l'immissione di sporti nello spazio aereo sovrastante il fondo del vicino, è consentita quando questi non abbia interesse ad escluderla, cioè quando la stessa intervenga ad un'altezza dal suolo, tale da non pregiudicare alcun legittimo interesse del proprietario del fondo in relazione alle concrete possibilità di utilizzazione di tale spazio aereo.

Il pericolo di danni proveniente dall'immissione di sporti non va denunciato con azione ex art. 840 c.c., ma con un'azione per turbative o molestie ex art. 949 c.c..

Gli ampliamenti, di 15 e 30 mq, eseguiti sul terrazzo, coperto dal balcone del piano superiore, integrano una ristrutturazione edilizia cd. pesante.

La trasformazione di un balcone o di un terrazzino circondato da muri perimetrali in veranda, mediante chiusura a mezzo di installazione di pannelli di vetro su intelaiatura metallica, determ... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 4,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista