Natura edilizia dei sottotetti

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> SOTTOTETTI

Non è possibile negare che ad un sottotetto sia nella sostanza attribuita funzione abitativa in caso di realizzazione di nuove aperture, frazionamento interno, installazione di dotazioni impiantistiche (termiche, sanitarie ed elettriche) realizzazione di finiture proprie degli ambienti aventi funzione abitativa e servizi igienici non previsti dal permesso di costruire.

La funzione abitativa di un sottotetto non può essere esclusa in ragione del fatto che non presenta i requisiti di altezza e di rapporti aero-illuminanti previsti dallo strumento urbanistico per poter essere computati nella superficie lorda di pavimento.

La distanza minima di dieci metri fra pareti finestrate va... _OMISSIS_ ...he in caso di interventi di recupero dei sottotetti a fini abitativi.

La trasformazione di un sottotetto in una mansarda completa di servizi ed impianti, realizzando un aumento di volumetria abitativa, integra un intervento di nuova costruzione.

La realizzazione di un sottotetto abitabile costituisce una nuova costruzione in quanto determina un considerevole aumento volumetrico del manufatto che ne altera il disegno sagomale con connotati alquanto diversi da quelli della struttura originaria.

Le opere realizzate nel sottotetto, funzionali al cambio di destinazione d’uso, costituiscono variazione essenziale ai sensi dell’art. 32 del DPR n. 380: tale non può non definirsi un intervento edilizio per effetto del quale si v... _OMISSIS_ ... un aumento di cubatura edificabile di significativa consistenza.

La chiusura di un sottotetto sostituendo dei muri perimetrali a preesistenti balaustre comporta la creazione di volumetria aggiuntiva, con la conseguenza che l’intervento realizzato non può ritenersi limitato alla manutenzione straordinaria.

E’ necessario il previo rilascio del titolo edilizio per l'esecuzione di un intervento consistente nel recupero di una porzione di sottotetto e nella sua trasformazione in mansarda.

Esclude la natura di sottotetto termico l’assenza di precise indicazioni circa esigenze, o specifici impianti tecnologici, tali da giustificare un’altezza massima ed una consistenza volumetrica che – per dato di comune e... _OMISSIS_ ...ensi dell’art. 115 Cod. proc. civ.. – appaiono sproporzionate in rapporto a mere esigenze di protezione dell’edificio sottostante dal caldo, dal freddo e dall’umidità.

La realizzazione di residenze senza l’ulteriore consumo di nuovo territorio altrimenti necessario per la soddisfazione de nuclei familiari è il nucleo fondante della disciplina derogatoria sul recupero dei sottotetti che, ovviamente nel rispetto dei principi e delle norme fondamentali disciplinanti gli interventi incidenti sul territorio, incontra i soli limiti espressamente previsti dalle leggi regionali.

Costituisce un indice rivelatore dell'intenzione di rendere abitabile in via permanente un locale sottotetto il fatto che questo risulti suddiviso ... _OMISSIS_ ...i e comunicanti con il piano sottostante mediante una scala interna o che il piano di copertura costituisca in realtà una mansarda in quanto dotato di rilevante altezza media rispetto al piano di gronda.

Il minor grado di concreta fruibilità di un sottotetto o il carattere meno agevole del relativo accesso non rappresenta di per sé una circostanza dirimente al fine di escludere la vocazione abitativa dello stesso.

Il sottotetto può considerarsi pertinenza dell'appartamento sito all'ultimo piano di un edificio condominiale solo quando assolva alla esclusiva funzione di isolare e proteggere l'appartamento medesimo dal caldo, dal freddo e dall'umidità, tramite la creazione di una camera d'aria e non abbia dimensioni e caratteristiche strutturali ta... _OMISSIS_ ...ne l'utilizzazione come vano autonomo.

L'intervento di recupero di sottotetto presuppone, a differenza da un intervento di ampliamento, la preesistenza del sottotetto, anche se una porzione di esso fosse già stata recuperata in forza di un permesso di costruire in sanatoria, trattandosi in tal caso di recupero parziale, limitato cioè a quella parte non precedentemente recuperata.

Non può essere qualificato come volume tecnico il sottotetto che, dopo un intervento edilizio, è divenuto utilizzabile a fini residenziali o quantomeno idoneo a costituire pertinenza dei locali residenziali collegati.

Costituisce indice rivelatore dell'intenzione di rendere abitabile in via permanente un locale sottotetto il fatto che questo sia suddiviso... _OMISSIS_ ...ti e comunicanti con il piano sottostante mediante una scala interna o che il piano di copertura costituisca in realtà una mansarda.

Costituisce indice rivelatore dell'intenzione di rendere abitabile un locale sottotetto il fatto che questo sia suddiviso in vani distinti e comunicanti con il piano sottostante mediante una scala interna; a conclusioni contrarie non può indurre la circostanza che alcune delle finestre poste in detto locale siano state tamponate in modo da contenere il rapporto di aero-illuminazione al di sotto dei parametri previsti dal regolamento edilizio per i locali abitabili, dal momento che la tamponatura delle finestre è un’operazione in sé talmente semplice, reversibile e surrettizia da non privare l’ambiente della sua intrin... _OMISSIS_ ...itativa.

L'intervento di recupero del sottotetto che comporti la modifica dell'altezza, della sagoma e l'aumento della volumetria deve considerarsi come di nuova costruzione, nonostante la diversa qualificazione contenuta nella normativa regionale.

Non può parlarsi di recupero del sottotetto laddove la copertura a falde sia stata parzialmente demolita.

I locali del sottotetto le cui altezze variano da metri 1,65 a metri 2,60 non possono essere considerati meri “volumi tecnici accessori”, dovendosi invece ritenere la rilevanza urbanistica e la computabilità delle relative volumetrie.

La fruizione di un sottotetto come abitazione deve essere valutata non secondo le intenzioni dei richiedenti ma in base all... _OMISSIS_ ...oggettiva del manufatto.

La realizzazione di un sottotetto è configurabile come intervento di ristrutturazione edilizia.

In assenza di indicazioni risultanti dal titolo, il sottotetto costituisce parte comune solo se destinato ad un uso comune, mentre deve ritenersi di proprietà esclusiva dell’unità immobiliare sottostante, quale pertinenza della stessa, se si tratta di vano destinato ad assolvere alla funzione esclusiva di isolare e proteggere, come una camera d’aria, l’appartamento sottostante.

Per "fronte" si intende la parte facciale del sottotetto e non l'intero volume dello stesso.

La norma regionale che prevede la possibilità di modificare le altezze di colmo e di gronda fino ad un... _OMISSIS_ ... per assicurare il rispetto dei parametri per rendere abitabile il sottotetto fissa un'altezza che deve intendersi contemporaneamente come misura minima (ai fini dell'abitabilità) e massima (con riguardo alla sopraelevazione dell’edificio).

I comuni possono disciplinare il recupero dei sottotetti in maniera più ampia di quanto stabilito dalla legge regionale, e se la normativa è anteriore alla legge regionale, le norme più favorevoli mantengono efficacia, sia per il principio di specialità sia perché il recupero dei sottotetti corrisponde a un inter...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19594 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo