Assentibilità per silentium del titolo edilizio

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> REGIONI/PROVINCE

Il legislatore regionale può normare in modo diverso dal legislatore statuale le ipotesi di silenzio significativo relative ai procedimenti edilizi.

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> REGIONI/PROVINCE --> SICILIA

La formazione del silenzio-assenso sull'istanza per il rilascio del titolo edilizio presuppone il previo pagamento dell'intera somma dovuta a titolo di onere concessorio e la presentazione della perizia giurata che asseveri la conformità urbanistica delle opere.

Nella Regione Sicilia, gli uffici comunali possono sollecitare integrazioni documentali in pendenza del procedimento per il rilascio della concessione edilizia, ma ... _OMISSIS_ ... interruttivo del termine finale di 120 giorni (il cui decorso determina il formarsi del silenzio assenso) si produce unicamente nel caso in cui le richieste istruttorie siano formulate dall’amministrazione nei 30 giorni successivi.

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> REGIONI/PROVINCE --> TOSCANA

La Legge Regionale della Toscana n. 53 del 20 ottobre 2004, che ha regolato la materia del condono (c.d."terzo condono"), all'art. 5, comma 5, prevede che "il provvedimento finale da notificare all'interessato, è adottato entro il termine di due anni dalla data di presentazione della domanda". Con tale locuzione, il legislatore regionale ha, quindi, espressamente escluso l'applicabilità del meccanismo del silen... _OMISSIS_ ...lle istanze di definizione degli illeciti edilizi avanzate in forza della suindicata disciplina. Ne consegue che il legislatore regionale ha disciplinato in senso completamente diverso dal legislatore statale gli effetti del silenzio dell'Amministrazione, qualificando l'eventuale "inerzia" come forma di mero "inadempimento" e prevedendo la necessità - in ogni caso - di un titolo abilitativo "espresso".

Nella versione originaria degli artt. 83 e 140 della L.R. Toscana 1 del 2005 non era previsto il silenzio-adempimento sulla domanda di accertamento di conformità.

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> SILENZIO ASSENSO

La formazione del silenzio-assenso in materia edilizia postula l'esistenza... _OMISSIS_ ...tuativo e la conformità ad esso, così da consentire all’Amministrazione un rigoroso e automatico accertamento della coerenza tra il piano e l'intervento edilizio; in caso contrario, ogni valutazione di conformità sarebbe arbitraria e priva di certezza, inducendo il privato a realizzare costruzioni che, in un momento successivo, sarebbero comunque considerate illegittime.

La disciplina urbanistica da applicare in sede di esame di una richiesta di concessione edilizia, conseguente all'annullamento giurisprudenziale del diniego della concessione stessa o conseguente alla declaratoria d'illegittimità del silenzio rifiuto, è quella vigente al momento in cui la sentenza è notificata o comunicata in via amministrativa al sindaco, quale capo e legale rapp... _OMISSIS_ ...'amministrazione comunale, titolare dell'iniziativa in materia di pianificazione urbanistica, divenendo inopponibili all'interessato le variazioni dello strumento urbanistico sopravvenute successivamente a tale notificazione.

Il divieto di interdire ex post le attività oggetto di SCIA introdotto dagli artt. 17 e 25 del d.l. 133/2014 è riferito alla SCIA, mentre non risulta applicabile all’ipotesi di formazione per silenzio-assenso di un permesso di costruire.

Il silenzio assenso previsto in tema di rilascio dei titoli edilizi non si forma per il solo fatto dell’inutile decorso del termine perentorio prefissato per la pronuncia espressa dell’amministrazione comunale e dell’adempimento degli oneri documentali ed economici n... _OMISSIS_ ...rsquo;accoglimento della domanda, ma occorre, altresì, la prova della sussistenza di tutti i requisiti soggettivi ed oggettivi ai quali è subordinata l’ammissibilità della richiesta: ne deriva che il titolo abilitativo tacito può formarsi per effetto del silenzio assenso soltanto ove la domanda sia conforme al relativo modello legale e, quindi, sia in grado di comprovare che ricorrano tutte le condizioni formali e sostanziali previste per il suo accoglimento.

La formazione del silenzio assenso previsto dall’art. 20 DPR 380/2001 si ha solo laddove l’Amministrazione sia stata messa in grado dall’interessato di conoscere nella sua completezza tutti gli elementi necessari al fine di valutare l’assentibilità dell’intervent... _OMISSIS_ ... particolare mediante produzione di tutta la documentazione all’uopo occorrente, comprensiva della specifica dichiarazione del progettista abilitato, asseverante la conformità del progetto alla disciplina urbanistico-edilizia vigente.

Costituisce requisito essenziale, ai fini della formazione del provvedimento silenzioso di accoglimento della domanda di permesso di costruire, la dichiarazione del progettista abilitato che assevera la conformità del progetto alla disciplina urbanistica vigente poiché rappresenta la motivazione interna del provvedimento favorevole al privato e può giustificare, in un’ottica di semplificazione, l’inerzia dell’Amministrazione e il conseguente assenso tacito su un progetto apparentemente conforme alla discip... _OMISSIS_ ...a.

La formazione del silenzio assenso sulle domande di concessione edilizia ha carattere limitato ed è subordinato alla esistenza di uno strumento urbanistico vigente ed adeguato alle prescrizioni ed agli standard introdotti dalla l. n. 765 del 1967, nonché di una programmazione urbanistica di dettaglio, tale da non lasciare all'amministrazione alcuno spazio di discrezionalità, neppure sotto il profilo tecnico.

Al procedimento di rilascio del permesso di costruire è applicabile la disciplina del silenzio – assenso, per cui, una volta inutilmente decorso il termine per la definizione del procedimento, senza che sia stato opposto motivato diniego e salvo eventuali sospensioni, sulla domanda di permesso di costruire deve intendersi formato il... _OMISSIS_ ...tivo tacito.

In caso di un’istanza volta al rilascio di un permesso di costruire incidente su un’area non assoggettata a vincoli, il silenzio formatosi con il decorso del relativo termine attribuito all’amministrazione non può mai qualificarsi come un illegittimo silenzio – rifiuto né un’inerzia qualificabile come silenzio inadempimento, ma sempre come silenzio-assenso.

In caso di formazione tacita, per silenzio-assenso, del titolo edilizio, il Comune può ritirare in autotutela il provvedimento tacito di assenso formatosi, ma non respingere l’istanza: è dunque illegittimo l'eventuale provvedimento di rigetto adottato sul falso presupposto che il provvedimento di assenso non si sia ancora formato.

... _OMISSIS_ ... per silenzio – assenso del titolo edilizio in sanatoria richiede, quale presupposto essenziale, oltre al completo pagamento delle somme dovute a titolo di oblazione e all'assolvimento degli oneri di documentazione, anche il versamento degli oneri di concessione.

In seguito alle modifiche introdotte dal c.d. “decreto del fare" che hanno mutato la disciplina per il rilascio del permesso di costruire di cui all'art. 20 del T.U. edilizia, devono ritenersi superati i dubbi in tema alla possibilità della conclusione per silentium di un procedimento ricadent...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 31674 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo