Presupposti del titolo edilizio: autorizzazione paesaggistica

TITOLO EDILIZIO --> PRESUPPOSTI --> AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

L'illegittimità dell'autorizzazione paesaggistica determina, per invalidità derivata, l'illegittimità del permesso di costruire, essendo l'autorizzazione paesaggistica necessario presupposto del permesso di costruire.

La parte richiedente la sanatoria non può pretendere che il procedimento per il conseguimento del parere paesaggistico ex articolo 146 del decreto legislativo 42 del 2004 venga attivato d’ufficio dall’Ente, costituendo l’autorizzazione paesaggistica un atto presupposto rispetto ai titoli edilizi in sanatoria su aree di interesse paesaggistico, sicché compete ai proprietari degli immobili interessati farne richiesta.

In caso di be... _OMISSIS_ ...incolo, la denuncia di inizio attività in assenza dell’autorizzazione paesaggistica non produce effetti e le opere costruite in relazione ad essa possono ritenersi al pari di opere realizzate in assenza di titolo abilitativo.

In mancanza di autorizzazione paesaggistica, la DIA non produce alcun effetto, ai sensi dell’art. 22 e art. 23 del d.P.R. 380/2001, con conseguente obbligo di ripristino delle opere edilizie di cui all'art. 167 del d.lgs. 42/2004, non surrogabile con la pena pecuniaria.

Un intervento edilizio in una zona vincolata non può ritenersi necessariamente assentito dall’autorità preposta alla tutela del vincolo solo perché lo strumento urbanistico di attuazione è stato approvato anche dalla stessa autorità: ben po... _OMISSIS_ ...rsi, infatti, in concreto, profili di tutela che non sono stati oggetto di esame al momento di approvazione dello strumento attuativo e che quindi devono essere esaminati dall’autorità preposta alla tutela del vincolo quando il progetto edificatorio è stato predisposto e per esso è stato chiesto l’assenso oltre che ai fini urbanistici anche ai fini paesaggistici.

Gli interventi di ristrutturazione edilizia da eseguire in area di notevole interesse pubblico ai sensi dell'art. 136 D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, anche se realizzabili mediante "semplice" denuncia di inizio attività - ai sensi dell'art. 22 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - necessitano del preventivo rilascio dell'autorizzazione paesaggistica della Regione.

Post... _OMISSIS_ ...so di costruire e l'autorizzazione paesaggistica hanno contenuti differenti, seppure ambedue relazionati al territorio, e l'inizio dei lavori in zona paesaggisticamente vincolata richiede il rilascio di ambedue i titoli, ne consegue che il permesso di costruire può essere sì rilasciato anche in mancanza di autorizzazione paesaggistica, ma è inefficace e i lavori non possono essere iniziati, finché non interviene il nulla osta paesaggistico.

L’esigenza del rispetto paesaggistico di un intervento edilizio e la correlata necessità di autorizzazione paesaggistica è esclusa in assenza di una visibilità “qualificata” del manufatto: quello che conta è una globale apprezzabilità dell’intervento realizzato sul paesaggio stesso.

... _OMISSIS_ ...rsquo;autorità preposta alla tutela del vincolo è presupposto legittimante la trasformazione urbanistico-edilizia della zona protetta.

Il nulla osta della soprintendenza alla attività edilizia progettata costituisce un presupposto di legittimità della titolo edilizio.

L’autorizzazione paesaggistica rappresenta un atto autonomo e presupposto rispetto ai titoli legittimanti l’intervento edilizio, ivi compresa la d.i.a./s.c.i.a..

Nel caso in cui venga espresso in sede di approvazione del piano attuativo un giudizio favorevole sulla compatibilità paesaggistica, l’aspettativa che sorge in capo al lottizzante, nel momento in cui il progetto esecutivo verrà sottoposto a valutazione, sarà meritevole di tutela nel li... _OMISSIS_ ...mpedito alla Soprintendenza di procedere poi, nell'esame delle singole autorizzazioni paesistiche, a una revisione radicale del precedente giudizio, la quale potrà considerarsi legittima solo se nel frattempo siano stati introdotti elementi progettuali nuovi o se il maggiore grado di precisione delle progettazioni singole faccia emergere un impatto completamente diverso che non era stato evidenziato nel piano di lottizzazione.

Le opere che realizzano una trasformazione edilizia e urbanistica del territorio in area assoggettata a vincolo paesaggistico, anche comportanti l’incremento dei volumi e delle superfici esistenti, richiedono la previa acquisizione del permesso di costruire e, comunque, dell’autorizzazione paesaggistica.

Il ric... _OMISSIS_ ...tti edilizi dell’opera non rappresenta alcuna indebita incursione della Soprintendenza nella sfera urbanistico-edilizia ma costituisce la necessaria premessa per un’esaustiva analisi "di contesto": è evidente, infatti, che una corretta valutazione circa l’incidenza sul paesaggio di una qualsiasi opera, soprattutto di vaste dimensioni, non può che partire dagli elementi edilizi ed urbanistici della stessa.

È escluso che l'abbassamento del livello di una strada abbia caratteristiche di attività di straordinaria manutenzione, trattandosi di trasformazione urbanistica. Nel caso di interventi del genere realizzati in zona sottoposta a vincolo si è ulteriormente stabilita la necessità di autorizzazione dell'ente preposto alla tutela del v... _OMISSIS_ ...in tal caso sono necessari sia il permesso di costruire che l'autorizzazione paesaggistica.

Il parere della commissione di salvaguardia riguarda i profili di compatibilità paesaggistica dell’intervento per cui non può condizionare il rilascio del titolo edilizio da parte del comune, trattandosi di valutazioni che attengono a profili e interessi diversi.

In presenza di un immobile o di un’area di interesse paesaggistico l’intervento è comunque subordinato all'autorizzazione dell’autorità preposta alla tutela del vincolo con il parere vincolante della competente Soprintendenza.

L’autorizzazione paesaggistica non vincola l’operato del Comune, titolare del dovere di negare il rilascio del titolo edi... _OMISSIS_ ...lla normativa applicabile, tenuto conto della tipologia dell’intervento richiesto e della indefettibile applicabilità della disciplina edilizia.

L’autorizzazione paesistica costituisce un atto autonomo e presupposto del permesso di costruire.

Il procedimento descritto dall’art. 146 d.lg. 42/2004 per la verifica della compatibilità dell’intervento edilizio con i vincoli paesaggistici costituisce procedimento incidentale, ma autonomo, rispetto a quello di rilascio del permesso per costruire.

L’autorizzazione paesaggistica è atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire: in assenza del nulla osta di compatibilità paesaggistica, giammai può essere rilasciata il titolo edilizio.

... _OMISSIS_ ...nione del responsabile del procedimento non può equivalere ad un nulla-osta paesaggistico e comunque non ha alcuna rilevanza esterna in tale materia.

Il procedimento per il rilascio del permesso di costruire e quello per il nulla osta di compatibilità paesaggistica dell'intervento, ancorché connessi, sono procedimenti ontologicamente e logicamente distinti, perché hanno per oggetto la tutela di beni diversi, sulla bas...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14933 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo