Titolo edilizio per l'eliminazione delle barriere architettoniche

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> BARRIERE ARCHITETTONICHE, ELIMINAZIONE

Dall'art. 6, comma 1, lettera b) del testo unico n. 380 del 2001 si desume che anche gli interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, che di per sé possono essere liberamente effettuate, richiedono il titolo edilizio, quando modifichino la sagoma dell'edificio.

La realizzazione di una piattaforma elevatrice munita di autonomo vano di scorrimento, che fuoriesce dalla sagoma dell’edificio asservito costituisce un’opera dotata di autonomia funzionale, appare integrare una ristrutturazione edilizia necessitante di permesso di costruire.

La normativa di favore dettata in materia di eliminazione dell... _OMISSIS_ ...itettoniche dagli edifici pubblici e privati non comporta una modificazione della tipologia degli interventi edilizi funzionali alla eliminazione delle barriere architettoniche e dei corrispondenti titoli edilizi necessari per la loro realizzazione.

Ai fini del rispetto della normativa in tema di eliminazione delle barriere architettoniche, non è sufficiente il riferimento a pareri e sopralluoghi compiuti dalla A.S.L., in quanto detto ente non è titolare di competenza alcuna in materia di barriere architettoniche: spetta al comune il dovere di procedere ad una concreta, sostanziale e dettagliata verifica, della quale dare atto nel provvedimento concessorio, tendente a certificare l’effettivo rispetto delle disposizioni normative di riferimento.

... _OMISSIS_ ... medici di medicina generale, poiché destinati allo svolgimento di un servizio pubblico vanno considerati, per ciò stesso, locali «aperti al pubblico», ossia locali presso i quali la generalità degli utenti del servizio pubblico può accedere senza formalità e senza bisogno di particolari permessi negli orari stabiliti e sottoposti all’obbligo di eliminazione delle barriere architettoniche.

La sola presenza di opere destinate ad assicurare la conformità alla normativa in tema di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche non può legittimare il manufatto da un punto di vista urbanistico edilizio.