Natura della d.i.a./s.c.i.a.

TITOLO EDILIZIO --> TIPOLOGIA DI TITOLI --> DIA/SCIA --> NATURA

Il meccanismo attraverso il quale si perfeziona la D.I.A. è quello del silenzio assenso di cui all’art. 20 della L. n. 241/1990, in virtù del quale, decorso il termine previsto dalla legge, il silenzio dell'Amministrazione competente equivale a provvedimento di accoglimento della domanda, senza necessità di ulteriori istanze o diffide: pertanto, in linea di principio, la D.I.A. si perfeziona decorsi trenta giorni dal deposito senza che l'Amministrazione abbia esercitato i propri poteri inibitori.

La DIA presentata dal privato che intende svolgere l’attività oggetto della denuncia instaura un procedimento a formazione progressiva che, all’esito del mancato ... _OMISSIS_ ...ermini di legge del potere di inibitoria ha la stessa valenza di un rituale titolo abilitativo all’esercizio dell’attività denunciata, da intendersi in tutto consolidato salvo l’esercizio del (diverso) potere di annullamento, nella ricorrenza dei presupposti di legge che lo consentano.

L'art. 19 legge 241/1990 rinviene il fondamento giuridico diretto dell'attività privata nella legge e non in un apposito titolo costitutivo, sia esso rappresentato dall'intervento dell'amministrazione o dalla denuncia stessa come atto di auto-amministrazione integrante esercizio privato di pubbliche funzioni (cd. “d.i.a. vestita in forma amministrativa”).

È nota, a proposito della natura della d.i.a., l’esistenza di due differen... _OMISSIS_ ... giurisprudenziali, l’una delle quali individua nella fattispecie la sussistenza di un provvedimento autorizzatorio implicito derivante da una valutazione legale tipizzata, l'altra, invece, afferma essere la d.i.a. un atto di natura privata, inserito in un nuovo schema ispirato alla liberalizzazione delle attività economiche private, con la conseguenza che, per l'esercizio delle stesse, viene a non essere più necessaria l'emanazione di un titolo provvedimentale di legittimazione.

La giurisprudenza amministrativa rimane divisa sulla natura giuridica della d.i.a., poiché secondo un orientamento giurisprudenziale essa non ha natura di provvedimento amministrativo nemmeno tacito e/o silenzioso, ma è un atto soggettivamente ed oggettivamente privato, secondo ... _OMISSIS_ ...amento essa concreterebbe un atto abilitativo tacito.

Va rimessa all'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato la questione circa la natura giuridica della d.i.a. e i mezzi di tutela del terzo.

La DIA prevista dal testo unico edilizia rappresenti autocertificazione della sussistenza delle condizioni stabilite dalla legge per la realizzazione dell’intervento: in merito ad essa la PA svolge una eventuale attività di controllo, nel termine di trenta giorni dalla presentazione della DIA stessa, che è prodromica e funzionale al formarsi, a seguito del mero decorso del tempo, del titolo legittimante l’inizio dei lavori.

TITOLO EDILIZIO --> TIPOLOGIA DI TITOLI --> DIA/SCIA --> NATURA --> ATTO PRIVATO

... _OMISSIS_ ...gnalazione di inizio attività è un atto soggettivamente ed oggettivamente privato, uno strumento di massima semplificazione quale manifestazione di autonomia privata con cui l'interessato certifica la sussistenza dei presupposti in fatto ed in diritto allegati a presupposto del legittimo esercizio dell'attività segnalata alla P.A. L'attività dichiarata può allora essere intrapresa senza il bisogno di un consenso dell'Amministrazione, surrogato dall'assunzione di un'auto-responsabilità del privato nel comunicare l'intenzione di intraprendere un'attività direttamente ammessa dalla legge.

La denuncia di inizio attività non è un provvedimento amministrativo a formazione tacita e non dà luogo ad un titolo costitutivo, ma costituisce un atto privato volto a comunica... _OMISSIS_ ... di intraprendere un'attività direttamente ammessa dalla legge. Pertanto l'omesso esercizio da parte dell'amministrazione del potere inibitorio, entro il termine perentorio, dà luogo ad un provvedimento tacito di diniego di adozione del provvedimento inibitorio.

La denuncia di inizio attività non è un provvedimento amministrativo tacito bensì un atto privato di avvio di un'attività che trova la sua legittimità direttamente nella legge.

La denuncia d’inizio attività non è stata disciplinata dal legislatore come un provvedimento a formazione tacita, ma come un atto privato volto a comunicare l’intenzione di intraprendere un’attività direttamente ammessa dalla legge.

La circostanza che la denuncia di inizio d... _OMISSIS_ ...a natura di atto privato non si contrappone in alcun modo alla considerazione che gli effetti che la legge direttamente riconnette alla dichiarazione del privato siano destinati a prodursi solo dopo il decorso del termine stabilito dalla legge.

La d.i.a. non è un provvedimento amministrativo, ma un atto del privato, cui la legge collega precisi effetti giuridici, e rispetto al quale non è neppure astrattamente prevista l’espressione di atti di assenso da parte della P.A.. Quest’ultima è bensì tenuta a compiere, entro il termine previsto, le necessarie verifiche, ma l’unico esito a rilevanza esterna di tale attività previsto dalla legge è costituito dall’eventuale esercizio dei poteri inibitori, laddove sia riscontrata la carenza ... _OMISSIS_ ... normativamente previsti.

La legge non solo non prescrive, ma neppure prevede l’eventualità dell’adozione di atti a rilevanza esterna volti ad attestare la regolarità della d.i.a., non facendo menzione neppure dell’eventualità di una comunicazione della riscontrata assenza di circostanze ostative in esito ai controlli effettuati.

La previsione per cui la segnalazione certificata di inizio attività, la denuncia e la dichiarazione di inizio attività non costituiscono provvedimenti taciti direttamente impugnabili ha portata innovativa, e non già interpretativa, ed è rivolta al futuro non potendo quindi incidere sulle controversie pendenti al momento della sua entrata in vigore.

Considerata la natura giuridica della ... _OMISSIS_ ... istanza di parte per l’avvio di un procedimento amministrativo bensì è dichiarazione di volontà privata di intraprendere una determinata attività ammessa direttamente dalla legge si esclude che l’autorità procedente debba notificare al segnalante il preavviso di rigetto ai sensi dell’art. 10 bis L. n. 241/1990.

La denuncia di inizio attività, in quanto mero atto del privato, non costituisce titolo amministrativo.

L’attività edilizia, realizzabile a seguito di d.i.a., è attività completamente liberalizzata cui si correla un potere di controllo della P.A., la quale può intervenire per inibirla o rimuoverne gli effetti qualora accerti il suo contrasto con la disciplina urbanistico - edilizia vigente.

L... _OMISSIS_ ...nizio di attività non dà luogo stricto sensu ad un provvedimento amministrativo implicito, restando tuttora confinata nell’alveo degli atti privati, non trasformandosi in un atto amministrativo, tant’è che il terzo che si assuma leso dal mancato esercizio del potere inibitorio del Comune può non già impugnare la d.i.a. come autonomo titolo edilizio, ma promuovere, a...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 24670 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo