Reato di mutazione di stato dei luoghi in area demaniale fluviale: art. 632 c.p.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 632 C.P.

L'ipotesi di immutazione di stato dei luoghi in area demaniale fluviale è punita dall'art. 632 c.p., non dall'art. 17 R.D. 1775/1933 che regola invece la mera deviazione di acque senza concessione.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 632 C.P. --> BENE GIURIDICO

L'oggetto della tutela dell'art. 632 c.p. va individuato nell'interesse pubblico che concerne l'inviolabilità del patrimonio immobiliare, sia per quanto riguarda la protezione dei diritti spettanti ai privati ed enti pubblici sull'acqua, considerata nella sua massa indeterminata, sia per quanto si riferisce ai fondi rustici ed urbani contro quelle modificazi... _OMISSIS_ ...he pregiudicano i diritti altrui rendendo incerta la situazione giuridica dell'immobile.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 632 C.P. --> ELEMENTO OGGETTIVO

Per la configurabilità del reato di cui all'art. 632 c.p. non si richiede un radicale mutamento della fisionomia del luogo, ma un'alterazione del loro stato tale che essi vengano ad assumere forme e condizioni diverse da quelle originarie ed idonee a determinare conseguenze dannose sull'integrità dell'immobile e sull'accertamento dei relativi diritti.

Nell'ipotesi in cui il reato di deviazione di acque e modificazione dello stato dei luoghi di cui all'art. 632 c.p., si attui attraverso il danneggiamento della cosa altrui, deve escludersi i... _OMISSIS_ ...ale con il reato di danneggiamento (art. 635 c.p.), che resta assorbito nella condotta di immutazione dello stato dei luoghi.

L'art. 632 c.p. prevede due distinte ipotesi di reato contro la proprietà: la prima consiste nella deviazione di acque pubbliche o private, la seconda nell'immutazione dello stato dei luoghi dell'altrui proprietà.

Nella formula amplissima dell'art. 632 c.p. rientra qualsiasi manomissione dell'immobile che possa influire dannosamente sui diritti che spettano a chi di ragione.

Integra il reato di cui all'art. 632 c.p. la condotta di colui che, deviando acque e collocando sine titulo scogliere frangiflutti sul demanio marittimo, determina una grave turbativa al naturale deflusso delle correnti marine su un tra... _OMISSIS_ ... di mare, provocando un fenomeno di ripascimento di un tratto del litorale e di erosione in altro tratto, riducendo così la striscia naturale di sabbia esistente con danno per il demanio marittimo, per l'ambiente e per i titolari delle concessioni.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 632 C.P. --> NATURA

Il delitto di cui all'art. 632 c.p. è, di regola, reato istantaneo perché si consuma nel momento stesso in cui si attua la modificazione dello stato dei luoghi; tuttavia, può assumere carattere permanente qualora necessiti, perché perdurino gli effetti della modifica, una ininterrotta attività dell'agente.

Il reato di cui all'art. 632 c.p. ha di regola natura istantanea e si consuma nel ... _OMISSIS_ ...uogo in cui si attua la modificazione dello stato dei luoghi e la deviazione dell'acqua, indipendentemente dal conseguimento del voluto profitto. Nondimeno, tale fattispecie può assumere carattere permanente qualora necessiti, perché perdurino gli effetti della modifica, un'ininterrotta condotta attiva dell'agente finalizzata al mantenimento della situazione realizzata.