Parametro dell'indennità di occupazione in caso di esproprio di aree non edificabili

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE NON EDIFICABILI

L'art. 20 della L. n. 865 del 1971 non dispone affatto che l'indennità dovuta per l'occupazione di un suolo non edificatorio debba essere determinata in misura corrispondente agli interessi legali annui sul valore venale del bene e men che mai sull'indennizzo e/o risarcimento del danno calcolato per l'occupazione espropriativa; ma stabilisce anzitutto che la stessa debba essere comunque parametrata all'indennità per l'espropriazione (anche virtuale) del medesimo terreno, per poi calcolare quella di occupazione nella misura stabilita dall'art. 20 di detta legge, non derogabile né dal c.t.u., né dal giudice di merito.

In ipotesi di area agricola per la liquidazione dell'indennit... _OMISSIS_ ...e, deve trovare applicazione la L. n. 865 del 1971, art. 20, comma 3 e succ. mod. per cui l'indennità è pari, per ciascun anno di occupazione, ad un dodicesimo dell'indennità che sarebbe dovuta per l'espropriazione dell'area da occupare, calcolata a norma dell'art. 16 ovvero, per ciascun mese o frazione di mese di occupazione, ad un dodicesimo della indennità annua.

Una volta ritenuta fondata la domanda di determinazione dell'indennità di occupazione legittima da riferire al fondo d'incontroversa natura agricola, ineccepibilmente deve ritenersi di dovere liquidare tale indennità in base ai parametri legali propri dei terreni di siffatta natura, avulsi dal riferimento al valore di mercato.

L'indennità di occupazione relativa ad aree inedificabili... _OMISSIS_ ...er ogni anno di occupazione in misura pari a 1/12 dell'indennità di esproprio; sulle somme dovute a titolo indennità di occupazione vanno altresì corrisposti gli interessi legali, con decorrenza dalla scadenza di ciascuna annualità sino al momento del deposito presso la Cassa DDPP.

In ipotesi di terreni non edificabili corrottamente l'indennità di occupazione è calcolata utilizzando quale parametro di riferimento per la relativa determinazione quello del valore agricolo medio dei suoli nel periodo in cui si è compiuta l'occupazione legittima.

L'indennità di occupazione, protrattasi dalla data di immissione in possesso alla data del decreto di esproprio, ai sensi dell'art. 20 L. 865/71 che, dopo Corte cost. 30 gennaio 1980 n. 5, rimane app... _OMISSIS_ ...ree agricole, deve essere commisurata per ciascun anno di occupazione ad un dodicesimo dell'indennità di espropriazione, ovvero per ciascun mese o frazione di mese di occupazione ad un dodicesimo dell'indennità annua.

La circostanza che in concreto non sia dovuta l'indennità di espropriazione, bensì il risarcimento del danno, non ha alcuna incidenza sull'indennità di occupazione legittima dovuta per l'occupazione di terreno agricolo, da liquidarsi a norma della L. n. 865 del 1971, art. 20, comma 3.

Per il periodo di occupazione legittima di area inedificabile è dovuta un'indennità pari ad un dodicesimo dell'indennità virtuale di esproprio calcolata secondo il valore agricolo medio del terreno nel precedente anno solare, tenuto conto del t... _OMISSIS_ ...effettivamente praticato.

La liquidazione dell'indennità di occupazione riferita a terreni agricoli non è stata toccata dall'intervento della Corte Costituzionale n. 348/2007, dichiarativo dell'illegittimità costituzionale del 1 e 2 comma dell'art. 5/bis della legge n. 359/92, relativamente ai terreni edificabili.

L'indennità di occupazione legittima va commisurata non al valore venale del suolo, bensì all'indennità di espropriazione; qualora questa sia determinata in applicazione del criterio fissato per i suoli agricoli dall'art. 16 della legge n. 865/71, anche l'indennità di occupazione va determinata in base al criterio fissato da tale legge e cioè in misura di un dodicesimo dell'indennità di espropriazione per ogni anno di occupazion... _OMISSIS_ ... La dichiarazione d'illegittimità costituzionale di cui alla sentenza n. 5 del 1980 della Corte costituzionale ha riguardato unicamente i terreni edificabili, cosicché la disposizione dell'art. 20, comma 3, ha continuato ad applicarsi ai suoli agricoli, prescindendo dalle modalità con le quali la vicenda espropriativa era destinata a concludersi ed anche a prescindere dalla sua conclusione.

Il criterio del dodicesimo dell’importo dell'indennità che sarebbe dovuta per l'espropriazione prescritto dalla L. n. 865 del 1971, art. 20, comma 3, come modificato dalla L. n. 10 del 1977, art. 14 per le aree agricole, non ammette deroghe.

L’indennità di espropriazione "virtuale", in una percentuale della quale deve liquidarsi quella ... _OMISSIS_ ... in ipotesi di area agricola, correttamente è quella di cui alla L. n. 865 del 1971, art. 20, non avendo rilievo né l’illegittimità costituzionale di tale norma di cui alla sentenza n. 5 del 20 gennaio 1980 del giudice della legge, relativa solo alle aree edificabili e non a quelle agricole né le maggiorazioni connesse alla cessione e all'indennità aggiuntiva spettante al coltivatore diretto.

In ipotesi in cui il terreno abbia destinazione agricola, l'indennità di occupazione legittima va determinata ai sensi della L. n. 865 del 1971, art. 20, comma 3, come modificato dalla L. n. 10 del 1977, art. 14, che ne dispone la stima "in una somma pari, per ciascun anno di occupazione ad un dodicesimo dell'indennità che sarebbe dovuta per l'espropriazione de... _OMISSIS_ ...pare, calcolata a norma dell'art. 16 ovvero per ciascun mese o frazione di mese di occupazione, ad un dodicesimo dell'indennità annua".

In ipotesi in cui i fondi occupati abbiano destinazione non edificatoria, ai fini della liquidazione dell’indennità di occupazione deve trovare applicazione l’art. 20 della L. n. 865/71.

Una volta esclusa la natura edificabile delle aree, il calcolo dell'indennità di occupazione deve essere effettuato in base alla L. n. 865 del 1971, art. 20.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE NON EDIFICABILI --> DOPO LA SENTENZA 181/2011

In ipotesi di area non edificabile l'indennità di occupazione legittima,... _OMISSIS_ ...cifico criterio (1/12) di relativa quantificazione contemplato dalla L. n. 865 del 1971 per i terreni agricoli, non attinto da pronunce d'incostituzionalità e ribadito dal TU n. 327 del 2001, deve essere commisurata all'indennità di esproprio determinata a valore pieno di mercato del terreno, stante la sopravvenuta declaratoria d'incostituzionalità di cui alla sentenza n. 181 del 2011, resa dalla Corte Costituzionale.

Ai fini della determinazione della giusta indennità (non essendo per altro il giudice vincolato dagli importi richiesti dalla parte, che hanno valore meramente indicativo) - deve tenersi conto del quadro normativo conseguente alla nota decisione della Corte costituzionale n. 181 del 2011, che ha dichiarato l'illegittimità per contrasto con l'art.... _OMISSIS_ ...a 3 e art. 117 Cost. del criterio di stima fondato sul c.d. valore agricolo medio. Anche la determinazione dell'indennità di occupazione dovrà essere effettuata sulla base dei criteri ora in vigore.

Poiché per i terreni non edificabili il criterio del VAM (valore agricolo medio), previsto dalla L. n. 865 del 1971, art. 16 e L. n. 359 del 1992, art. 5-bis, ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 20049 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo