Indennità di espropriazione e ICI

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - IMPOSTE - VERIFICA ICI Il soggetto detentore del fondo in forza di un titolo negoziale, e non già titolare del diritto reale di usufrutto, uso o superficie, non è legittimato passivo Ici ai sensi del D.Lgs. n. 504 del 1993, art. 3., in quanto il presupposto per la debenza dell'Ici è costituito dal possesso (del fabbricato), a norma del D.Lgs. n. 504 del 1993, art. 1, comma 2, inteso come potere sulla cosa che si manifesta in un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale (art. 1140 c.c., comma 1), irrilevante essendo la mera detenzione.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - IMPOSTE - VERIFICA ICI - DOPO LA SENTENZA 348/2007 Con la sentenza della Corte costituzionale n. 3... _OMISSIS_ ... è affermato che l'omessa dichiarazione ai fini dell'ICI, o la denuncia per valori assolutamente irrisori, non deve riverberarsi sull'indennità di esproprio che a tale denuncia è rapportata, in quanto si sancirebbe, altrimenti, la totale elisione di qualsiasi ragionevole rapporto tra il valore venale del suolo espropriato e l'ammontare della indennità, così pregiudicando il diritto ad un serio ristoro.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - IMPOSTE - VERIFICA ICI - EVASIONE TOTALE L'art. 16 del D.lgs. 30.12.1992 n. 504 non introduce un autonomo criterio di determinazione dell'indennità, ma tende, per motivi di politica fiscale, ad introdurre un correttivo destinato ad operare nella sola ipotesi in cui il valore dichiarato ai fini ICI risulti infe... _OMISSIS_ ...nità altrimenti dovuta per l'espropriazione; da ciò, si deduce, sfugge alla previsione normativa l'ipotesi in cui la dichiarazione sia stata del tutto omessa.

La mancata presentazione della dichiarazione ICI non può rilevare ai fini della rideterminazione, per così dire riveduta e corretta al ribasso, dell'indennità di esproprio. L'art. 16 D.Lgs. n. 504 del 1992, ora trasfuso nell'art. 37 D.P.R. n. 327 del 2001 aveva, infatti, il fine di introdurre elementi dissuasivi non già alla totale evasione, bensì alla sola elusione fiscale di chi dichiari valori inferiori al valore venale.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - IMPOSTE - VERIFICA ICI - LEGITTIMITÀ La recente declaratoria d'illegittimità costituzionale dell'art. 16 comma 1... _OMISSIS_ ...992 n. 504 e dell'art. 37, comma 7 D.P.R. n. 327/2001 di cui alla sentenza della Corte Costituzionale n. 338 del 12.12.2011, ha tolto ogni rilevanza alla questioni concernenti il raffronto tra indennità di espropriazione e valore denunciato ai fini ICI.

Dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione della Corte Cost. n. 337/2011, non è più possibile applicare la sanzione introdotta dall'art. 16 del D.Lgs. n. 504/1992, a meno dell'ipotesi che la statuizione su di essa non sia ormai divenuta definitiva.

La Corte Cost., con sentenza n.338 del 2011, ha dichiarato l'incostituzionalità del D.Lgs. n. 504 del 1992, art. 16, comma 1, norma che pertanto è stata espunta dall'ordinamento.

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 3... _OMISSIS_ ... norma di cui al D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, art. 16, comma 1 e del D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327, art. 37, comma 7 non può più trovare applicazione.

Il D.Lgs. n. 504 del 1992, art. 16, comma 1, che prevede la decurtazione dell'indennità di esproprio in relazione alla dichiarazione di valore del suolo ai fini ICI, è stato dichiarato incostituzionale con sentenza 22 dicembre 2011, n. 338, onde non può comunque trovare applicazione. E' dunque sicuramente erronea la decisione di negare, in base a tale norma, il diritto all'indennità.

Con la sentenza n. 331 del 2011 della Corte Cost, la norma di cui al D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, art. 16, comma 1, è stata ritenuta non compatibile con il nucleo minimo di tutela del diritto di proprietà, garantito da... _OMISSIS_ ...., comma 3, e dall'art. 1 del primo protocollo addizionale della CEDU, in virtù del quale l'indennità di espropriazione non può ignorare ogni dato valutativo inerente ai requisiti specifici del bene, nè può eludere un ragionevole legame con il valore di mercato.

La sentenza della Corte Cost. n. 338 del 2011 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del D.Lgs. 504 del 1992, art. 16, comma 1, in quanto ritenuto incompatibile con il nucleo minimo di tutela del diritto di proprietà, garantito dall'art. 42 Cost., comma 3, e dall'art. 1 del primo protocollo addizionale della CEDU, e ciò non soltanto nell'ipotesi di omessa dichiarazione/denuncia ICI, ma anche nel caso di dichiarazione/denuncia di valori irrisori, o di valori che potrebbero condurre comunque ad elidere... _OMISSIS_ ...vincolo di ragionevolezza e proporzionalità fra il comportamento tributario illecito e la sanzione.

Dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione n. 338/2011, non è più possibile applicare il meccanismo sanzionatorio introdotto dal D.Lgs. n. 504, art. 16 qualora il rapporto non si sia esaurito in modo definitivo, nè per avvenuta formazione del giudicato o per essersi verificato altro evento cui l'ordinamento collega il consolidamento del rapporto medesimo, nè per essersi verificate preclusioni processuali, o decadenze e prescrizioni non direttamente investite, nei loro presupposti normativi, dalla pronuncia d'incostituzionalità.

La norma di cui al D.Lgs. n. 504 del 1992, art. 16 è stata dichiarata illegittima costituzionalmente (sentenza 22 d... _OMISSIS_ .... 338), per cui il criterio di determinazione dell'indennità di esproprio in essa previsto deve ritenersi non più esistente nell'ordinamento e la sopravvenuta mancanza di esso esclude ogni rilievo della dedotta omessa pronuncia.

Dal giorno successive alla pubblicazione della sentenza 338/2011 non è più possibile applicare il meccanismo sanzionatorio introdotto dal D.Lgs. n. 504, art. 16, qualora non si sia il rapporto esaurito in modo definitivo, nè per avvenuta formazione del giudicato o per essersi verificato altro evento cui l'ordinamento collega il consolidamento del rapporto medesimo, nè per essersi verificate preclusioni processuali, o decadenze e prescrizioni non direttamente investite, nei loro presupposti normativi, dalla pronuncia d'incostituzionalità.
... _OMISSIS_ ...ffetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 338/11 che ha dichiarato costituzionalmente illegittimi l'art. 16, comma 1, D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504 e l'art. 37, comma 7, D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327, va disattesa l'eccezione diretta ad ottenere una riduzione dell'indennità connessa alla dichiarazione ICI.

La Corte costituzionale, con sentenza n. 338 del 2011, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del D.Lgs. n. 504 del 1992, art. 16, comma 1, rilevando che la disciplina dettata da tale disposizione risultava inidonea a realizzare un giusto equilibrio tra l'interesse generale della comunità e la salvaguardia dei diritti fondamentali dell'individuo, e quindi incompatibile con il nucleo minimo di tutela del diritto di proprietà assicurato dall'art. ... _OMISSIS_ ... 3, e dall'art. 117 Cost., comma 1, in relazione all'art. 1 del primo protocollo addizionale alla Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà Fondame...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 29703 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2910 pagine in formato A4

40,00 €