Opere pubbliche: indennità per danno permanente a beni non direttamente espropriati

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> DANNO DALL'OPERA --> ART. 46 L. 2359/1865 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE

Nel caso di danno permanente, l'indennizzo non mira a compensare integralmente l'obiettiva diminuzione del valore di uso o di scambio della proprietà per l'avvenuta costruzione nelle vicinanze di un'opera pubblica, ma si fonda su un principio di giustizia distributiva, sicché non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio del singolo senza che questi venga indennizzato.

Ai fini della liquidazione dell'indennità dovuta dalla p.A., ai sensi della L. n. 2359 del 1865, art. 46 (oggi TU n. 327 del 2001, art. 44), per i danni cagionati dall'esecuzione di un'opera pubblica a soggetti che siano... _OMISSIS_ ...ei al procedimento espropriativo, l'ordinamento prevede la corresponsione di un'indennità per atto legittimo, che si fonda sul principio di giustizia distributiva, per cui non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio del singolo senza che quest'ultimo ne sia indennizzato.

L'art. 46 L. n. 2359/1865 (applicabile ratione temporis), disciplina come seconda ipotesi il danno permanente derivante dalla menomazione, diminuzione o perdita di una o più facoltà inerenti al diritto dominicale in conseguenza dell'esecuzione dell'opera pubblica, subito da soggetti che siano rimasti estranei al procedimento espropriativo; in detta ipotesi l'indennizzo non mira a compensare il fatto obbiettivo della diminuzione del valore di uso o di scambio delle... _OMISSIS_ ...l'avvenuta costruzione di un'opera pubblica nelle immediate vicinanze, ma si fonda sul principio di giustizia distributiva, per cui non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio del singolo senza che quest'ultimo ne sia indennizzato.

Ai fini della liquidazione dell'indennità dovuta dalla p.a. ai sensi della L. 25 giugno 1865, n. 2359, art. 46 per i danni cagionati dall'esecuzione di un'opera pubblica a soggetti che siano rimasti estranei al procedimento espropriativo, l'ordinamento prevede la corresponsione di un'indennità per atto legittimo, che si fonda sul principio di giustizia distributiva, per cui non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio del singolo senza che quest'ultimo ne sia indennizzato.
... _OMISSIS_ ...n ipotesi di danno permanente derivante dalla menomazione, diminuzione o perdita di una o più facoltà inerenti al diritto dominicale in conseguenza dell'esecuzione dell'opera pubblica, l'indennizzo ex art. 46 L. n. 2359/1865 non mira a compensare il fatto obbiettivo della diminuzione del valore di uso o di scambio delle proprietà per l'avvenuta costruzione di un'opera pubblica nelle immediate vicinanze, ma si fonda sul principio di giustizia distributiva, per cui non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio del singolo senza che quest'ultimo ne sia indennizzato.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> DANNO DALL'OPERA --> ART. 46 L. 2359/1865 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA

Le li... _OMISSIS_ ...e da tutti i proprietari dei fondi contigui all'opera pubblica realizzata, come nel caso del deprezzamento provocato dalle immissioni di rumore, dalla situazione di pericolo per possibili cadute di materiali, o dall'assoggettamento delle eventuali nuove costruzioni alle distanze legali previste per i manufatti a confine con tracciati stradali, sono certamente indennizzabili a norma della L. n. 2359 del 1865, art. 46, ma non sono riconducibili all'indennità di espropriazione, in quanto esse interessano anche i proprietari che non siano stati destinatari di alcun provvedimento ablativo.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> DANNO DALL'OPERA --> ART. 46 L. 2359/1865 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA --> DEPREZZAMENTO DA FA... _OMISSIS_ ...O

I vincoli imposti sulle aree in fasce di rispetto della sede stradale o autostradale non arrecano alcun deprezzamento del quale debba tenersi conto in sede di determinazione del valore dell'immobile a fini espropriativi, facendo difetto il nesso di causalità diretto sia con l'ablazione, sia con l'esercizio del pubblico servizio cui l'opera è destinata.

La categoria dei vincoli cimiteriali è collegata sotto il profilo soggettivo, al loro carattere generale, concernente tutti i cittadini, in quanto proprietari di determinati beni che si trovino in una determinata situazione e non per le loro qualità e condizioni e, dal punto di vista oggettivo, al fatto di gravare su immobili individuati "a priori" per categoria derivante dalla loro po... _OMISSIS_ ...izzazione rispetto ad un'opera pubblica, per cui, ancorché resi concretamente applicabili in conseguenza della destinazione di interesse pubblico data alla parte sottratta al privato, non gli arrecano in via specifica alcun deprezzamento del quale debba tenersi conto in sede di determinazione del valore dell'immobile.

Qualora la costruzione dell'opera stradale abbia determinato un vincolo di rispetto stradale con conseguente riduzione dell'edificabilità del fondo, ne consegue un decremento del valore d'uso e di scambio del bene di proprietà del terzo non espropriato che, non essendo in concreto dedotto né provato un fatto doloso o colposo della PA, va indennizzato a titolo di responsabilità per fatto lecito ai sensi dell'art. 46 legge 2359/1865 (c.d. espropria... _OMISSIS_ ...

La realizzazione di una strada non comporta la costituzione di una servitù di non edificazione, bensì l’operare di un vincolo conformativo della proprietà (derivante dall'individuazione di una fascia di rispetto stradale), come tale non indennizzabile ai sensi dell’art. 46 L. n. 2359/1865.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> DANNO DALL'OPERA --> ART. 46 L. 2359/1865 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA --> IMMISSIONI NOCIVE

L'indennizzabilità del pregiudizio da immissioni, appare ineccepibilmente esclusa dal rilievo dell'insussistenza del nesso di causalità obiettiva con la realizzata opera pubblica (discarica), data la preesistenza di esso all'esproprio, in quanto già pr... _OMISSIS_ ...stinazione (a discarica) convenzionalmente assentita dalla stessa espropriata all'Amministrazione poi espropriante in funzione del medesimo fine.

In ipotesi di espropriazione di corte di pertinenza di abitazione, è condivisibile la determinazione del valore di mercato del complesso immobiliare che tenga conto dell'assenza di prove circa l'esposizione a fattori inquinanti legati alla vicinanza dell'opera pubblica (autostrada).

Un diritto all'indennizzo non sorge se le immissioni sono tollerabili (al pari di quanto avviene nei rapporti tra privati). Condivisibile pertanto è il riferimento, da intendersi in via analogica, all'art. 844 c.c.

L'indennizzo di cui alla L. n. 2359 del 1865, art. 46 per la riduzione di valore dell'immobile,... _OMISSIS_ ...era pubblica abbia realizzato un'apprezzabile compressione o riduzione del diritto di proprietà inciso; ciò può verificarsi (ed è quindi dovuto l'indennizzo), nel caso di riduzione della capacità abitativa, o nel pregiudizio subito dall'immobile per effetto di immissioni di rumori, vibrazioni, gas di scarico e simili, quando (e solo se) le stesse per la loro continuità ed intensità superino i limiti della normale tollerabilità, da apprezzarsi con...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 27012 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo