Emissione tardiva del decreto di espropriazione e legittimità dell'occupazione

PATOLOGIA --> RISARCIMENTO DEL DANNO --> OCCUPAZIONE LEGITTIMA IN OCCUPAZIONE USURPATIVA

L'annullamento dell'ordinanza di occupazione d’urgenza, facendo venir meno retroattivamente il titolo che giustificava l’occupazione del bene, travolge la distinzione tra la situazione anteriore e quella successiva alla scadenza del termine previsto nell’ordinanza medesima, configurandosi l’occupazione per entrambi tali periodi come "usurpativa". Giustificata pertanto è la domanda risarcitoria e non quella indennitaria.

PATOLOGIA --> RISARCIMENTO DEL DANNO --> OCCUPAZIONE LEGITTIMA PRECEDENTE ALL'ILLEGITTIMA

Correttamente per la porzione di terreno oggetto del decreto di occupazione è riconosciuto ... _OMISSIS_ ...nza del termine d'efficacia dell'occupazione la spettanza dell'indennità di occupazione, e quindi il risarcimento per il periodo successivo e sino alla data di effettivo pagamento.

La tardiva emissione del decreto di espropriazione non incide sulla legittimità dell'occupazione preespropriativa, disposta ed intervenuta in costanza di una valida dichiarazione di pubblica utilità, con la conseguenza che in detta ipotesi non viene meno il diritto del proprietario del bene occupato ed eventualmente anche irreversibilmente trasformato all'indennità di occupazione legittima e, dunque, la possibilità di agire per la relativa determinazione.

Nell’ipotesi di restituzione del bene previa riduzione in pristino stato, dovrà anche essere corrispost... _OMISSIS_ ...per il periodo di occupazione legittima. Per tale periodo, ai sensi dell’art. 50, primo comma, d.lgs. n. 327/2001 è dovuta un’indennità per ogni anno pari ad un dodicesimo di quanto sarebbe stato dovuto nel caso di legittimo e tempestivo esproprio dell’area e, per ogni mese o frazione di mese, un’indennità pari ad un dodicesimo di quella annua.

Nessun risarcimento è dovuto per il periodo di occupazione legittima del suolo, in quanto, sebbene il procedimento espropriativo non sia stato definito nel termine previsto, la fase relativa all'occupazione risulta legittima ed efficace sino alla scadenza del termine previsto nei singoli decreti di occupazione; ne consegue che per il periodo di occupazione legittima spetta al ricorrente, non il r... _OMISSIS_ ... danno, ma l'ordinaria tutela indennitaria.

E' indiscusso che ai proprietari degli immobili oggetto di appropriazione appropriativa competa sia il risarcimento del danno per la perdita del bene, sia l'indennità di occupazione legittima nella misura degli interessi legali sul valore venale per ogni anno di occupazione.

La mancata emissione nei termini del decreto di esproprio non vale a far considerare illegittima ab origine l'occupazione, poiché tutto quanto si produce nel periodo di occupazione autorizzata ha, per definizione, carattere d'illegittimità ed è improduttivo di danni ai sensi dell'art. 2043 c.c., mentre soltanto a partire dal momento in cui termina l'occupazione legittima può concettualmente realizzarsi l'illecito aquiliano.
... _OMISSIS_ ...e la giurisdizione del giudice ordinario in ordine ad ogni questione attinente all’indennità dovuta per il periodo di occupazione legittima.

A seguito della restituzione del fondo occupato va risarcito il danno patito per la perdita del godimento del fondo medesimo nel periodo di occupazione sine titulo.

Nel caso di occupazione d'urgenza di un suolo per l'esecuzione di un'opera pubblica, la mancata emissione nei termini del decreto di esproprio non vale a far considerare illegittima ab origine l'occupazione, poiché tutto quanto si produce nel periodo di occupazione autorizzata ha, per definizione, carattere di legittimità ed è improduttivo di danni, ai sensi dell'art. 2043 c.c. mentre soltanto a partire dal momento in cui termina l'occupaz... _OMISSIS_ ...può concettualmente parlarsi di fatto illecito.

Per ciascun anno in cui si è protratta l'occupazione legittima che ha preceduto l'occupazione acquisitiva, è dovuto un indennizzo in misura corrispondente agli interessi legali sull'importo non rivalutato del risarcimento liquidato, oltre interessi legali su ciascuna annualità dalle singole scadenze fino alla data del versamento presso la Cassa Depositi e Prestiti.

Ove al decreto di occupazione di urgenza, in precedenza emesso, non abbia fatto seguito il decreto di esproprio entro il termine della dichiarazione di pubblica utilità, il periodo di utilizzazione del bene va considerato come occupazione senza titolo, in quanto la mancata adozione del decreto di espropriazione comporta l’inefficac... _OMISSIS_ ...o;occupazione di urgenza. Il venir meno dell’atto degradatorio, comporta che la posizione del proprietario va a riespandersi nella posizione di diritto soggettivo, la cui lesione va riparata con il risarcimento del danno e non con il pagamento dell’indennità di occupazione.

A proprietario dell'immobile oggetto di occupazione appropriativa compete sia il risarcimento del danno per la perdita del bene sia l'indennità di occupazione legittima.

La sopravvenuta illegittimità dell'occupazione, determinata dall'inutile scadenza del suo termine finale, non estende i suoi effetti a ritroso e non incide sulla legittimità del possesso sino a quel momento esercitato dall'espropriante sul bene oggetto della procedura in esecuzione di un prov... _OMISSIS_ ...timo anche se con efficacia limitata nel tempo, sicché per quel periodo è in ogni caso dovuta l'indennità per l'occupazione legittima.

Per il periodo di occupazione legittima non è dovuto alcun risarcimento del danno; ciò in quanto per quel lasso temporale la perdita del possesso è conseguente ad un’attività legittima dell’amministrazione, perché sorretta dal decreto d’occupazione d’urgenza; spetta in tale ipotesi l'indennità di occupazione legittima.

In ipotesi di intervenuta occupazione acquisitiva, oltre alla somma dovuta a titolo di risarcimento del danno, spetta l'indennità per il periodo di occupazione legittima pari ad un dodicesimo del valore del bene per ciascun anno; trattandosi di debito di valuta, sulla somma ... _OMISSIS_ ...anno dovuti solo gli interessi legali dal momento della domanda sino al soddisfo.

In ipotesi di realizzazione dell'opera nel periodo di occupazione legittima, è nel momento in cui quest'ultima giunge a scadenza che si consuma l’illecito e spetta ai titolari del bene il risarcimento del danno, mentre in precedenza è legittima la corresponsione dell’indennità di occupazione.

Le somme corrisposte a titolo di indennizzo per occupazione del suolo precedente l’esproprio, non possono in alcun modo essere considerate quali “acconti” degli importi da corrispondere al diverso titolo di risarcimento del danno per effetto dell’intervenuta occupazione sine titulo.

L'indennità di occupazione per il periodo in... _OMISSIS_ ...si è protratta legittimamente, deve essere determinata nella misura del 5% per ognuno dei cinque anni della durata sull’importo non rivalutato del risarcimento, oltre agli interessi a decorrere dalla scadenza dell'occupazione medesima fino al deposito presso la Cassa Depositi e Prestiti o al saldo.

Fondata è la domanda di liquidazione dell’indennità di occupazione legittima anche se non sfociata nel decreto di esproprio nel termine p...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14727 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo