Attività amministrativa viziata: l'eccesso di potere per disparità di trattamento

PATOLOGIA --> VIZI NELLA AZIONE AMMINISTRATIVA --> ECCESSO DI POTERE --> DISPARITÀ DI TRATTAMENTO

L’illegittimità di un provvedimento già emesso non esime dal rispetto delle norme regolamentari ogniqualvolta se ne verifichino i presupposti.

Il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento presuppone non l'analogia, ma l'identità oggettiva delle situazioni di fatto e di diritto, con la conseguenza che la relativa censura è ammissibile solo nel caso di assoluta e indiscutibile identità di situazioni, sì da comportare la totale, manifesta illogicità ed irrazionalità dell'operato della P.A..

La legittimità dell'operato della P.A. non può comunque essere inficiata dall'eventuale illegittimità compiuta in... _OMISSIS_ ...ne.

In relazione agli atti espressione di un potere amministrativo vincolato non vengono in rilievo profili di eccesso di potere quali la disparità di trattamento, propri dell’esercizio del potere discrezionale, non essendo ammissibile che eventuali illegittimità commesse a beneficio di altri diano successivamente titolo ad invocare un’ulteriore violazione della legge.

L'eventuale attività illegittima della P.A. non può essere addotta a parametro di valutazione per disciplinare altre fattispecie asseritamente identiche, in quanto non si può pretendere che l’Amministrazione violi la legge.

La censura di eccesso di potere per disparità di trattamento è riscontrabile soltanto in caso di assoluta identità di situazio... _OMISSIS_ ...i conseguente assoluta irragionevole diversità del trattamento riservato, situazioni la cui prova rigorosa deve essere fornita dall'interessato, con l’ulteriore precisazione che la legittimità dell’operato della Pubblica amministrazione non può comunque essere inficiata dall’eventuale illegittimità compiuta in altra situazione.

Il vizio di disparità di trattamento non può essere invocato adducendo quale tertium comparationis provvedimenti illegittimi al fine di indurre l’amministrazione a perseverare nella adozione di provvedimenti contra legem.

La legittimità dell'operato della p.a. non può essere inficiata dall'eventuale illegittimità compiuta in altra situazione.

L'identità delle due situazioni è requisi... _OMISSIS_ ...le per integrare il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento.

L’eccesso di potere per disparità di trattamento è ravvisabile solamente in caso di assoluta identità di situazioni di fatto e di assoluta irragionevole diversità del trattamento riservato.

Non può invocarsi l'eventuale illegittimità commessa a favore di altri al fine di ottenere che essa venga compiuta anche in proprio favore, specialmente in presenza di attività vincolata dell'amministrazione.

Onde configurare il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento è necessario che vi sia un rapporto di coincidenza fra la soluzione dedotta in giudizio e quella richiamata come termine di paragone, e, quindi, l’oggettiva ed assoluta identit... _OMISSIS_ ... messe a confronto, in modo da dimostrare l’esistenza della lamentata disuguaglianza di trattamento, di un contrasto logico insanabile e di una palese ingiustizia.

L’eccesso di potere sotto forma di disparità di trattamento non è configurabile allorquando il termine di raffronto consista in atti non conformi a legge, essendo evidente che il soggetto illegittimamente escluso da un determinato beneficio non può invocare l’eventuale illegittimità commessa in favore di altri al fine di ottenere che essa venga compiuta anche in suo favore.

Il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento non sussiste allorché l’eventuale trattamento favorevole sia stato illegittimamente concesso ad alcuni e legittimamente negato ad a... _OMISSIS_ ...RLF| Il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento presuppone identità di situazioni trattate irragionevolmente in modo diseguale.

La disparità di trattamento è sintomo di eccesso di potere solo quando vi è un’assoluta identità di situazioni.

Il vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento presuppone non solo un potere discrezionale dell’Amministrazione, ma anche il confronto tra situazioni assolutamente omogenee, posto che solo in tali ipotesi la diversità del metro valutativo può denotare irrazionalità della scelta compiuta.

Il vizio di disparità di trattamento rileva soltanto in presenza non già di situazioni analoghe, ma soltanto quando esse si profilino identiche, sì da comportare l... _OMISSIS_ ...esta illogicità e irrazionalità delle scelte compiute.

Il ricorrente non può invocare a fondamento della figura sintomatica di eccesso di potere "disparità di trattamento" comportamenti illegittimi che siano stati tenuti in precedenza dall'amministrazione (nella fattispecie, rilascio di concessioni edilizie in assenza dei presupposti).

La disparità di trattamento non può in ogni caso essere fatta valere quando il richiedente non può comunque ottenere il titolo autorizzatorio.

La figura sintomatica di eccesso di potere per disparità di trattamento presuppone non l’analogia, ma la identità oggettiva delle situazioni di fatto e di diritto.