La proroga dei rapporti concessori in corso e scaduti

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> PROROGA

La normativa interna che prevede proroghe ex lege di concessioni demaniali scadute si pone in contrasto con pacifici principi di diritto eurounitario e, pertanto, non può trovare applicazione.

La sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea 16 luglio 2016 ha sancito in via generale l’incompatibilità con l’ordinamento comunitario di una normativa che contempli le proroghe ex lege della data di scadenza delle concessioni demaniali, ritenendole equivalenti ad un rinnovo automatico sì da impedire l’indizione di una procedura selettiva.

Il titolare di un titolo concessorio avente ancora ampio ma... _OMISSIS_ ... di durata non ha interesse concreto e attuale ad un'ulteriore pronuncia dell’Amministrazione volta a futura proroga del titolo stesso, non risultando quindi sussistere i presupposti per l’attivazione dell’azione sul silenzio.

E’ illegittima l’automatica proroga di una concessione demaniale in quanto determina una disparità di trattamento tra gli operatori economici in violazione dei principi di concorrenza.

Vi è proroga del provvedimento amministrativo ogni qual volta, prima della scadenza, venga presentata un’istanza tesa unicamente, senza incidere sull'oggetto del provvedimento autorizzatorio, a spostare in avanti il termine di efficacia dell'originario provvedimento autorizzatorio.

Non vi so... _OMISSIS_ ...utela dell’affidamento dei precedenti concessionari, attraverso proroghe legali o amministrative, salvo casi eccezionali in cui si debba ripristinare la durata di un rapporto concessorio illegittimamente abbreviato rispetto alla sua scadenza naturale, ovvero per il tempo strettamente necessario alla definizione delle procedure per la stipula dei nuovi contratti.

Non può beneficiare della proroga legale delle concessioni demaniali di cui al comma 291 dell’articolo unico della legge 27.12.2013, n. 147 il soggetto che, alla data di entrata in vigore della disposizione, non è titolare di una concessione in corso di validità.

I principi comunitari non possono essere elusi attraverso l’utilizzo di moduli convenzionali che, al di fuor... _OMISSIS_ ...o confronto competitivo e della necessaria apertura al mercato, abbiano l’effetto di conservare in capo al concessionario scaduto, ossia dopo il decorso del termine di durata della concessione, il diritto ad utilizzare per finalità economiche il bene demaniale, come accade nelle ipotesi di proroga o di rinnovo della concessione in favore dello stesso concessionario.

Ai beni demaniali e patrimoniali indisponibili dello Stato e degli altri enti territoriali non si applica la legislazione sui contratti agrari e, segnatamente, la disciplina in tema di durata e proroga, quando detti beni devono, in ogni momento, mantenere la loro utilizzabilità ai fini per i quali sono stati classificati come demaniali o indisponibili.

La previsione di una pror... _OMISSIS_ ...i concessori in corso, in luogo di una procedura di rinnovo che apra il mercato, è del tutto contraddittoria rispetto ai fini di tutela della concorrenza e di adeguamento ai principi comunitari, quali la libertà di stabilimento, con tutti gli obblighi di trasparenza che ne discendono.

La nozione di “rinnovo” non va confusa con quella di “proroga” dello stesso titolo concessorio, ovvero con la protrazione dell’efficacia nel tempo dell’originaria concessione: ipotesi, quest’ultima, che ricorre sul piano sostanziale quando il medesimo rapporto concessorio venga fatto proseguire, a beneficio del precedente titolare, ex lege o a fronte di una sola domanda, presentata prima della scadenza del titolo.

La prorog... _OMISSIS_ ...ioni in essere in capo al medesimo titolare è un istituto pacificamente contrario ai principi generali sia europei che interni.

Dalla doverosa intenzione dell’Amministrazione di riscuotere il canone a fronte dell’occupazione dell’area demaniale non si può desumere l’intenzione di prorogare la durata della concessione, ovvero di considerarla implicitamente prorogata.

Le concessioni amministrative non possono essere prorogate per facta concludentia.

La volontà dell'Amministrazione non si può mai desumere per implicito, nemmeno in ipotesi riconducibili a rapporti privatistici di locazione.

La proroga della concessione demaniale marittima non ne fa decorrere ex novo il termine di scadenza perché ... _OMISSIS_ ...ene demaniale concesso potrebbe essere sottratto sine die al mercato (ed al miglior offerente), con evidente violazione della normativa sulla concorrenza e sull’evidenza pubblica delle procedure di affidamento.

L’istituto della proroga, a differenza del rinnovo, è il provvedimento con cui la P. A. differisce ad un momento successivo, rispetto a quello previsto dall’atto, il termine di scadenza dell’atto stesso. Per essere produttiva di effetti essa deve intervenire necessariamente prima della scadenza e va adottata con le stesse modalità richieste per l’atto da prorogare.

Le discipline regionali che prevedano proroghe delle concessioni demaniali marittime sono incostituzionali anche se dette proroghe non siano autom... _OMISSIS_ ...gano previa valutazione caso per caso, in considerazione degli investimenti effettuati, in quanto tale disciplina pone pur sempre un ostacolo all’accesso di altri potenziali operatori economici nel mercato relativo alla gestione di tali concessioni, che potrebbero prendere il posto del precedente gestore unicamente qualora questi non richieda la proroga o non la chieda senza un valido programma di investimenti.

Il legislatore regionale non può prevedere la proroga automatica fino al 31.12.2015 delle concessioni demaniali marittime diverse da quelle prese in considerazione dall'art. 1, co. 18, d.l. 194/2010, ossia delle concessioni in corso al 30.12.2009, prevedendo una data posteriore rispetto a questa.

È costituzionalmente illegittima la ... _OMISSIS_ ...da che il titolare della consessione demaniale marittimo possa richiedere la modifica della durata della concessione qualora abbia eseguito lavori di pubblica utilità previsti dal Comune o opere edilizie acquistando attrezzature per un determinato importo: un meccanismo del genere, infatti, sottende una proroga automatica, in contrasto con il principio di concorrenza e di parità di trattamento tra gli operatori economici, poiché i soggetti interessati a gestire l'area demaniale potrebbero vedere soddisfatto questo loro interesse unicamente qualora il titolare della concessione non presenti l'istanza di modifica del termine o non abbia eseguito le predette opere.

La proroga di cui all'art. 1, co. 18, d.l. 194/2009 conv. in legge 25/2010 si applica anche alle co... _OMISSIS_ ...'installazione e l'esercizio delle strutture ed attività a servizio del diportismo nautico.

Nella Regione Liguria, tutte le concessioni interessate delle domande di ammissione a comparazione ex art. 37 cod. nav. sono state prorogate ex lege al 31 dicembre 2015 in forza del D.L. 30/12/2009 n. 194 (art. 1, comma 18), convertito in Legge 26/02/2010 n. 25, nonché della Legge Regione Liguria 28/12/2009 n. 67.

Non è irragionevole la proroga fino al 31.12.2015 delle concessioni demaniali marittime in essere disposta dal d.l. 194/2010: nel dettare norme transitorie, il legislatore gode del...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 22436 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo