Condizioni per la reiezione della domanda risarcitoria per la perdita del diritto dominicale

Non è accoglibile la domanda di risarcimento del danno per la perdita della proprietà (sul presupposto erroneo dell'applicabilità del non più vigente istituto dell’accessione invertita). Nel caso di occupazione non seguita da un tempestivo provvedimento di esproprio il proprietario del bene è, infatti, tenuto a richiedere non il risarcimento del danno per la perdita della proprietà, mai intervenuta, ma la restituzione del bene ed il risarcimento per il periodo di occupazione illegittima, fatta salva l’acquisizione del bene in altre forme da parte dell’Amministrazione (in primo luogo mediante il meccanismo di cui all'art. 42 bis DPR 327/2001).

L’Amministrazione competente ha l’obbligo giuridico di far venir meno l’occupazione... _OMISSIS_ ...ovendo adeguare la situazione di fatto a quella di diritto. A seguito di domanda risarcitoria la stessa va pertanto condannata al risarcimento del danno – per equivalente monetario – cagionato a causa dell’omessa rituale conclusione del procedimento espropriativo in oggetto, danno da liquidarsi, da parte della stessa Amministrazione Comunale, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 34, comma 4, del c. p. a., attraverso l’applicazione dell’istituto, previsto e disciplinato dall’art. 42 bis del d. l.vo 327/2001.

Qualora non sia stato adottato alcun provvedimento di espropriazione in sanatoria ai sensi dell’art. 42 bis d.p.r. n. 327/2001, deve essere disposta la restituzione del terreno occupato illegittimamente ... _OMISSIS_ ...arsi nei confronti dell'Amministrazione la condanna unicamente al risarcimento del danno subito dal proprietario per effetto dell’occupazione senza titolo, vale a dire a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del decreto di occupazione d’urgenza.

Qualora fra l’amministrazione ed il privato non si sia addivenuti alla sottoscrizione di un accordo per la cessione volontaria della proprietà dei fondi occupati, né risulti che vi sia stato un atto di acquisizione, mantenendo il privato la proprietà del bene illegittimamente occupato, egli non ha alcun titolo per chiedere un risarcimento commisurato alla perdita della proprietà del fondo, potendo invece agire per la restituzione di esso e per il risarcimento del danno conseguente al mancato g... _OMISSIS_ ...ne durante il periodo di occupazione illegittima, fermo restando il potere dell'Amministrazione di attivare la procedura prevista dal citato art. 42 bis del D.P.R. n. 327 del 2001.

Una condanna puramente risarcitoria a carico dell’amministrazione postula di un passaggio intermedio, finalizzato all’acquisto della proprietà del bene da parte dell’ente espropriante; tale passaggio, allo stato della legislazione vigente, è costituito senz’altro dall’art. 42 bis D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327.

In assenza di un atto latu sensu “ablativo” ( comprendente anche il provvedimento ex art. 42 bis dpr 327/2001), la proprietà non può che rimanere in capo all’originario titolare del bene, senza che l'irreversibile tr... _OMISSIS_ ...ssa determinare danno da perdita di proprietà. Ne consegue la esclusione della risarcibilità del danno da perdita di proprietà, ammettendosi solo la restituzione del bene.

In mancanza di atto di acquisizione del fondo illegittimamente occupato, va respinta la domanda risarcitoria, tesa ad ottenere il risarcimento del danno determinato dalla perdita della proprietà del fondo, fermo restando il potere dell'Amministrazione di attivare la procedura prevista dall'art. 42 bis del D.P.R. n. 327 del 2001.

La domanda risarcitoria avanzata dal proprietario per la perdita delle aree conseguente alla loro illegittima trasformazione, dev’essere respinta perché infondata, qualora non sia prodotto il danno lamentato (ovvero la sottrazione della proprietà... _OMISSIS_ ...mancanza, in origine, del decreto di espropriazione ovvero, successivamente, del provvedimento di acquisizione coattiva ex art. 42 bis DPR 327/2001.

In mancanza dell'esercizio da parte dell'Amministrazione del potere acquisitivo, a sanatoria, del terreno occupato illegittimamente, conferitole dalla legge, dapprima dall'art. 43 del TU delle espropriazioni e successivamente, in seguito all'accertata illegittimità costituzionale della norma recata da tale diposizione, dal vigente art. 42 bis del medesimo testo unico, la domanda risarcitoria per equivalente non può trovare accoglimento, mancando l’elemento costitutivo della fattispecie aquiliana dato dalla perdita del diritto reale.

Va disposta la reiezione della domanda risarcitoria per i dan... _OMISSIS_ ...alla perdita del diritto dominicale, salva l’adozione di un provvedimento di acquisizione, al patrimonio comunale, della proprietà dell’area medesima ai sensi dell’art. 42 bis del d.p.r. n. 327/2001, previo pagamento del valore venale del bene secondo quanto precisato dal medesimo art. 42 bis.

In forza dell'art. 42 bis DPR 327/2001 deve ritenersi che l’irreversibile trasformazione non determini, di per sé, l’acquisto in proprietà da parte di una P.A. di un immobile, in ipotesi, indebitamente occupato, ma mai regolarmente espropriato; correlativamente il proprietario di tale immobile non può chiedere il risarcimento del danno derivante dalla così detta “occupazione acquisitiva”, ma la restituzione del bene stesso... _OMISSIS_ ...one delle opere indebitamente sullo stesso realizzate.

In nessun caso, neppure a fronte della sopravvenuta irreversibile trasformazione del suolo per effetto della realizzazione dell'opera pubblica e nonostante l'espressa domanda in tal senso di parte ricorrente, è possibile giungere ad una condanna puramente risarcitoria a carico dell'amministrazione, donde la necessità di un passaggio intermedio, finalizzato all'acquisto della proprietà del bene da parte dell'ente espropriante. Tale passaggio, allo stato della legislazione vigente, è costituito senz'altro dall'art. 42 bis D.P.R. 8 giugno 2001 n. 327.

A fronte della sopravvenuta irreversibile trasformazione del suolo per effetto della realizzazione di un’opera pubblica, la pronuncia risar... _OMISSIS_ ...quo;avvenuto trasferimento della proprietà del bene, per fatto illecito, dalla sfera giuridica del ricorrente, originario proprietario, a quella della P.A. che se ne è illecitamente impossessata; donde la necessità in ogni caso di un passaggio intermedio finalizzato all’acquisto della proprietà del bene da parte dell’ente espropriante che, allo stato della legislazione vigente, è costituito dall’art. 42-bis del T.U. 8 giugno 2001 n. 327.

L’attività esecutiva da porre in essere in ipotesi di occupazione senza titolo conseguente ad annullamento degli atti del procedimento in forza di decisum giurisdizionale, laddove impone di far cessare l’occupazione sine titulo, non si esaurisce nella mera erogazione di somme di denaro, ma co... _OMISSIS_ ...rsquo;adozione di atti formali (di natura privata o provvedimentale, oggi ai sensi del citato art. 42-bis, d.P.R. nr. 327/2001), intesi a far cessare il permanere dell’illecita occupazione delle aree, determinandone il trasferimento al patrimonio pubblico.

Qualora l’Amministrazione non abbia esercitato il potere acquisitivo, a sanatoria dell’illecita occupazione del terreno, conferitole dalla legge dal vigente art. 42 bis DPR 327/2001, sarebbe obbligo della stessa procedere alla restituzione della propriet&agr...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 17849 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo