Demanio portuale: il caso del porto franco di Trieste

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO PORTUALE --> PORTO FRANCO

Il porto franco è dato dall'insieme delle installazioni portuali considerate nella loro totalità (dallo specchio acqueo ai magazzini situati in ambito portuale) con la conseguenza che tutte le operazioni compiute in ambito portuale (imbarco, sbarco, manipolazione, trasformazione industriale) sono esenti dai dazi doganali; il punto franco concerne invece una parte del porto e non si differenzia dal porto franco se non per l'ampiezza del territorio coinvolto. I depositi franchi, i punti franchi e gli altri analoghi istituti sono assimilati ai territori extra-doganali (testo unico di cui al D.P.R. n. 43 del 1973, art. 2, comma 5), di cui al testo unico D.P.R. n. 43 del 1973, artt. 132... _OMISSIS_ ...4.

Le misure di favore che vengono assicurate all'attività d'impresa nelle zone franche, dalle condizioni di agevolazione dei prelievi fiscali e doganali a eventuali incentivi ed esenzioni, sono finalizzate al rilancio del sistema economico consentendo libertà di transito alle merci; in altri termini, tutte le operazioni compiute in ambito portuale (imbarco, sbarco, manipolazione, trasformazione industriale) sono esenti dai dazi doganali. Tuttavia, l'esenzione dal pagamento dei dazi e imposte similari concerne esclusivamente le merci e le operazioni commerciali ivi svolte, non potendosi dilatare la prevista esenzione anche alle imposte comunali sui cespiti ubicati nel porto franco; ciò in quanto la norma di esenzione totale o parziale da una debenza tributaria... _OMISSIS_ ...ura una deroga sostanziale rispetto al principio generale posto dalla legge ordinaria, ha natura speciale ed è pertanto di stretta interpretazione.

Tutte le operazioni compiute in ambito portuale (imbarco, sbarco manipolazione trasformazioni industriali) sono esenti da dazi doganali. Tuttavia l'esenzione dal pagamento di dazi ed imposte concerne esclusivamente le merci e le operazioni commerciali svolte e non si estende anche alle imposte comunali sui cespiti.

Gli elementi decisivi ed essenziali (sufficienti e necessari) inclusi nella definizione di porto franco sono: la portualità, il legame quindi col mare, l’apertura al traffico internazionale, la delimitazione territoriale, la franchigia, cioè l’esenzione dai dazi, l’arrivo... _OMISSIS_ ...talvolta anche la lavorazione) di merci.

Quando si parla di porto franco, il riferimento è effettuato all'esistenza di un porto, marittimo o fluviale; ciò implica che la delimitazione deve riguardare o le zone portuali o perlomeno quelle ad esse collegate funzionalmente, tenendo presente che, nello sviluppo portuale moderno, legato più alla componente di traffico che a quella emporiale, le zone collegate possono trovarsi anche a notevole distanza dalla sponda del mare.

Un’eventuale riduzione della zona adibita a porto franco non inciderebbe sul suo regime demaniale, il quale per essere modificato richiede autonome e codificate procedure di sdemanializzazione.

La complementarietà e l’affiancamento, da parte della c... _OMISSIS_ ...à allargata», all’attività precipua del porto franco deve essere reale: ove, infatti, si verificasse che le attività c.d. complementari siano divenute addirittura esclusive verrebbe meno la stessa ragion d'essere del porto franco, che è caratterizzato da benefici particolari e speciali in relazione all'arrivo e alla partenza di merci oltre che - in alcuni casi - alla loro lavorazione.

Ove in una zona significativa del porto franco e per un tempo significativo non giungano, sostino e partano più merci, si può dubitare dell'esistenza stessa di un porto franco, anche se in tali zone continui a permanere la c.d. portualità allargata o complementare.

Non può parlarsi di porto franco ove le attività previste in una zona consistente siano d... _OMISSIS_ ... da quella portuale di porto franco.

I controlli in entrata e in uscita dal porto franco vanno riferiti unicamente alle merci e quindi ove l'arrivo e la partenza di merci non esista, non si giustificano più nemmeno i controlli e l'intervento delle autorità doganali ai varchi.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO PORTUALE --> PORTO FRANCO --> TRIESTE

Ai sensi del Memorandum di Londra del 1954, lo Stato italiano ha l'obbligo di mantenere il regime del porto franco di Trieste nei suoi principi fondanti che emergono dal Trattato di Pace del 1947 (allegato VIII), ma resta libero di rideterminarlo e di definirlo a seconda delle circostanze e delle mutevoli necessità.

Una volta subentrata la sovranità i... _OMISSIS_ ...ndum di Londra del 1954; Trattato di Osimo del 1975), la gestione del porto franco di Trieste poteva giuridicamente essere determinata ed è stata in concreto determinata dalla normativa interna italiana, pur nel doveroso rispetto dei principi dell'allegatoVIII del Trattato di Pace del 1947.

Ferma restando la garanzia della franchigia doganale, dei principi di non discriminazione e della gestione delle merci senza oneri se non quelli legati in corrispettivo per un servizio, le modalità di gestione del porto franco di Trieste e la sua autonomia sono state disciplinate legittimamente dal legislatore italiano in modo diverso da quanto letteralmente e in dettaglio previsto dall’allegato VIII del Trattato di Pace del 1947, e ciò perché il Memorandum di Londra ... _OMISSIS_ ... soltanto il rispetto dei principi (e non delle regole puntuali) contenute nel citato allegato.

L'abrogazione da parte dell'art. 7 del Trattato di Osimo del 1975 del Memorandum di Londra del 1954, peraltro limitatamente al rapporto tra le due parti contraenti (Italia e Jugoslavia), non può modificare quanto in precedenza stabilito dal Memorandum stesso in relazione al porto franco di Trieste, e quindi l'obbligo dello Stato italiano di attuare l'allegato VIII al Trattato di Pace del 1947, sia pure rispettandone soltanto i principi generali.

Il regime del porto franco di Trieste è compatibile con la normativa comunitaria, che appare spesso confrontabile ed equiparabile con quella del porto di Trieste, escluso forse l'aspetto del credito doganale o... _OMISSIS_ ... doganale (ossia la possibilità di pagare eventuali diritti doganali in termini dilazionati), che costituisce un beneficio specifico per il porto di Trieste.

I poteri normativi del Commissario di Governo per il territorio di Trieste nominato con D.P.R. 27 ottobre 1954 sono cessati con l'istituzione della Regione Friuli Venezia Giulia ad opera della l. cost. 1/1963, che ha conservato in capo al commissario soltanto i poteri amministrativi.

Il Commissario di Governo per il territorio di Trieste nominato con D.P.R. 27 ottobre 1954 non è subentrato al Governo militare alleato, in quanto è stato lo Stato italiano ad essere succeduto al governo militare alleato: egli non era altro che un organo straordinario del Governo italiano con poteri limitati (a... _OMISSIS_ ..., ai fini di adattare più agevolmente la legislazione precedente a quella italiana e la legislazione italiana alla speciale situazione di Trieste.

Il decreto del Commissario di Governo per il territorio di Trieste n. 55 del 19 gennaio 1955, che disciplina il porto franco di Trieste, ha dato attuazione all'obbligo dello Stato italiano di mantenere il porto franco di Trieste stabilito dall'articolo 5 del Memorandum di Londra del 1954.

Il decreto del Commissario di Governo per il territorio di Trieste n. 53/1959 ist...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21534 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo