La motivazione della reiterazione del vincolo espropriativo

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> REITERAZIONE --> MOTIVAZIONE

Il provvedimento di reiterazione del vincolo espropriativo deve essere congruamente motivato in ordine alla persistenza delle ragioni di diritto pubblico sottese alla necessità della reiterazione per escludere una inutile perpetuazione della situazione di compressione del diritto del privato.

Nell’ipotesi della prima reiterazione che riconfermi i vincoli preordinati all'esproprio, secondo l’orientamento prevalente, è sufficiente il richiamo alle originarie valutazioni.

E' illegittima la variante che abbia reiterato il vincolo preordinato all’esproprio sui terreni dei pr... _OMISSIS_ ...renti senza indicarne le ragioni, in spregio a quanto dispone l’articolo 9, comma 4, D.P.R. n. 327/2001, non assolvendo in tale modo il Comune all’obbligo di motivazione che su di esso incombe quanto a persistenza delle esigenze pubbliche perseguite, quanto a impossibilità di un contemperamento con l’interesse del privato o comunque di soluzioni alternative meno lesive dello stesso, quanto a rispetto degli standard e esigenze della spesa.

La giurisprudenza amministrativa – pur ribadendo la regola generale per cui le scelte di programmazione urbanistica non richiedono una specifica indicazione delle ragioni che le giustificano – ha tuttavia individuato talune ipotesi eccezionali in presenza delle quali il principio di affidamento i... _OMISSIS_ ... esplicitato il giudizio di comparazione degli interessi pubblici e di quelli privati, con conseguente sua sindacabilità da parte del giudice amministrativo. Tra queste ipotesi eccezionali ricorre anche la reiterazione di un vincolo espropriativo scaduto, situazione che va motivata mediante ancoraggio ad una serie di parametri oggettivi, a cominciare dalla persistenza di un interesse pubblico ed attuale, al fine di escludere un’inutile perpetuazione della situazione di compressione del diritto del privato.

I vincoli preordinati all'esproprio decaduti per decorso del quinquennio possono essere reiterati fornendo una congrua motivazione in ordine alla persistenza delle ragioni di interesse pubblico che sorreggono la predetta reiterazione, così da es... _OMISSIS_ ...enuto vessatorio o comunque ingiusto dei relativi atti, in particolare dimostrando (nell’ipotesi di ulteriore rinnovo dei vincoli decaduti), di aver proceduto ad una ponderata valutazione di tutti gli interessi coinvolti ed esponendo puntualmente le ragioni che inducano ad escludere profili di eccesso di potere.

Reiterare un vincolo di natura espropriativa decaduto per mancata attivazione del procedimento di espropriazione, è possibile se si motiva in modo specifico le ragioni che inducono l’ente a prorogare nel tempo l’esistenza di un così penetrante limite al diritto dominicale.

Qualora venga reiterato un vincolo espropriativo la motivazione va, in particolare, ancorata a una serie di parametri oggettivi, in quanto, ol... _OMISSIS_ ...tenza dell'interesse pubblico e alla sua attualità, vanno evidenziate: le specifiche ragioni del ritardo; la mancanza di possibili soluzioni alternative o di perequazione fra i proprietari espropriabili e, dunque, l’ineluttabilità della scelta dell'area già vincolata; la serietà e affidabilità della realizzazione nei termini previsti delle opere di cui trattasi e, infine, la ragionevole dimostrazione, sulla scorta della situazione dei luoghi, che la rinnovazione del vincolo sulla stessa area è necessaria per realizzare l'opera o l'intervento pubblico.

Secondo un consolidato orientamento giurisprudenziale, la decadenza del vincolo espropriativo non esclude, quanto meno in astratto, che l'amministrazione possa reiterare lo stesso vincolo, ma il provvedimen... _OMISSIS_ ...in tal senso deve essere congruamente motivato in ordine alla persistenza delle ragioni di diritto pubblico sottese alla necessità della reiterazione al fine di escludere una inutile perpetuazione della situazione di compressione del diritto del privato.

Stante la contiguità dell’area ad immobile di proprietà pubblica, per cui nessuna altra area può soddisfare le esigenze di ampliamento di quest'ultimo, può ritenersi supportata da adeguato supporto motivazionale la scelta di rinnovare, per la prima volta, il vincolo decaduto ed in particolare vanno disattese le censure sollevate sulla necessità di valutare l’esistenza di aree più idonee, nella stessa zona, alla destinazione ad uso pubblico.

In tema di reiterazione di vincoli espropri... _OMISSIS_ ...icolare riferimento agli obblighi motivazionali gravanti sull’amministrazione, ha avuto modo di pronunciarsi l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con sentenza n. 7 del 24-5-2007. Il Supremo Consesso ha individuato in proposito tre distinte rilevanti circostanze: a) se la reiterazione riguardi o meno una pluralità di aree, nell’ambito dell’adozione di una variante generale o comunque riguardante una consistente parte del territorio comunale; b) se la reiterazione riguardi soltanto una parte delle aree già incise dai vincoli decaduti, mentre per l’altra parte non è disposta la reiterazione, perché ulteriori terreni sono individuati per il rispetto degli standard; c) se la reiterazione sia stata disposta per la prima volta sull’area in... _OMISSIS_ ...F|
Come precisato dall'Adunanza Plenaria con la decisione n. 7 del 2007, l'adeguatezza della motivazione di una variante urbanistica che riconfermi i vincoli preordinati all'esproprio va valutata tenendo conto, tra le altre, delle seguenti circostanze: a) se la reiterazione riguardi o meno una pluralità di aree di notevole consistenza; b) se la reiterazione riguardi soltanto una parte delle aree già incise da vincoli decaduti; c) se la reiterazione sia stata disposta per la prima volta sull'area in questione.

Adeguatamente motivata è la reiterazione dei vincoli riguardanti una pluralità di aree di notevole consistenza, che non sia limitata ad una parte delle aree già incisa dai vincoli e sia disposta per la prima volta, con cui viene data ragione dell... _OMISSIS_ ...lico alla reiterazione in relazione alla costante e rilevante crescita demografica comportante la progressiva riduzione degli standard urbanistici, contestualmente giustificandosi, altresì, l’attuata individuazione di aree a standard in misura superiore rispetto al dimensionamento minimo previsto dalla legge urbanistica regionale.

Come evidenziato dalla costante giurisprudenza amministrativa la reiterazione del vincolo espropriativo, scaduto per decorrenza del termine di efficacia, reclama una puntuale e specifica motivazione, di carattere comparativo, in ordine alla prevalenza dell'interesse pubblico rispetto alle prerogative del proprietario del terreno già a lungo gravato da vincolo di natura espropriativa.

La riconferma di un vi... _OMISSIS_ ...tivo deve essere dotata di motivazione rinforzata, congrua e conferente.

La scadenza dei vincoli preordinati all’espropriazione non priva l’Amministrazione del potere di reiterazione degli stessi, ove persistano situazioni che ne impongano la realizzazione; ciò tuttavia a condizione che detta reiterazione sia adeguatamente motivata circa la necessità ed attualità di acquisire la proprietà privata ed alla stregua di una nuova ed apposita istruttoria, preordinata all’emersione dell’interesse pubblico che d...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 95450 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo