Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> SANZIONI --> DEMOLIZIONE --> RAPPORTO CON IL GIUDIZIO PENALE

L’ordine di demolizione di opere abusive impartito dal giudice penale in una sentenza di condanna per violazioni alla normativa urbanistico-edilizia non deve essere eseguito dalla pubblica amministrazione spettando invece al giudice ordinario l’esecuzione del provvedimento.

L’ordine di demolizione contenuto in una sentenza penale di condanna presente natura autonoma e l’organo promotore dell'esecuzione va identificato nel pubblico ministero.

L'ordine di demolizione emesso dal giudice penale quale provvedimento accessorio alla condanna, adottabile in concorrenza con l'analogo potere che compete all'autorità amministrativa, non costituisce una pena in senso stretto, ma uno strumento ripristinatorio, diretto a eliminare le conseguenze dannose del reato, e lo stesso riceve una tutela rinforzata per la previsione, contenuta nella stessa norma, secondo la quale, in caso di mancata ottemperanza entro il termine di novanta giorni dall'ingiunzione di demolizione, l'area di sedime e le opere su di essa realizzate vengono acquisite a titolo gratuito al patrimonio indisponibile del comune nel cui territorio insistono.

Data la natura ripristinatoria dell'ordine di demolizione emesso dal giudice penale quale provvedimento accessorio alla condanna, mentre deve es... _OMISSIS_ ... tale ordine del manufatto abusivo possa costituire in sé un elemento ostativo alla concessione della riabilitazione, l'adempimento dell'ordine può farsi rientrare, per analogia, nell'obbligo di adoperarsi in favore della vittima del reato, da individuarsi nell'ente pubblico territoriale, titolare dell'interesse al corretto svolgimento dell'attività edificatoria.

L’esistenza di un sequestro penale non influisce sulla legittimità dell'ordinanza di demolizione, potendo il destinatario richiedere al giudice penale il dissequestro al fine di ottemperare alla prescrizione demolitoria.

L'eventuale rigetto dell'istanza di dissequestro di un’opera non influisce sulla legittimità dell'ordinanza di demolizione bensì sull'acquisibilità del bene oggetto della stessa.

Laddove il giudice penale abbia inteso esercitare il potere-dovere di ordinare la demolizione (art. 31, comma 9, Dpr n.380/2001), esercitando un potere autonomo che è ancora pendente, l'amministrazione deve coordinare la propria attività con quella esecutiva del giudice penale, senza sovrapporsi ad essa in modo avulso e incerto (nella specie, riaprendo i termini per la demolizione dei manufatti).

Il mancato adempimento, entro il termine fissato, dell'obbligo di demolizione dell'immobile abusivo - cui sia stata subordinata la concessione del beneficio di cui all'a... _OMISSIS_ ...la revoca della sospensione condizionale della pena, la quale opera di diritto, salva l'ipotesi di sopravvenuta impossibilità, con la conseguenza che il giudice dell'esecuzione, al quale non è attribuita alcuna discrezionalità al riguardo, non è tenuto a motivare su questioni diverse dall'adempimento e dalla inesistenza di cause che lo rendano impossibile.

L'ordine di demolizione previsto dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 30, comma 9, è sanzione caratterizzata dalla natura giurisdizionale dell'organo istituzionale al quale il connesso esercizio è attribuito, ma nella sostanza amministrativa di tipo ablatorio; trattasi di sanzione che va disposta anche nel caso di sentenza applicativa di pena concordata tra le parti in quanto a tale pronuncia sono ricollegati tutti gli effetti di una sentenza di condanna.

L'ordine di demolizione, conseguente alla pronuncia di una sentenza penale irrevocabile di condanna per illecito edilizio, costituisce espressione di un potere dispositivo autonomo attribuito dalla legge all'Autorità Giudiziaria, il quale può eventualmente concorrere con quello omologo della P.A..

La demolizione dell'opera abusivamente realizzata, a meno di diverse determinazioni comunali, costituisce atto dovuto e di natura reale la cui esecuzione può legittimamente condizionare la concessione del beneficio della sospensione della pena anch... _OMISSIS_ ... bene a terzi.

L'ordine di demolizione delle opere abusive emesso dal giudice penale ha carattere reale e natura di sanzione amministrativa a contenuto ripristinatorio e deve pertanto essere eseguito nei confronti di tutti i soggetti che sono in rapporto col bene e vantano su di esso un diritto reale o personale di godimento, anche se si tratti di soggetti estranei alla commissione del reato.

L'ingiunzione a demolire, al pari di qualsiasi ordine di esecuzione emesso dal pubblico ministero, deve contenere tutti e soltanto gli elementi necessari per individuare la sentenza che deve essere eseguita, il titolo e l'epoca del commesso reato, nonché l'oggetto dell'esecuzione penale, che nell'ingiunzione a demolire è soddisfatto con l'indicazione delle opere che in concreto devono essere rimosse e distrutte desumibili dai capi di imputazione e/o da ogni altro atto processuale, cui l'ordine di esecuzione può legittimamente rinviare per relationem per il completamento dei requisiti essenziali alla validità dell'atto.

L'ordine di demolizione costituisce una sanzione amministrativa (e in quanto tale non è inclusa nel giudicato) eccezionalmente irrogabile dal giudice penale, il quale dispone al riguardo di un potere sanzionatorio autonomo rispetto a quello dell'autorità amministrativa. Il limite di siffatta autonomia è individuabile esclusivamente in presenza di dete... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 5,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista