Tutela risarcitoria per irreversibile trasformazione del fondo e giurisdizione del G.A.

Sintesi: Ai fini della giurisdizione, unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell'esercizio di un potere amministrativo è quello dell'occupazione delle aree e solo rispetto a quest'ultimo, e non rispetto alla fine lavori, dovrà essere valutato se l'agire dell'Amministrazione si configura quale esercizio di potere o è riconducibile a mero comportamento.

Estratto: «II.4) Sotto diverso profilo, la giurisdizione amministrativa si giustifica, vieppiù, per effetto dell'oramai definitivo tramonto, nel nostro ordinamento, dell'istituto della c.d. “accessione invertita”.Com'è noto, secondo tale istituto, di creazione giurisprudenziale, l'Amministrazione, qualora avesse realizzato un'opera espressamente dichia... _OMISSIS_ ...a utilità sulla proprietà privata, acquisiva la proprietà del fondo nel momento in cui fosse intervenuta l'irreversibile trasformazione dell'area per effetto della realizzazione dell'opera pubblica.In tale contesto si poteva immaginare che momento rilevante, al fine di valutare la riconducibilità del comportamento dell'Amministrazione all'esercizio del potere amministrativo, fosse, oltre quello dell'occupazione dell'area, che doveva essere, per definizione, ab origine sorretto da una dichiarazione di pubblica utilità e da un provvedimento di occupazione, anche quello dell'irreversibile trasformazione del suolo.Con la conseguenza di ricondurre a mero comportamento, non correlato all'esercizio di potere pubblico, e dunque attribuito alla giurisdizione ... _OMISSIS_ ...inario, l'ipotesi in cui l'opera fosse stata ultimata dopo lo spirare del termine previsto per la sua realizzazione nella dichiarazione di pubblica utilità, poiché il comportamento che aveva determinato l'acquisto della proprietà in capo all'Amministrazione (l'irreversibile trasformazione del suolo) non sarebbe risultato più “sorretto” e giustificato dalla medesima dichiarazione o dal legittimo provvedimento di occupazione, in quanto posto in essere oltre i loro termini di vigenza.Nel mutato contesto derivante dal disconoscimento dell'accessione invertita, e perdurando indiscutibilmente il diritto di proprietà in capo al privato in assenza di decreto di esproprio, il momento dell'irreversibile trasformazione del suolo, come pure quello de... _OMISSIS_ ...vori, non hanno più alcuna valenza ai fini del trasferimento della proprietà in capo all'Amministrazione, configurandosi l'occupazione delle aree finalizzata all'esecuzione di opere pubbliche alla stregua di un illecito permanente di cui il privato può sempre chiedere la rimozione, mediante la restituzione del fondo, salvo un provvedimento costitutivo di acquisizione da parte dell'Amministrazione ex art. 42-bis T.U. n.327/2001, disposizione che ha, come noto, sostituito il previgente art. 43 dichiarato incostituzionale.Unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell'esercizio di un potere amministrativo è dunque quello dell'occupazione delle aree e solo rispetto a quest'ultimo, e non rispetto alla fine lavori, dovrà essere valutato... _OMISSIS_ ...l'Amministrazione possa configurarsi quale esercizio di potere ovvero debba ricondursi a mero comportamento.II.5) Nel caso di specie, è indubbio che il momento occupativo sia riconducibile ad esercizio di potere pubblico in quanto, come detto, sorretto da dichiarazione di pubblica utilità delle opere e da un provvedimento di occupazione, e, come sopra detto, ai fini della giurisdizione, non rileva che i termini di validità siano poi spirati senza che sia stato emesso il decreto di esproprio.»

Sintesi: Ai fini della giurisdizione, unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell'esercizio di un potere amministrativo è quello dell'occupazione delle aree e solo rispetto a quest'ultimo, e non rispetto alla fine lavori, d... _OMISSIS_ ...utato se l'agire dell'Amministrazione si configura quale esercizio di potere o è riconducibile a mero comportamento.

Estratto: «II.4) Sotto diverso profilo, la giurisdizione amministrativa deve affermarsi, vieppiù, per effetto dell'oramai definitivo tramonto, nel nostro ordinamento, dell'istituto della c.d. “accessione invertita”.Com'è noto, secondo tale istituto, di creazione giurisprudenziale, l'Amministrazione, qualora avesse realizzato un'opera espressamente dichiarata di pubblica utilità sulla proprietà privata, acquisiva la proprietà del fondo nel momento in cui fosse intervenuta l'irreversibile trasformazione dell'area per effetto della realizzazione dell'opera pubblica.In tale contesto si poteva immaginare che... _OMISSIS_ ...nte, al fine di valutare la riconducibilità del comportamento dell'Amministrazione all'esercizio del potere amministrativo, potesse essere appunto, oltre quello dell'occupazione dell'area, che doveva essere ab origine sorretto da una dichiarazione di pubblica utilità e da un provvedimento di occupazione, anche quello dell'irreversibile trasformazione del suolo.Con la conseguenza di ricondurre a mero comportamento, non correlato all'esercizio di potere pubblico, e dunque attribuito alla giurisdizione del giudice ordinario, l'ipotesi in cui l'opera fosse stata ultimata dopo lo spirare del termine previsto per la sua realizzazione nella dichiarazione di pubblica utilità, poiché il comportamento che aveva determinato l'acquisto della proprietà in capo al... _OMISSIS_ ...ne (l'irreversibile trasformazione del suolo) non sarebbe risultato più “sorretto” e giustificato dalla medesima dichiarazione o dal legittimo provvedimento di occupazione, in quanto posto in essere oltre i loro termini di vigenza.Nel mutato contesto derivante dal disconoscimento dell'accessione invertita, e perdurando indiscutibilmente il diritto di proprietà in capo al privato in assenza di decreto di esproprio, il momento dell'irreversibile trasformazione del suolo, come pure quello della fine dei lavori, non ha più alcuna valenza ai fini del trasferimento della proprietà in capo all'Amministrazione, configurandosi l'occupazione delle aree finalizzata all'esecuzione di opere pubbliche, giammai comportante ex se trasferimento del diritto di ... _OMISSIS_ ... alla stregua di un illecito permanente di cui il privato può sempre chiedere la rimozione, mediante la restituzione del fondo, salvo un provvedimento costitutivo di acquisizione da parte dell'Amministrazione ex art. 43 T.U. n.327/2001.Unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell'esercizio di un potere amministrativo è dunque quello dell'occupazione delle aree e solo rispetto a quest'ultimo, e non rispetto alla fine lavori, dovrà essere valutato se l'agire dell'Amministrazione si configura quale esercizio di potere o è riconducibile a mero comportamento.II.5) Nel caso di specie, è indubbio che il momento occupativo sia riconducibile ad esercizio di potere pubblico in quanto, come detto, sorretto da dichiarazione di pubblica util... _OMISSIS_ ...opere e da un provvedimento di occupazione, e, come sopra detto, ai fini della giurisdizione non rileva che i termini di validità siano poi spirati senza che sia stato emesso il decreto di esproprio.»

Sintesi: Ai fini della giurisdizione, unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell'esercizio di un potere amministrativo è ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 16899 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo