La legittimazione passiva nell'impugnazione dei provvedimenti ablativi: il beneficiario dell'espropriazione

Sintesi: E' del tutto pacifico in giurisprudenza che il soggetto beneficiario dell'espropriazione per pubblica utilità non è parte necessaria nel giudizio avverso il procedimento espropriativo, in relazione alla circostanza che i vantaggi diretti e immediati della procedura ablatoria ridondano esclusivamente nei confronti del soggetto espropriante.

Estratto: «In disparte la difficoltà di individuare facilmente questo presunto “controinteressato in senso sostanziale” sulla base dei documenti, sono comunque assorbenti i rilievi che:- non risulta che, de futuro, Autogrill sarebbe stata concessionaria anche delle opere da realizzarsi in base alla procedura espropriativa;- peraltro, è del tutto pacifico in giurisprudenza che il sogg... _OMISSIS_ ...io dell'espropriazione per pubblica utilità non è parte necessaria nel giudizio avverso il procedimento espropriativo, in relazione alla circostanza che i vantaggi diretti e immediati della procedura ablatoria ridondano esclusivamente nei confronti del soggetto espropriante (cfr. da ultimo Cons. Stato, sez, IV, 27 gennaio 2012, n. 427). Sotto questo profilo, non è decisiva la circostanza che – come replica Autostrade – Autogrill sarebbe destinata a trarre beneficio non dall'esproprio in sé, bensì dagli atti che hanno approvato il progetto di opera pubblica, trattandosi comunque, a tutto concedere, di un effetto favorevole solo riflesso.»