Chi può impugnare l'ammontare dei contributi di costruzione e delle tariffe autostradali?

GIUDIZIO --> LEGITTIMAZIONE ATTIVA --> DETERMINAZIONE CONTRIBUTI DI COSTRUZIONE

Sintesi: La speciale legittimazione ad impugnare le concessioni edilizie non si estende alle domande di accertamento dell’ammontare dei contributi di costruzione, per le quali vale la regola generale, sancita dall'art. 81 c.p.c., secondo cui per agire in giudizio bisogna essere portatori di un interesse personale proprio, salvi i casi in cui la legge espressamente preveda la legittimazione a difendere interessi altrui o collettivi o generali.

Estratto: «Va detto, anzitutto, che la determinazione del contributo di costruzione relativo ad una concessione edilizia costituisce attività separata, seppur connessa con quella del rilascio della concessione... _OMISSIS_ ...uenza che gli eventuali vizi di legittimità inerenti alla determinazione di detto contributo non incidono sulla legittimità del provvedimento di concessione (cfr. TAR Lazio, Sez. II, 11 giugno 1980, n. 432).Ciò chiarito, rileva il Collegio che è pur vero che la legittimazione ad impugnare le concessioni edilizie ritenute illegittime spetta a “chiunque”, ai sensi dell’art. 31 della legge 17 agosto 1942 n. 1150 (modificato dalla legge 6 agosto 1967 n. 765), anche se un consolidato e condiviso orientamento della giurisprudenza ha escluso che tale previsione legislativa possa essere intesa come l’introduzione di un’azione popolare. Viene riconosciuta, invero, una posizione di interesse legittimo in capo al proprietario di un immobile sito nella zona... _OMISSIS_ ...la costruzione o a chi si trovi in una situazione di stabile collegamento con la zona stessa; e ciò senza che debba essere data dimostrazione della sussistenza di un interesse qualificato alla tutela giurisdizionale (cfr, ex multis, Consiglio di Stato, Sez. V, 19 settembre 2008, n. 4528; Sez. IV, 4 dicembre 2007, n. 6157 e TRGA Bolzano 11 ottobre 2001, n. 259 e 6 maggio 2003, n. 169). Sennonché, detta speciale legittimazione deve intendersi limitata alle sole impugnazioni delle concessioni edilizie e non può estendersi alle domande di accertamento dell’ammontare dei contributi di costruzione, per le quali vale la regola generale, sancita dall'art. 81 c.p.c (applicabile anche al processo amministrativo), secondo cui per agire in giudizio bisogna essere portatori di un i... _OMISSIS_ ...ale proprio, salvi i casi in cui la legge espressamente preveda la legittimazione a difendere interessi altrui o collettivi o generali (cfr. Consiglio Stato, Sez. V, 6 febbraio 2007, n. 476).Dunque per poter agire in giudizio bisogna essere portatori di un proprio interesse personale, direttamente ed immediatamente collegato con l’area soggettiva di titolarità del ricorrente, non ravvisabile nel caso specifico.La domanda di accertamento dell’ammontare dei contributi di costruzione deve considerarsi, di conseguenza, inammissibile, per difetto di legittimazione a ricorrere.»

GIUDIZIO --> LEGITTIMAZIONE ATTIVA --> DETERMINAZIONE TARIFFE AUTOSTRADALI

Sintesi: La Regione è legittimata ad impugnare i provvedimenti di incremento... _OMISSIS_ ...di pedaggio autostradale applicate sulla rete autostradale presente sul suo territorio.

Estratto: «In via preliminare deve essere, altresì, esaminata la eccezione sul difetto di legittimazione attiva della Regione Abruzzo, sollevata dalle difese delle società Autostrade e Autostrade dei Parchi. Questa sezione aveva già esaminato la questione nella sentenza n° 9917 del 2006 relativa ad analogo ricorso proposto dalla Regione Lazio. La sezione aveva ritenuto sussistente la legittimazione attiva della Regione in relazione alla competenza legislativa concorrente in materia di governo del territorio e di grandi reti di trasporto e navigazione, ai sensi dell’art. 117 della Costituzione; secondo la ricostruzione della sezione, da tale norma deri... _OMISSIS_ ...ne, in quanto ente territoriale esponenziale degli interessi delle comunità stanziate sul suo territorio, una posizione differenziata dell’ente rispetto alla tutela del proprio interesse alla corretta azione amministrativa in materia e la legittimazione ad agire anche nell’interesse dell’intera sua collettività.Ritiene il Collegio di seguire l’orientamento già affermato dalla sezione con la sentenza n° 9917 del 2006, pur essendo stata tale pronuncia annullata dal Consiglio di Stato con decisione n° 399 del 2007. Ad avviso del Collegio, la pronuncia del Consiglio di Stato, in punto di difetto di legittimazione attiva della Regione ricorrente, non può essere condivisa.Il Consiglio di Stato afferma il difetto di legittimazione attiva in capo alla... _OMISSIS_ ...anto dall’attribuzione di competenze legislative e amministrative generali ( ex art 118 Cost.) in materia di trasporti e reti di comunicazione non deriverebbe la legittimazione ad impugnare. Inoltre, poiché il ricorso tende ad accertare l’inadempimento della convenzione si tratta, ad avviso del Consiglio, di una non prevista legittimazione di un terzo rispetto alla domanda di adempimento di tali obblighi convenzionali. Sostiene, infine, il Consiglio di Stato che la legittimazione ad agire per utenti e consumatori a tutela di interessi collettivi e diffusi è stata prevista espressamente dalla legge, mentre per l’ente pubblico territoriale non può derivare direttamente dal ruolo di portatore di interessi generali della collettività territoriale. Ritiene il Co... _OMISSIS_ ... osservazioni non possano essere condivise. Sembra che il Giudice di appello ricostruisca la legittimazione attribuita dalla legge alle associazioni rappresentative di utenti e consumatori come ipotesi eccezionale introdotta ex novo nell’ordinamento dal codice del consumo (Art 139 del d.lgs. n° 206 del 6-9-2005).Ritiene, invece, il Collegio di dover richiamare, per risolvere la questione, l’evoluzione della giurisprudenza amministrativa in materia di tutela di interessi diffusi, a partire dagli anni settanta e ottanta; tale evoluzione si è conclusa con la codificazione di alcune ipotesi espresse di legittimazione per associazioni portatrici di interessi diffusi ( legge n° 349 dell’8-7-1986 per le associazioni ambientaliste; d.lgs. n° 206 del 200... _OMISSIS_ ...el consumo, per le associazioni di consumatori e utenti ); la giurisprudenza aveva già riconosciuto la legittimazione dei cd. enti esponenziali di interessi collettivi o diffusi.E’ necessario ricordare tale processo evolutivo per evidenziare alcune fondamentali tappe, che non possono essere considerate superate dalla intervenuta codificazione di alcune ipotesi espresse.In primo luogo, è stata ammessa la legittimazione degli enti esponenziali muniti di personalità giuridica e a cui l’ordinamento attribuiva formalmente la cura di tali interessi ( enti esponenziali pubblici, ad esempio ordini e collegi professionali). Più problematico era il riconoscimento della legittimazione ad agire di quegli enti, a base associativa ma privi di personalità, costituiti dall&rsquo... _OMISSIS_ ...ata, come le associazioni di tutela ambientale, la cui legittimazione è stata originariamente riconosciuta, in quanto i fini statutari coincidevano con la tutela ambientale, finalità la cui rilevanza è riconosciuta dalla Costituzione; in particolare, la legittimazione attiva è stata riconosciuta, verificando di volta in volta se tali fini effettivamente fossero contenuti nello statuto, se vi fosse uno stabile collegamento con il territorio. Si deve, altresì, ricordare che la giurisprudenza applica tuttora...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 22954 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo