Termine per la proposizione del ricorso avverso una norma regolamentare

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> REGOLAMENTI

Sintesi: Il termine per la proposizione del ricorso avverso una norma regolamentare decorre non dalla pubblicazione, ma dal momento in cui interviene l'atto applicativo che attua la regola dettata in via astratta e generale, in quanto è in tale momento che l'interesse a ricorrere diviene concreto ed attuale.

Estratto: «Non vi è tardività quanto all’impugnazione della norma regolamentare in quanto è principio più volte affermato dalla giurisprudenza amministrativa che il termine per la proposizione del ricorso decorre non dalla pubblicazione, ma nel momento in cui interviene l'atto applicativo che attua la regola dettata in via astratta e gen... _OMISSIS_ ...o è in tale momento che l'interesse a ricorrere diviene concreto ed attuale.»

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> REGOLAMENTI --> REGOLAMENTO IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE

Sintesi: La norma del regolamento per la localizzazione degli impianti di radiotelefonia deve essere impugnata unitamente all'atto applicativo, ovvero col provvedimento che nega o consente l'installazione dell'impianto.

Estratto: «2. La sentenza medesima, che ha accolto il gravame così proposto, viene ora contestata dal Comune appellante, che l’ha censura, con un primo motivo, nella parte in cui ha respinto l’eccezione di tardività del ricorso di primo grado, per non avere impugnato... _OMISSIS_ ...il menzionato regolamento comunale, in quanto atto presupposto del diniego, nei termini decorrenti dalla sua pubblicazione o, quanto meno, dalla sua conoscenza, nella specie avvenuta all’atto della presentazione della domanda di autorizzazione.Tale rilievo del Comune appellante non può essere condiviso.La Sezione VI di questo Consiglio di Stato ha posto in rilievo in fattispecie analoghe (cfr., tra la più recenti: n.1567/2007) che, in tema di disposizioni dirette a regolamentare l’uso del territorio negli aspetti urbanistici ed edilizi, contenute nel piano regolatore, nei piani attuativi o in altro strumento generale individuato dalla normativa regionale, deve distinguersi fra le prescrizioni che in via immediata stabiliscono le potenzialità edificatorie della po... _OMISSIS_ ...torio interessata (nel cui ambito rientrano le norme di c.d. zonizzazione; la destinazione di aree a soddisfare gli “standard” urbanistici; la localizzazione di opere pubbliche o di interesse collettivo) dalle altre regole che più in dettaglio disciplinano l’esercizio dell’attività edificatoria, generalmente contenute nelle norme tecniche di attuazione del piano o nel regolamento edilizio (disposizioni sul calcolo delle distanze e delle altezze; sull’osservanza di canoni estetici; sull’assolvimento di oneri procedimentali e documentali; regole tecniche sull’attività costruttiva, ecc.).Come rilevato nella citata decisione - mentre per le disposizioni appartenenti alla prima categoria si impone, in relazione all’immediato effett... _OMISSIS_ ...dello “jus aedificandi” dei proprietari dei suoli interessati che ne deriva, ove se ne intenda contestare il contenuto, un onere di immediata impugnativa, in osservanza del termine decadenziale a partire dalla pubblicazione dello strumento pianificatorio, altrimenti le regole di zonizzazione e di localizzazione versano in condizione di inoppugnabilità ed esplicano efficacia cogente per ogni avente causa, che subentra nel diritto dominicale con tutti i suoi limiti, sia di natura privatistica che pubblicistica - a diversa conclusione deve pervenirsi, invece, con riguardo alle prescrizioni di dettaglio contenute nelle norme di natura regolamentare, che sono suscettibili di ripetuta applicazione ed esplicano effetto lesivo nel momento in cui è adottato l’atto ... _OMISSIS_ ...ossono essere, quindi, oggetto di censura in occasione della sua impugnazione.Ora, nel caso in esame - come quello considerato nella decisione appena richiamata - la disciplina regolamentare ha assunto le sue potenzialità lesive nel momento in cui il Comune di Lonigo si è pronunziato negativamente in ordine alla domanda della società H3G volta ad ottenere il titolo autorizzatorio per l’installazione di antenne per le realizzazione della rete di telecomunicazione mobile con tecnologia U.M.T.S., di cui la medesima società è titolare di licenza.La natura eminentemente regolamentare della disposizione contestata - in relazione all’oggetto ed allo scopo da essa perseguito - trova conferma, d’altronde, nell’art. 8, comma 6, della legge 22.6.2001, n. 36, ch... _OMISSIS_ ...o in un apposito “regolamento” lo strumento giuridico per l’esercizio della potestà riconosciuta ai comuni di “assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici”, con ogni conseguenza quanto alla possibilità di contestazione nel momento in cui interviene l’atto che attua la regola dettata in via astratta e generale. In tal senso (cfr. anche Cons. St., Sez.VI, 6.4.2007, n.1567; Sez IV 16.10.2001 n.5467), secondo cui nei confronti del piano regolatore generale, al pari di tutti gli atti a contenuto generale, il termine per impugnare decorre dal momento in cui si verifica la lesione dell’interesse sostanziale e dall’effettiva ... _OMISSIS_ ...provvedimento e della sua concreta lesività.Occorre osservare, al contrario, che, nei confronti del piano regolatore generale, al pari di tutti gli atti a contenuto generale, il termine per impugnare decorre dal momento in cui si verifica la lesione dell’interesse sostanziale e dall’effettiva conoscenza del provvedimento e della sua concreta lesività, secondo i principi generali in tema di impugnazione dei provvedimenti amministrativi (Cons. Stato, sez. IV, 4.10.2000, n. 5308; 16.10.2001, n. 5467; sez. VI 6.4.2007, n.1567).La lesione, dunque, non può che verificarsi a seguito dell’emanazione del provvedimento applicativo di quello generale; così che il termine per impugnare, contestando le prescrizioni generali in concreto applicate, decorre dalla c... _OMISSIS_ ...rovvedimento che ne fa applicazione; quest’ultimo, infatti, è quello che comporta l’attualità e la concretezza della lesione della situazione soggettiva protetta.Tra l’altro, nella specie, si tratta di una norma regolamentare, di carattere generale e astratto, destinata a disciplinare, su tutto il territorio comunale, la futura installazione degli impianti di telecomunicazione; con la quale sono stati posti limiti astratti all’installazione dei detti impianti; dal che consegue che il termine per ricorrere avverso siffatta disciplina non può che decorrere dal momento in cui la disciplina ha ricevuto applicazione concreta; ossia dal provvedimento di diniego di autorizzazione.Il motivo ora esaminato deve essere pertanto disatteso.»

... _OMISSIS_ ...mine per ricorrere contro una disciplina regolamentare, come tale avente carattere generale e astratto, destinata a regolare, sull’intero territorio comunale, la futura installazione degli impianti di telecomunicazioni, non può decorrere che dal momento in cui la disciplina medesima ha ricevuto applicazione concreta, vale a dire dalla emanazione del diniego di autorizzazione.

Estratto: «2.3.1.- In rito, va ripetuto che l’eccezione di irricevibilità, per tardivit...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 15913 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo