Computo dei termini per l'appello

Sintesi: Ai fini del computo dei termini per l'appello non si computa il dies a quo.

Estratto: «L'eccezione preliminare sollevata dal Comune appellato circa l'intempestività dell'appello è infondata, atteso che, ai fini del computo dei termini per l'appello, occorre tener conto della regola, secondo cui il "dies a quo non computato in termino" (cfr. in tal senso Cass. 5508/94); da ciò consegue che scadendo l'anno per l'impugnazione in data 2/12/2006, e dovendosi ad esso aggiungere l'ulteriore termine dei 45 giorni, per la sospensione feriale, dal 3/12/2006, il giorno di avvenuta notifica - 16/1/2007 - era l'ultimo giorno utile per l'impugnazione.»