Computo dei termini per l'appello

Sintesi: Ai fini del computo dei termini per l'appello non si computa il dies a quo.

Estratto: «L'eccezione preliminare sollevata dal Comune appellato circa l'intempestività dell'appello è infondata, atteso che, ai fini del computo dei termini per l'appello, occorre tener conto della regola, secondo cui il "dies a quo non computato in termino" (cfr. in tal senso Cass. 5508/94); da ciò consegue che scadendo l'anno per l'impugnazione in data 2/12/2006, e dovendosi ad esso aggiungere l'ulteriore termine dei 45 giorni, per la sospensione feriale, dal 3/12/2006, il giorno di avvenuta notifica - 16/1/2007 - era l'ultimo giorno utile per l'impugnazione.»

Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 3048 pagine in formato A4

45,00 €