La proposizione di appello nella giustizia tributaria dall'entrata in funzione delle Agenzie fiscali

Sintesi: L'entrata in funzione delle Agenzia fiscali cui il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300 ha determinato l'inapplicabilità della disposizione di cui al D.Lgs. 3 dicembre 1992, n. 546, art. 52, comma 2, per la quale gli uffici periferici del dipartimento delle entrate dovevano essere previamente autorizzati alla proposizione dell'appello principale dal responsabile.

Estratto: «A. La prima doglianza della contribuente - concernente pretesa "violazione" del "combinato disposto del D.Lgs. n. 546 del 1992, art. 52, comma 2, e la L. n. 212 del 2000, art. 7, comma 1" perché, si assume, "l'appello ... riporta gli estremi dell'autorizzazione ... ma non lo alliga alla copia dell'appello notificato" - è priva di fondamento pe... _OMISSIS_ ...nto si osserva a correzione ed integrazione, ex art. 384 c.p.c., della motivazione della sentenza impugnata in quanto la stessa, sul punto, si palesa comunque "conforme al diritto") nel caso l'atto di appello (come si legge nella sentenza impugnata) è stato "depositato il 31 maggio 2002", e, quindi, il gravame è stato proposto dopo il primo gennaio 2001, giorno di entrata in funzione (D.M. Finanze 28 dicembre 2000, ex art. 1) delle Agenzia fiscali cui il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300 (istitutivo delle stesse) ha attribuito la gestione della generalità delle funzioni in precedenza esercitate dai dipartimenti e dagli uffici del Ministero delle Finanze, trasferendo alle medesime Agenzie i relativi rapporti giuridici, poteri e competenze.L'entr... _OMISSIS_ ... detta - come statuito da questa Corte (sentenza 14 gennaio 2005 n. 604 delle sezioni unite, seguita da Cass., trib.: 14 maggio 2007 n. 10943; 22 settembre 2006 n. 20516; 31 marzo 2005 n. 6809) - ha determinato l'inapplicabilità ("deve essere ritenuta non più suscettibile di applicazione") della "disposizione del D.Lgs. 3 dicembre 1992, n. 546, art. 52, comma 2, per la quale gli uffici periferici del dipartimento delle entrate devono essere previamente autorizzati alla proposizione dell'appello principale dal responsabile..." in quanto per il citato D.Lgs. n. 300 del 1999, art. 57 i "rapporti giuridici, poteri e competenze" trasferiti alle agenzie fiscali vanno esercitati da queste "secondo la disciplina dell'organizzazione intern... _OMISSIS_ ...uot; di esse: l'organizzazione dell'Agenzia delle Entrate non prevede l'obbligo, per i suoi uffici periferici, di "essere previamente autorizzati alla proposizione dell'appello principale".»