Impugnazione del diniego di titolo edilizio: i condomini sono soggetti controinteressati

Sintesi: E' inammissibile l'impugnazione di un diniego di titolo edilizio che richiede il consenso del condominio se non sono citati i condomini, che costituiscono controinteressati in senso formale e sostanziale e sono agevolmente individuabili se il provvedimento indica il condominio.

Estratto: «Nel caso di specie, l'opera in contestazione era destinata a incidere sulla parte comune costituita dal tetto dell'edificio condominiale (non solo in senso materiale ma, eventualmente, anche sotto il profilo del decoro architettonico). L'opera, contrariamente a quanto assunto dall'odierno appellante, deve qualificarsi come innovazione voluttuaria – e non necessaria – per rendere più comodo il godimento dell'immobile. La medesima, al contempo, deve r... _OMISSIS_ ... ad imprimere alla cosa comune una destinazione anche ad uso esclusivo del suo appartamento. L'Amministrazione comunale, a fronte dell'evidente incidenza su una parte comune dell'edificio condominiale, nonché paventando prudenzialmente l'eventualità dell'utilizzo di parte della volumetria residua dell'edificio condominiale, in esplicazione del menzionato potere/dovere di verifica del titolo di legittimazione ha consequenzialmente, e del tutto ragionevolmente, richiesto il consenso del condominio. Orbene, tenuto conto dell'espressa contemplazione, nell'impugnato provvedimento di diniego, dell'esigenza di acquisire il consenso condominiale, vi risulta formalmente indicato l'ente di gestione che sarebbe stato leso nel caso di rilascio del permesso (il condominio, e pe... _OMISSIS_ ...vamente i condomini, agevolmente individuabili dall'appellante), la cui posizione è connotata dalla titolarità di un interesse giuridicamente qualificato (nella specie, del diritto di proprietà su parti comuni – tetto condominiale – dell'edificio interessato dai lavori), implicitamente contemplato dall'atto impugnato, a mantener fermi gli effetti scaturenti dal provvedimento di diniego. I citati soggetti, quindi, nell'appellata sentenza sono stati correttamente qualificati come controinteressati in senso formale e sostanziale e ad almeno uno di essi pertanto andava notificato a pena di inammissibilità il ricorso originario a mente dell'art. 21, comma 1, l. n. 1034 del 1971 (v., in fattispecie analoga, C.d.S., Sez. VI, 29 maggio 2007, n. 2742).... _OMISSIS_ ...LF|Sintesi: Il procedimento di rilascio del titolo abilitativo all'attività costruttiva vede come uniche parti necessarie il privato che ne ha formulato richiesta e l'organo pubblico competente: i soggetti stabilmente residenti nella zona o nell'unità immobiliare cui si riferisce l'atto autorizzatorio hanno una posizione di controinteresse solo potenziale, per cui, una volta rilasciato il permesso a costruire, possono proporre impugnativa nella qualità terzo leso dalla statuizione dell' amministrazione, che si affermi non conforme alla vigente disciplina urbanistica ed edilizia.

Estratto: «2). Ciò posto va disattesa l'eccezione di inammissibilità del ricorso di primo grado - formulata dal Comune di Laives con richiamo all'obbligo del ... _OMISSIS_ ...i rilevare d'ufficio la regolare costituzione del contraddittorio - per l'omessa notifica dell' impugnativa ai controinteressati, individuati negli altri proprietari delle unità immobiliare in condominio e, segnatamente, della porzione destinata a sottotetto.Sotto il profilo formale nel contesto del provvedimento impugnato non sono nominativamente individuati soggetti che beneficino di una posizione di vantaggio per effetto della pronunzia di segno negativo e che, pertanto, debbano essere necessariamente evocati in giudizio per il pregiudizio che possano ricevere da una statuizione demolitoria dell'atto gravato.Sul piano sostanziale il procedimento di rilascio del titolo abilitativo all'attività costruttiva vede come uniche parti necessarie il privato che ne ha for... _OMISSIS_ ...a e l'organo pubblico competente. I soggetti stabilmente residenti nella zona o nell'unità immobiliare cui si riferisce l'atto autorizzatorio hanno una posizione di controinteresse solo potenziale. Costoro, una volta rilasciato il permesso a costruire, possono proporre impugnativa nella qualità terzo leso dalla statuizione dell' amministrazione, che si affermi non conforme alla vigente disciplina urbanistica ed edilizia.»