La condanna della P.A. al risarcimento del danno per occupazione con equivalente monetario

Sintesi: Nella domanda di condanna dell'Amministrazione al risarcimento del danno per equivalente monetario conseguente all'annullamento degli atti della procedura, va ravvisata una implicita ma inequivocabile rinuncia ad avvalersi dell'effetto caducante provocato dall'annullamento che avrebbe invece consentito di formulare eventuale richiesta di un risarcimento in forma specifica (restitutio in integrum), qualora ne sussistessero i presupposti.

Estratto: «1. I ricorrenti chiedono la condanna dell'Amministrazione al risarcimento del danno per equivalente monetario, sul dichiarato presupposto che, con decreto n. 2 del 12.4.2005 (mai oggetto di formale impugnazione), è stato disposto l'esproprio dei terreni di loro proprietà, con conseguente perdita d... _OMISSIS_ ...o definitivo.Considerato tale petitum, il Collegio rileva una implicita ma inequivocabile rinuncia ad avvalersi dell'effetto caducante provocato dall'annullamento dei progetti dell'opera e della dichiarazione di pubblica utilità, che avrebbe invece consentito di formulare eventuale richiesta di un risarcimento in forma specifica (restitutio in integrum), qualora ne sussistessero i presupposti.»

Sintesi: L'azione risarcitoria per il ristoro dei danni derivanti da provvedimenti illegittimi può essere proposta anche indipendentemente dalla tempestiva impugnazione dei provvedimenti stessi, purché sia rispettato il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno.

Estratto: «Il fatto che entrambe le parti abbiano realizz... _OMISSIS_ ... concessorio in modo non consapevole, e cioè con la convinzione di redigere un contratto civilistico, deve ritenersi irrilevante; nella sostanza e nella realtà giuridica è stato creato un rapporto concessorio,seppur disciplinato in modo civilistico,ma la relativa regolamentazione, (in difetto di incompatibilità assoluta delle clausole poste con la disciplina pubblicistica dell'istituto della concessione), non può non rimanere ferma.Da ciò discende che l'atto posto in essere dall'Amministrazione non può considerarsi un recesso civilistico ma deve considerarsi un provvedimento di sostanziale revoca.Considerato, come tale, non può non ritenersi inficiato dalle dedotte censure di eccesso di potere per violazione dei doveri di imparzia... _OMISSIS_ ...inistrazione e in particolare, del principio dell'affidamento.Il comportamento dell'amministrazione è peraltro connotato anche da una venatura di non correttezza laddove viene motivata la disdetta (rectius revoca) con l'intenzione di destinare i locali "ad attività tendenti al conseguimento delle proprie finalità istituzionali" e poi nella realtà i locali stessi vengono destinati al medesimo uso.Tale atto di sostanziale revoca non è stato impugnato dalla società ricorrente ma ciò non esclude l'ammissibilità dell'azione di risarcimento danni e ciò alla luce del principio giurisprudenziale secondo cui l'azione risarcitoria per il ristoro dei danni derivanti da provvedimenti illegittimi può essere proposta anche indipe... _OMISSIS_ ...la tempestiva impugnazione dei provvedimenti stessi, purché sia rispettato il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno.»

Sintesi: La pretesa restituzione del bene occupato è diritto soggettivo consequenziale all'annullamento dell'atto amministrativo, da far valere con apposita domanda, distinta dal mero petitum di annullamento, il cui accoglimento vale solo a far riespandere il diritto di proprietà, una volta che esso è risultato esser stato illegittimamente affievolito ad interesse legittimo.

Estratto: «Va, poi, dichiarata inammissibile la domanda, per la prima volta formulata in appello, di condanna del Comune di Villaricca a “restituire il terreno illegittimamente sottratto agli appellanti... _OMISSIS_ ...osi la pretesa restituzione come diritto soggettivo consequenziale all'annullamento dell'atto amministrativo, da far valere con apposita domanda, distinta dal mero petitum di annullamento formulato, nella fattispecie all'esame, con il ricorso introduttivo, il cui accoglimento vale solo a far riespandere il diritto di proprietà, una volta ch'esso è risultato esser stato illegittimamente affievolito ad interesse legittimo.»

Sintesi: A seguito dell'intervenuta caducazione del provvedimento, l'illegittimità di quest'ultimo entra a far parte della fattispecie risarcitoria (insieme alla colpa dell'Amministrazione e all'evento dannoso), quale condizione del danno ingiusto arrecato all'interesse legittimo; tuttavia il giudice amministrativo non p... _OMISSIS_ ...accertamento del danno senza che venga proposta in giudizio la domanda, essendo in ciò impedito dal principio dispositivo.

Estratto: «Al riguardo giova evidenziare che, senza alcun dubbio, per pacifico orientamento di questo consesso “La domanda risarcitoria proposta in sede giurisdizionale per lesione di interessi legittimi è ammissibile anche in caso di declaratoria di improcedibilità riferita alla domanda di annullamento dell'atto cui dovrebbe ricondursi la dedotta lesione, tenendo conto che all'uopo non può individuarsi alcuna preclusione quando il provvedimento lesivo — lungi dal consolidarsi — sia già stato caducato dall'Amministrazione in via di autotutela”, con efficacia ex tunc (Cons Stato-Sez. VI - 1... _OMISSIS_ ... 1137).Tuttavia, è bene sottolineare che proprio in ragione del suesposto orientamento giurisprudenziale, la parte interessata non ha alcuna necessità di richiedere al giudice una pronuncia di illegittimità ed il conseguente annullamento di un provvedimento, se questo è stato, in corso di giudizio, già rimosso dall'amministrazione che l'ha adottato.In tale situazione, la parte interessata può senz'altro promuovere l'azione risarcitoria per l'illegittimo comportamento dell'amministrazione, essendosi già verificata la pregiudiziale rappresentata dalla caducazione del provvedimento impugnato (Cons Stato Ad. Plen. n.12/2007). Senonché l'odierna società ricorrente, si è limitata a proclamare il proprio interesse ad ottenere ... _OMISSIS_ ...sarcimento del danno, in relazione al predetto periodo di occupazione illegittima, senza quindi proporre affatto in questo giudizio anche la relativa domanda.In tal modo, è però venuta meno ad un suo preciso ed insostituibile onere processuale.Ed invero, con l'intervenuta caducazione del provvedimento, l'illegittimità di quest'ultimo entra a far parte della fattispecie risarcitoria (insieme alla colpa dell'Amministrazione e all'evento dannoso) quale condizione del danno ingiusto arrecato all'interesse legittimo, il cui accertamento il giudice amministrativo non può compiere senza che venga proposta in giudizio la domanda, essendo in ciò impedito dal principio dispositivo che governa tale tipo di giudizio. L'interesse alla futura condanna dell'a... _OMISSIS_ ...al risarcimento del danno, nella fattispecie in esame, non può quindi essere valutato, e non può di conseguenza procedersi, per quanto occorre nella invocata prospettiva neppure in via incidentale, all'esame delle censure articolate con il primo motivo di ricorso, che a detto interesse, per affermazione della parte, sono inscindibilmente connesse.Deve quindi essere confermata l'improcedibilità del primo motivo di ricorso, in adesione a quanto statuito dal primo giudice.»

Sintesi: L'azione risarcitoria completa ed assicura la tutela ripristinator...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19591 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 3048 pagine in formato A4

45,00 €