Casi in cui l'acquisizione sanante ex art. 42-bis, d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 ha o non ha effetto retroattivo

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ

L’acquisizione ex art. 42-bis, d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 costituisce una delle possibili cause legali di estinzione del fatto illecito dell'amministrazione incidente sul diritto di proprietà e trova legittima applicazione anche alle situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore.

L'articolo 42-bis del dPR 327/2001 si applica ai processi in corso anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> NON RETROATTIVO
... _OMISSIS_ ...icende che traggano origine da procedimenti ablatori avviati in epoca anteriore all'entrata in vigore del D.P.R. n. 327 del 2001, ai sensi dell'art. 57 di tale decreto, restano sottratte al disposto dell'art. 42-bis. Il comma 8 dell'art. 42-bis del dpr 327/2001, secondo cui le disposizioni da esso introdotte si applicano anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, non può essere interpretato nel senso che l'ambito applicativo delle stesse si estenda anche ai fatti verificatisi in data anteriore all'entrata in vigore del Testo unico.

Il carattere non retroattivo dell'acquisizione sanante, impedisce l'utilizzo dell'istituto in presenza di un giudicato che abbia già disposto la restituzione del bene al privato.

Ad avviso delle SS.UU. della... _OMISSIS_ ...zione (sentenza n. 735 del 2015), dell'art. 42 bis DPR 327/2001, potrebbe farsi applicazione solo a decorrere dal 30 giugno 2003 (data di entrata in vigore del D.P.R. n. 327/2001), in analogia a quanto previsto dal previgente art. 43 dello stesso D.P.R. n. 327/2001 (la possibilità di estendere il campo di applicazione dell’art. 42-bis alle occupazioni anteriori al 30 giugno 2003 è stata prospettata, ma non vagliata, dalle Sezioni Unite per difetto di rilevanza nel caso trattato).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 ha sostituito l'art. 43 del medesimo decreto, che aveva introdotto nel nostro ordinamento l'istituto dell'acquisizione sanante e che era stato espunto per eccesso di delega dalla Corte costituzionale. E' evidente, pertanto, la preoccupazione del legisl... _OMISSIS_ ...di assicurare alla nuova disposizione la stessa applicazione temporale già prevista per quella dettata dall'art. 43, che si inseriva in un sistema organico di norme destinato a superare l'istituto dell'occupazione acquisitiva, ma soltanto dopo il 30 giugno 2003 (data di entrata in vigore dei testo unico), come confermato dall'assenza in quella norma della previsione di una applicabilità anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore. Tale preoccupazione emerge, in particolare, laddove nel comma ottavo dell'art. 42 bis, è stata specificamente prevista e disciplinata l'ipotesi della avvenuta emissione di un provvedimento di acquisizione ai sensi del precedente art. 43.

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANT... _OMISSIS_ ...2 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> RETROATTIVO

Una occupazione divenuta illegittima nel 1986 può essere sanata con l'articolo 42-bis.

Il provvedimento di cui all’art. 42 bis TUES è adottabile anche per le situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore.

Espunto dall’ordinamento l’istituto dell’accessione invertita (altrimenti detta occupazione acquisitiva, appropriativa o espropriativa), l’occupazione abusiva posta in essere dall’amministrazione ha natura di illecito permanente, la cui cessazione può aversi anche per effetto del provvedimento di acquisizione sanante ex art. 42 bis d.P.R. n. 327 del 2001, applicabile, ai sensi della norma di cui all’ottavo comma dello st... _OMISSIS_ ...s, ad ogni occupazione illecita, anche se anteriore all’entrata in vigore del testo unico n. 327 del 2001.

L'art. 42 bis del D.P.R. n. 327/2001 è applicabile anche alle occupazioni non concluse con l’adozione di un valido titolo di esproprio e iniziate precedentemente alla sua introduzione.

Non è di ostacolo all’accoglimento del ricorso avverso il silenzio ad istanza di attivazione del procedimento ex art. 42 bis DPR 327/2001, il fatto che nella fattispecie l’occupazione sia divenuta illegittima in epoca antecedente alla formulazione del cit. art. 42-bis, atteso che, posto il carattere permanente dell’illecito, il comma 8 del citato articolo estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anter... _OMISSIS_ ...ntrata in vigore.

L' art. 42 bis del DPR 327/01 è applicabile anche alle situazioni pregresse.

Non è di ostacolo all’accoglimento del ricorso a fronte di silenzio ad istanza di acquisizione del bene ex art. 42 bis DPR 327/2001, il fatto che nella fattispecie l’occupazione sia divenuta illegittima in epoca antecedente alla formulazione dell’art. 42-bis del D.P.R. n. 327/2001, atteso che, posto il carattere permanente dell’illecito, il comma 8 del citato articolo estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

In ipotesi di occupazione illegittima l’unico potenziale ostacolo al pieno esplicarsi della tutela restitutoria è costituito dall’... _OMISSIS_ ...arte dell’Amministrazione interessata, dello speciale “potere sanante” previsto dall’art. 42 bis del d.p.r. 8 giugno 2011, n. 2001, applicabile anche “a fatti anteriori” alla sua entrata in vigore in virtù dell’espressa previsione contenuta al comma 8.

La giurisprudenza amministrativa appare univocamente indirizzata nel senso di ritenere l’acquisizione ex art. 42-bis DPR 327/2001 applicabile a tutti i fatti pregressi alla sua entrata in vigore, ivi comprese le occupazioni antecedenti il 30 giugno 2003.

La difformità di vedute fra il giudice ordinario e il giudice amministrativo in merito all'applicabilità dell'acquisizione ex art. 42-bis DPR 327/2001 a tutti i fatti pregressi alla sua entrata in vi... _OMISSIS_ ...la divaricazione di indirizzi già fatta registrare nel vigore dell’art. 43 del D.P.R. n. 327/2001. Non sorprende pertanto che, come si ricava dai lavori preparatori della legge di conversione del D.L. n. 98/2011, il legislatore abbia inteso risolvere con l'ottavo comma del cit. 42 bis tu una volta per tutte la questione, originata dal fatto che l’art. 43 del T.U. espropri taceva sul punto della sua efficacia temporale.

L’ottavo comma dell’art. 42-bis DPR 327/2001, rende l’istituto dell’acquisizione “sanante” applicabile tout court ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, senza discrimini cronologici ulteriori. E’ questa infatti l’unica opzione interpretativa che, tenendo fede all’inequivo... _OMISSIS_ ...rale della norma, fornisce una soluzione generalizzata al problema delle occupazioni – anche molto risalenti – non seguite dall’adozione del decreto di esproprio e risponde all’esigenza del legislatore del 2011 di colmare il vuoto creato dalla dichiarazione d' illegittimità dell’art. 43 T.U., apprestando all’amministrazione una “legale via d’uscita” in tutti i casi, nessuno escluso, di opere pubbliche realizzate in assenza del valido ed efficace decreto di esproprio.

L’ottavo comma dell’art. 42-bis DPR 327/2001 rende l’istitu...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 26088 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo