Principi generali da osservare nelle procedure di affidamento delle concessioni demaniali marittime
DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> PROCEDURA DI AFFIDAMENTO

La concessione demaniale marittima rilasciata da un comune ad una società, pur nell'ambito del medesimo procedimento amministrativo che ha portato al rilascio di altre concessioni oltre quelle relative alla predetta società, concerne solo quest'ultima e, dunque, non può spiegare effetto con riguardo ad altro titolo concessorio relativo a diversa area del litorale, presupponendo il suo rilascio, pur in presenza di un'unica procedura concorsuale di aggiudicazione, specifiche valutazioni riguardanti l'idoneità del concessionario, le modalità di gestione dell'area ed ogni altro aspetto strettamente correlato allo specifico rapporto fra l'... _OMISSIS_ ... e quel determinato concessionario.

L’art. 45 bis c.n. in tema di concessioni demaniali marittime tutela due distinti interessi dell’amministrazione, il primo volto alla salvaguardia del bene demaniale, il secondo volto alla tutela della concorrenza: infatti garantisce sia che, per tutta la durata della concessione, l’amministrazione concedente possa sempre verificare che il bene pubblico sia in concreto utilizzato da soggetti idonei, sia che non sia elusa la regola per cui le concessioni, e più in generale i titoli di godimento di beni pubblici, vanno attribuiti mediante pubblica gara, per assicurare pari possibilità di accesso a tutti i privati interessati.

Le norme previste dal D.Lgs. 163/06 sono applicabili anche alle conce... _OMISSIS_ ...del demanio marittimo preordinate all’esecuzione di opere pubbliche.

Costituisce potere discrezionale dell'amministrazione procedente stabilire l'applicazione del d.lgs. 163/2006 alle concessioni di beni del demanio marittimo, purché non sia travalicato il generale canone di proporzionalità.

La carenza di domande concorrenti non rende per ciò solo dovuto il rilascio del titolo demaniale quante volte emergano fondati motivi ostativi e la concessione dell’area non si applausi conferme all’interesse pubblico perseguito.

È illegittimo il provvedimento con il quale la P.A. rinvia ogni valutazione relativa alla domanda di concessione demaniale marittima alla pubblicazione dei bandi di gara per l’affidamento di n... _OMISSIS_ ...i, senza motivare le ragioni per le quali non ha ritenuto applicabili l’art. 5 reg. es. nav. mar. e l’art. 3 D.P.R 509/1997, che garantiscono anch’essi il libero accesso alle concessioni e la parità di trattamento tra gli operatori, mediante la pubblicazione della domanda presentata dal soggetto interessato alla concessione e l’avvertimento agli altri potenziali operatori economici circa la possibilità di presentare analoghe istanze da valutare comparativamente.

La procedura di gara per la gestione a terzi di un tratto di arenile demaniale marittimo segue lo schema dell’appalto di servizi e ha ad oggetto l’affidamento di sub concessione d’uso di demanio marittimo, pertanto sono ad essa applicabili il codice appalti ed ... _OMISSIS_ ... navigazione.

Nel nostro ordinamento non si rinviene alcuna norma che giustifichi la decisione del Comune di sospendere tutte le pratiche volte al rilascio delle concessioni demaniali fino all’approvazione di bandi per l’attribuzione delle stesse mediante procedure di evidenza pubblica.

L'ipotesi dell’occupazione anticipata, prevista dall'art. 38 cod. nav., per il quale l'autorità marittima ha il potere di autorizzare, in pendenza del procedimento di concessione, l'anticipata occupazione di area demaniale portuale a favore del richiedente la concessione, nonché l'uso di beni portuali e l'esecuzione di opere all'uopo necessarie, alle condizioni che saranno stabilite nel definitivo atto di concessione, è applicabile anche ai casi... _OMISSIS_ ...essione sia messa a gara.

L’accoglimento o meno di un’istanza volta al rilascio di una concessione demaniale non può dipendere dal ritardo con cui l’amministrazione approva un regolamento di esecuzione e di organizzazione di un’area marittima protetta.

L’art. 38 D. Lgs. 163/2006 trova applicazione anche alle procedure di affidamento delle concessioni demaniali marittime ove sia richiamato dalla lex specialis di gara; di conseguenza, deve ritenersi legittima l’esclusione del partecipante che non abbia reso una delle dichiarazioni previste dalla medesima norma.

L’applicazione dei principi generali del diritto comunitario nella materia delle concessioni demaniali marittime richiede che vi sia... _OMISSIS_ ...bilità di un confronto concorrenziale fra i possibili aspiranti ad un beneficio economicamente rilevante concedibile dall'amministrazione ma non necessariamente attraverso le tipiche procedure dell’evidenza pubblica.

Alle concessioni di beni pubblici di rilevanza economica, tra cui vi rientrano le concessioni demaniali marittime, si applicano i principi discendenti dal diritto comunitario in materia di appalti, quali quelli della necessaria attribuzione mediante procedure concorsuali, trasparenti, non discriminatorie, nonché tali da assicurare la parità di trattamento ai partecipanti.

Con disposizioni generali e stratte, l'amministrazione può prevedere procedure, basate sulla trasparenza e sulla evidenza pubblica, per la scelta dei concess... _OMISSIS_ ...ee preventivamente individuate come quelle da non lasciare all’uso pubblico e da gestire tramite concessioni demaniali.

Non è irragionevole la previsione del bando per l'affidamento di una concessione demaniale marittima per la realizzazione di strutture per nautica da diporto che assegna un punteggio maggiore a chi mette a disposizione della P.A. dei posti barca.

Le concessioni del demanio marittimo devono essere affidate con procedura di evidenza pubblica ed avere durata temporale limitata, al fine di consentire un mercato concorrenziale e non sottrarre a tempo indeterminato i beni demaniali al mercato.

La concessione supplettiva rilasciata a seguito di provvedimenti del G.A. che non comporti un'alterazione sostanziale all... _OMISSIS_ ...ncessione non richiede la procedura ad evidenza pubblica preceduta dalla pubblicazione dell'istanza di cui all'art. 18 reg. es. cod. nav..

L'interpretazione dell'art. 37 cod. nav. che privilegia l'esperimento di una gara per l'individuazione del concessionario dell'area del demanio marittimo deriva dall'esigenza di interpretare tale norma conformemente ai principi comunitari in materia di libera circolazione dei servizi, di par condicio, d'imparzialità e di trasparenza.

La sottoposizione della procedura per l'affidamento della concessione demaniale marittima ai principi di evidenza trova il suo presupposto sufficiente nella circostanza che con tale provvedimento si fornisce un'occasione di guadagno a soggetti operanti sul mercato, tale da impor... _OMISSIS_ ...a competitiva ispirata ai ricordati principi di trasparenza e non discriminazione.

Le norme che disciplinano la procedura che la P.A. deve seguire per l'emanazione di provvedimenti concessori o autorizzatori sono finalizzate alla tutela diretta del bene primario e sostanziale della corretta gestione del demanio marittimo e della riserva del suo godimento in capo all'intera collettività.

In ordine alla scelta del concessionario di cui all’art. 37 del codice della navigazione, è ammissibile un’interpretazione comunitariamente orientata che porta all’applicazione del d.lgs. n. 163/2006.

Gli artt. 66 e 70 del d. lgs. 163/2006 non si applicano ai bandi delle procedure di scelta del soggetto a cui rilasciare la concess... _OMISSIS_ ...marittima.

In materia di procedure per la scelta del soggetto a cui rilasciare la concessione demaniale marittima, il principio di pubblicità deve ritenersi rispettato qualora il bando sia stato pubblicato oltre che nella G.U.R.I. e nella G.U.C.E. anche presso gli albi pretori del Comune, della Capitaneria di Porto e dell'Autorità Portuale, nonché, per estratto, in un quotidiano nazionale ed in uno locale.

Nell'affidamento del bene demaniale, non è irragionevole preferire il soggetto che sia radicato nell'area e che abbia dichiarato di voler assorbire personale portuale in disponibilità.

È illegittima l'esclusione dalla procedura di evidenza pubblica preordinata al rilascio della concessione demaniale marittima che sia motivata in... _OMISSIS_ ...imento nella busta della documentazione di un progetto redatto in scala diversa da quella indicata a titolo esemplificativo nel bando: in tale caso, l’esclusione poteva essere disposta solo per l’assenza del documento prescritto o per una carenza talmente macroscopica e grave da renderlo sostanzialmente inesistente e comunque sarebbe stato esercitabile il c.d. «soccorso istruttorio».

Qualora su un'istanza di concessione il comitato portuale abbia espresso parere favorevole condizionato, una volta accertato il mancato avveramento di tali condizioni la P.A. può legittimamente rigettare della domanda senza che sia necessario acquisire nuovamente il parere del comitato portuale.

I beni demaniali che hanno ricevuto in forza di... _OMISSIS_ ...imenti destinazione commerciale preordinata alla loro valorizzazione sono sottratti alla regola dell'evidenza pubblica.

La presentazione dell'istanza di rinnovo della concessione demaniale marittima oltre il termine massimo previsto dalla normativa regionale impedisce di qualificare il concessionario come "concessionario uscente" e di considerare lo stesso come titolare di una posizione differenziata di cui l'Amministrazione deve tener conto nel corso della procedura di affidamento che si tiene alla scadenza della concessione.

L'aspettativa del concessionario uscente di recuperare il capitale investito presuppone la continuità ed attualità, al momento della comparazione, della posizione di concessionario, che non si ha qualora questi n... _OMISSIS_ ...tato tempestiva istanza di rinnovo.

La mancata indizione della procedura di evidenza pubblica è legittima qualora ne sia palese l'inutilità, in ragione dell'impossibilità di assentire una delle istanze per inidoneità dell'area.

La sentenza che afferma l'illegittimità dell'esclusione della ricorrente dalla procedura concorsuale per l’assegnazione in concessione degli specchi acquei per nautica da diporto non comporta l'obbligo per la P.A. di aggiudicare al soggetto la concessione.

L'art. 38 cod. nav. ammette che possa farsi luogo ad assegnazioni temporanee di beni demaniali, le quali pero, proprio perché intrinsecamente transitorie, non solo non sono capaci di radicare affidamenti in ordine all'assegnazione dell'area meritevo... _OMISSIS_ ...e in capo ai titolari, ma preludono necessariamente all'avvio di procedure comparative in vista dell'assegnazione definitiva.

L'art. 5 D.P.R. 509/1997 non contempla la redazione di un progetto che va apprezzato in base a dei parametri prefissati, quanto una fase di riformulazione comune tra l’amministrazione e il proponente della stesura risultata più aderente all’originaria previsione generale.

La scelta che un’amministrazione deve operare in sede di valutazione comparativa, allorché è necessario pervenire ad una sola opzione per la realizzazione di un progetto o la stipulazione di un contratto non involge tanto gli elementi positivi del progetto, ma piuttosto gli elementi che possono indurre ad escludere o a penalizzare alcun... _OMISSIS_ ...e negoziali, posto che si deve presumere che i soggetti interessati alla selezione abbiano già prestato ogni cura nell’aderire alle indicazioni ricevute in sede generale.

...

...continua.  Qui sono visibili 12500 su 26028 caratteri complessivi dell'articolo.

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo