Presupposti del rilascio del permesso di costruire in deroga alle previsioni degli strumenti urbanistici

TITOLO EDILIZIO --> IN DEROGA --> PRESUPPOSTI
Deve intendersi “edificio di interesse pubblico”, ai fini del rilascio del titolo edilizio in deroga, ogni manufatto idoneo, per caratteristiche intrinseche o per destinazione funzionale, a soddisfare interessi di rilevanza pubblica.

L’interesse pubblico che consente il rilascio del permesso di costruire in deroga ai sensi dell’art. 14 D.P.R. 380/2001 non deve necessariamente attenere al carattere pubblico dell’edificio o del suo utilizzo, ma è sufficiente che coincida con gli effetti benefici per la collettività che dalla deroga potenzialmente derivano, in una logica di ponderazione e contemperamento calibrata sulle specificità del ... _OMISSIS_ ...te da considerazioni meramente finanziarie.

La concessione edilizia in deroga alle previsioni degli strumenti urbanistici, quale espressione di un potere di natura eccezionale, necessita di un’adeguata e congrua motivazione.

In tema di permesso di costruire in deroga deve ritenersi che la deroga abbia una sua ragione solo all’interno delle diversificate destinazioni d'uso, ammesse dagli strumenti urbanistici all'interno delle singole destinazioni di zona urbanistiche previste dalla legge, dovendosi mantenere un collegamento tra le destinazioni d’uso dei singoli immobili con quelle di zona.

La concessione edilizia in deroga costituisce un prov... _OMISSIS_ ...ionale ed a contenuto singolare, volto a soddisfare specifici interessi pubblici sulla base di valutazioni contingenti e dotate di eccezionalità che giustificano nella situazione concreta l’inosservanza delle disposizioni contenute negli atti di programmazione. Ne discende che i presupposti per il rilascio della concessione in deroga devono essere accertati in modo puntuale e rigoroso.

Per edificio di interesse pubblico, ai fini del rilascio della concessione in deroga, deve intendersi ogni manufatto edilizio idoneo per caratteristiche intrinseche o per destinazione funzionale a soddisfare interessi di rilevanza pubblica.

Alla luce delle limitazioni al potere di deroga del Comune, circoscritt... _OMISSIS_ ...i previsti dalla L. n. 1150 del 1942, art. 41 quater e della L. n. 1357 del 1955, art. 3, si deve escludere la sussistenza di un interesse a costruire in difformità dai canoni ordinari aprioristicamente tutelabile ed, in conseguenza, di un affidamento del privato in ordine al conseguimento dell'utilità sperata.

Il mancato rispetto delle distanze costituisce idoneo motivo di rigetto del permesso da rilasciarsi anche in deroga agli strumenti urbanistici.

L’art. 14 D.P.R. 380/2001 non impone affatto che d’ufficio il Comune consenta l’edificazione in deroga, ma è costruito come un modello procedimentale ad istanza di parte.

Il recupero, ai fini d... _OMISSIS_ ...un p. di c. in deroga, ex art. 14 d. P. R. 380/01, degli atti istruttori compiuti nell’ambito di una conferenza di servizi convocata per decidere circa una precedente e diversa istanza, ex art. 5 d. P. R. 447/1998 (nella specie, del parere reso dalla Soprintendenza) non può considerarsi legittima.

Qualora in sede di approvazione dello strumento urbanistico generale il Comune abbia espressamente contemplato per certe zone che il rilascio del titolo edilizio per certi interventi debba avvenire in deroga ai sensi dell'art. 14 D.P.R. 380/2001, l'ente si è autovincolato, e pertanto non residua margine per alcuna valutazione discrezionale sul punto.

L’interesse pubblico richiesto per il perme... _OMISSIS_ ...e in deroga ricorre anche in quelle strutture ove viene offerto un servizio alla collettività e per tale ragione caratterizzate da una pubblica fruibilità.

La deroga edilizia presuppone che sia prioritariamente riconosciuta la sussistenza dello specifico interesse pubblico ad essa sotteso, per verificare se possa essere reputato prevalente rispetto a quello perseguito dalla pianificazione urbanistica.

La concessione edilizia in deroga può essere legittimamente emanata se sussiste un concreto e specifico interesse pubblico, di natura e qualità prevalenti rispetto agli interessi che hanno trovato considerazione e riconoscimento negli atti di pianificazione territoriale.

... _OMISSIS_ ...scio del titolo edilizio in deroga presuppone da parte della P.A. una valutazione comparativa fra le eccezionali ragioni che impongono la deroga e la situazione di fatto e di diritto sulla quale il relativo provvedimento verrebbe a incidere; questo anche a tutela del legittimo affidamento riposto dai privati sull’assetto urbanistico derivante dalle prescrizioni cui essi stessi hanno prestato osservanza e che nel caso concreto verrebbero invece disapplicate.

La n.t.a. che consenta il rilascio di permessi di costruire in deroga "quando si presentino motivi di utilità pubblica, di interesse pubblico o di salvaguardia paesaggistica" contrasta con l'eccezionalità che il legislatore (art. 15 D.P.R. 380/2001) attribuisce all'is... _OMISSIS_ ...o essa deve essere interpretata restrittivamente.

La sostanziale modifica dell’assetto urbanistico che a seguito di permesso di costruire in deroga (art. 15 D.P.R. 380/2001) deriva dall'assentimento di un intervento edilizio difforme dalle prescrizioni urbanistiche esige la piena riconducibilità del progetto all’area applicativa della deroga, in considerazione del carattere eccezionale dell’istituto.

A norma dell’art. 41-quater della l. n. 1150/1942 (ora art. 14 DPR 380/2001), la necessità, ivi indicata, della pronuncia del Consiglio Comunale per la concessione edilizia in deroga, pone in rilievo il dato che la determinazione negativa del Consiglio sulla deroga precluda il pr... _OMISSIS_ ...cedimento di concessione edilizia in ordine alla deroga stessa: è pertanto illegittimo il rilascio di una concessione edilizia in deroga quando la deroga non consegua a deliberazione del Consiglio Comunale.

A differenza degli altri titoli edilizi, l’assenso in deroga presenta profili marcatamente discrezionali in ordine all’opportunità del rilascio, talché l’esatta individuazione della specifica finalità avuta di mira con la deroga è un elemento aggiuntivo, ma decisamente essenziale, del relativo provvedimento, tanto da risultare talora finanche consacrato in atti convenzionali ad hoc, accessivi al provvedimento autorizzativo, conclusi tra il richiedente e l’Amministrazione procedente.