L'autotutela nel caso di occupazione abusiva di beni demaniali. Potere e presupposti e casistica

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> AUTOTUTELA

L'ordine di sgombero e ripristino dello stato dei luoghi ex art. 55 cod. nav. in relazione ad opere realizzate all’interno della fascia di 30 metri dal demanio marittimo è legittimo anche in presenza di accertamento della compatibilità paesaggistica per le opere in questione, poiché le finalità del suddetto accertamento sono del tutto distinte e non sovrapponibili con l’interesse pubblico che la previsione dell’art. 55 citato mira a preservare, venendo in considerazione, nel primo caso, la tutela del contesto paesaggistico ambientale protetto mentre, nel secondo, la tutela ad una gestione programmata e condivisa del demanio marittimo ed i correlati ed imprescindibili profili di s... _OMISSIS_ ...icurare, alla cui valutazione sono preposte distinte Autorità.

In ipotesi di strada privata soggetta a pubblico transito in virtù di dicatio ad patriam non può essere accettato e, se assentito, dev’essere soggetto ad autotutela qualsiasi provvedimento che impedisca tale uso pubblico.

L’aspetto qualificante la proprietà pubblica, rispetto al modello dominicale privatistico, è rappresentato dal regime di tutela, compendiato nell’art. 823 comma secondo c.c.

Il provvedimento di sgombero, previsto dall’art. 54 del codice della navigazione, ha natura vincolata, non abbisogna di motivazione sul pubblico interesse, non richiede la previa comunicazione di avvio del procedimento (atteso che l’apporto partecipat... _OMISSIS_ ...tario è del tutto ininfluente) ed è incensurabile per i profili di eccesso di potere che presuppongono l’esercizio di un potere discrezionale.

Ai sensi dell'art. 823 c.c. e dell'art. 378 all. F legge 2248/1865 sussiste la titolarità in capo all’Amministrazione di poteri autoritativi a tutela del possesso dei beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, in alternativa ai mezzi ordinari di tutela a difesa del possesso esperibili di cui agli art. 1168, 1169 e 1170 c.c..

A fronte della abusività del manufatto e dell’occupazione di area demaniale nessun concreto interesse pubblico può ritenersi prevalente.

L’autotutela possessoria in via amministrativa, esercitata ai sensi dell’art. 823 c.c.... _OMISSIS_ ...rsquo;immediato ripristino dello stato di fatto preesistente, in modo da reintegrare la collettività nel godimento di un bene ed è esercitabile nell’ipotesi di turbative che impediscano o rendano disagevole il normale esercizio del diritto.

L’autotutela possessoria in via amministrativa “iure publico” finalizzata all'immediato ripristino dello stato di fatto preesistente, in modo da reintegrare la collettività nel godimento del bene, costituisce l'espressione di un potere generale desumibile dagli articoli 823 e 825 del codice civile nonché dall'articolo 378, secondo comma, della legge n. 2248 del 1865, allegato F, da esercitare nell'ipotesi di turbative che impediscano o rendono disagevole il normale godimento del passaggio pubbli... _OMISSIS_ ...F| All’autorità amministrativa è attribuito il potere di agire in autotutela per recuperare il possesso di beni pubblici, sia che si tratti di demaniali, sia che si tratti di beni patrimoniali indisponibili, ferma restando la possibilità di fare ricorso agli ordinari rimedi di tutela della proprietà e del possesso previsti dal codice civile.

È legittimo l'ordine di ripristino dello stato dei luoghi che abbia come destinatario il proprietario dell'immobile abusivamente costruito su area demaniale, a prescindere da ogni possibile profilo di buona fede in ordine all'abusività del manufatto.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> AUTOTUTELA --> POTERE

L'ingiunzione di sgombero nel caso di occupazione abusiva di... _OMISSIS_ ... è atto dovuto e necessitato, dovendo l'Autorità ripristinare il corretto utilizzo del bene demaniale. Di conseguenza, l'omissione della comunicazione di avvio del procedimento non inficia la validità dell'atto impugnato, posto che può farsi applicazione dell'art. 21 octies, l. n. 241 del 1990.

L’art. 823 del codice civile attribuisce alla pubblica amministrazione il potere di agire anche direttamente in autotutela per la tutela sia del possesso, sia della proprietà dei beni demaniali (caratterizzati come noto dal regime della inalienabilità, inusucapibilità e dal vincolo di pubblica destinazione), ed in relazione a tale ultima prospettazione da un lato non è ravvisabile alcun termine di decadenza e dall’altro non sono prospettabili - avverso il pr... _OMISSIS_ ...rilascio - le censure dell’eccesso di potere, attesa la doverosa applicazione dei principi di legalità, imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione sanciti dall’art. 97 Cost., e la natura sostanzialmente vincolata del provvedimento.

A seguito dell’annullamento parziale di una concessione demaniale, l’occupazione delle aree ulteriori si palesa quale sine titulo: il Comune è, pertanto, obbligato a disporne lo sgombero.

L’abusività dell’occupazione demaniale marittima rende di per sé legittimo l’esercizio dei poteri repressivi postulati dall’art. 54 Cod. nav. che, non avendo natura possessoria, né tanto meno petitoria, possono essere esercitati in ogni tempo a prescindere dalla risale... _OMISSIS_ ...epoca dell’abusiva occupazione, illecito del resto di carattere permanente. In presenza di detto presupposto, inoltre, non è richiesta una particolare motivazione in ordine alla prevalenza dell’interesse pubblico al ripristino dello status quo ante rispetto all’interesse privato al protrarsi dell’occupazione.

I poteri esercitati dalla P.A. ai sensi dell’art. 54 cod.nav. in tema di rimozione di opere abusivamente realizzate sul demanio marittimo, pur potendo farsi genericamente rientrare in quelli di autotutela amministrativa, hanno, in realtà, natura sostanzialmente sanzionatoria, con la conseguenza che non sono estensibili alla connessa attività i principi giurisprudenziali sulla motivazione del pubblico interesse consolidatosi a... _OMISSIS_ ...F|
In presenza di occupazioni sine titulo su demanio marittimo la discrezionalità del potere repressivo dell’autorità marittima, di cui agli art. 54 e 49 c.nav., non riguarda l’an del provvedimento demolitorio, bensì l’onere di motivazione ad esso associato. Onere assente nell’art. 54 (opere geneticamente abusive) e, di contro, necessario nelle ipotesi dell’art. 49 (opere regolate ab origine da titolo successivamente scaduto e non più rinnovato ovvero in corso di rinnovo) per le quali può ritenersi normale la conservazione acquisitiva delle opere stesse.

L’amministrazione concedente un bene pubblico, in presenza di un abuso edilizio consistente nella realizzazione di volumi sull'area oggetto della concessione... _OMISSIS_ ...re meno il titolo concessorio, riacquistando la disponibilità materiale dell’area.

La P.A. dispone del potere di autotutela anche esecutiva a tutela dei beni demaniali e patrimoniali indisponibili (art. 823 c.c.), in alternativa agli ordinari mezzi di tutela riconosciuti a soggetti privati.

L’esercizio del potere di autotutela possessoria non può fondarsi sulla stipula di un contratto di comodato, in quanto questo cont...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 52080 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo