Fasi della V.A.S. e regime transitorio ex d.lgs. n. 4 del 2008

PROCEDURA --> VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA --> FASE DI ATTIVAZIONE - ADOZIONE O APPROVAZIONE

La VAS deve essere effettuata prima dell’approvazione del piano, in quanto il d. lgs. n. 4 del 2008 ha individuato, quale unico limite temporale inderogabile per l’espletamento della valutazione ambientale, la data di approvazione e non di adozione; tanto che l’art. 11, comma 5, ha dichiarato espressamente annullabili i provvedimenti di approvazione degli strumenti pianificatori, ove non siano stati preceduti dal subprocedimento in questione.

La procedura di VAS - quale passaggio endoprocedimentale - non deve avvenire al momento dell'adozione del piano o programma; invece, dovrà essere esperita prima del varo finale dello ste... _OMISSIS_ ...e nell'approvazione, affinché la verifica dell'incidenza delle scelte urbanistiche sugli aspetti di vivibilità ambientale del territorio avvenga nel momento in cui tali scelte stiano per divenire definitive.

Aatteso che la VAS è volta a garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente, sì da rendere compatibile l'attività antropica con le condizioni di sviluppo sostenibile e ad integrare le scelte discrezionali tipiche dei piani e dei programmi, è del tutto ragionevole che venga esperita prima dell'approvazione del piano, piuttosto che alla data della adozione, per far sì che la verifica dell'incidenza delle scelte urbanistiche sugli aspetti di vivibilità ambientale del territorio avvenga nel momento in cui tali scelte stanno per divenire... _OMISSIS_ ...LF|
PROCEDURA --> VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA --> REGIME TRANSITORIO

Il comma 2-ter dell’art. 35 d.lgs. 152/2006 nella parte in cui prevede che le procedure di VAS, avviate precedentemente all’entrata in vigore del decreto correttivo del 2008, sono concluse ai sensi delle norme vigenti al momento dell’avvio del procedimento, va interpretato nel senso che vanno concluse ai sensi del d.lgs. n. 152 del 2006 nella sua formulazione originaria e, quindi, possono proseguire sulla base della disciplina previgente della stessa VAS (meno stringente da quella innovata nel 2008) applicabile dal luglio del 2007, essendo il d.lgs. n. 152 del 2006 entrato in vigore, per effetto di proroghe, alla data del 31 luglio 2007.

P... _OMISSIS_ ...esi che il sub-procedimento di VAS non sia stato attivato prima del d.lgs n. 4 del 2008, e non vengano in rilievo norme regionali, vale la nuova disciplina prevista con tale decreto correttivo del 2008.

Ai fini dell'esonero dalla VAS, nessun rilievo può assumere l’adozione del PRG in epoca antecedente alla entrata in vigore del decreto correttivo n. 4 del 2008, rilevando solo l’approvazione del provvedimento in esame.

In forza del principio di precauzione (art. 3-ter d.lgs. n. 152 del 2006), nulla impesce allo Stato, intervenuto con il d.lgs. n. 152 del 2006, e il successivo correttivo, di introdurre con l’art. 35 una disciplina di maggiore tutela ambientale rispetto a quella posta dall’art. 13 delle disposizioni transito... _OMISSIS_ ...tiva.

Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 306 pagine in formato A4

20,00 €