GIUDIZIO PROCESSO

Stai vedendo 495-468 di 848 risultati

Il trasferimento coatto dal patrimonio dell'A.N.A.S. a quello della Regione può essere impugnato

La Provincia è legittimata ad impugnare il provvedimento con cui l'A.N.A.S. trasferisce coattivamente dal suo patrimonio a quello dell'ente provinciale, in quanto in conseguenza di tale trasferimento viene a crearsi in capo ad essa il dovere di gestione emanutenzione.

Legittimazione attiva all'impugnazione degli atti per tutelare l'ambiente e la cultura

Inconfigurabile la legittimazione al ricorso allorquando l’instaurazione o la prosecuzione di un giudizio, sia finalizzata a tutelare interessi a contenuto illegittimi o pretese emulative; in tali casi nessuna posizione di interesse legittimo è astrattamente enucleabile dall’esame della causa petendi del gravame perché essa si risolve nella richiesta di tutela di un interesse materiale contra ius, se messo in relazione alle norme ed ai principi costituzionali, comunitari ed internazionali

La legittimazione passiva all'impugnazione degli atti delle agenzie fiscali

L'agenzia fiscale è un ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico distinto dallo Stato e non può essere configurata quale organo dello Stato dotato di personalità giuridica, presupponendo tale configurazione che l'attività dell'ente sia direttamente imputata allo Stato medesimo in base a sicure indicazioni normative, qui invece del tutto mancanti.

Chi è legittimato ad impugnare o sgombero degli allogi di servizio intimato dall'Agenzia del Demanio?

Sussiste il difetto di legittimazione passiva del Ministero dell'Economia e delle Finanze nella controversia concernente l'impugnazione del provvedimento con cui l'Agenzia del Demanio intima lo sgombero dell'alloggio di servizio.

Presupposti per ritenere un soggetto autore morale di un illecito possessorio

I presupposti per ritenere un soggetto autore morale di un illecito possessorio (anche per la legittimazione passiva alla relativa azione), sono essenzialmente due: 1) che il soggetto pur non avendo autorizzato la condotta illecita, abbia tratto vantaggio dall'illecito possessorio materialmente posto in essere da altri; 2) che il soggetto, preteso autore morale, abbia consapevolezza che l'atto di molestia compiuto da terzi integra gli estremi dell'illecito.

Notifica al C.I.P.E. dell'impugnazione di suoi atti emanati

Il C.I.P.E. è un’amministrazione dello Stato, così come lo sono i singoli ministeri. Ne consegue che, ove il CIPE emani atti amministrativi asseritamente lesivi della posizione giuridica dei destinatari o di terzi (nel caso di specie progettazione con effetto di variante urbanistica ed apposizione di vincolo preordinato all’esproprio), la domanda di annullamento non è validamente proposta se il ricorso che la veicola non è ad esso notificato, ovviamente in persona del Presidente pro tempore

La Regione è legittimata passiva nei casi di impugnazione della classificazione delle strade

La funzione di classificazione delle strade in Abruzzo è stata trasferita dalla Regione alla Provincia ai sensi dell'art. 67 L.R. 11/1999, che pertanto è la legittimata passiva in giudizio.

La legittimazione processuale passiva delle amministrazioni in caso di conferenza di servizi

Qualora la conferenza di servizi abbia natura decisoria, il ricorso deve essere notificata alla stessa conferenza di servizi.

La legittimazione passiva della Regione nei casi di danni causati da fauna selvatica

Va riconosciuta la legittimazione passiva in capo alla Regione per i danni cagionati a terzi dalla fauna selvatica.

Obblighi conseguenti all'impugnazione della procedura di affidamento della concessione demaniale marittima

Il soggetto escluso dalla procedura di affidamento della concessione demaniale marittima ha l'onere di impugnare non solo il provvedimento di esclusione, ma anche il provvedimento finale di concessione, altrimenti il ricorso è inammissibile per carenza di interesse.

Legittima la contestazione del Comune avverso l'intervento edilizio deciso dall'Amministrazione della Difesa

Il Comune è senza dubbio legittimato a contestare la realizzazione di un rilevantissimo intervento edilizio sul proprio territorio, deciso unilateralmente dall’Amministrazione della Difesa senza seguire l’iter previsto in via ordinaria dal D.P.R. 383/1994 per le opere pubbliche statali.

Il progettista dell'opera è legittimato ad impugnare l'atto che ha denegato la relativa abilitazione?

È inammissibile il ricorso proposto dal progettista dell'opera non assentita avverso l’atto che ha denegato la relativa abilitazione, difettando questi di legittimazione attiva.

Pagina 39 di 71 39 70