EDILIZIA URBANISTICA CASA

Stai vedendo 352-336 di 738 risultati

Natura e ruolo delle cooperative sociali nell'edilizia residenziale pubblica

Il socio di una cooperativa edilizia è parte di due distinti e non sovrapponibili, ancorché collegati, rapporti, aventi diversa natura giuridica e disciplina non omogenea: a) l'uno, di carattere associativo (che discende direttamente dall'adesione al contratto sociale e dalla conseguente acquisizione della qualità di socio), dal quale deriva l'obbligo del conferimento e della contribuzione alle spese comuni di organizzazione e di amministrazione; b) l'altro, per lo più di ...

Norme regionali e provinciali in materia di edilizia residenziale agevolata

La previa sottoscrizione della convenzione urbanistica, ai fini del rilascio del permesso di costruire, è richiesta dalla normativa edilizia nazionale (cfr. art. 18 del d.P.R. n. 380/2001) in tutte le ipotesi di edilizia abitativa convenzionata, tra cui rientrano a pieno titolo anche gli interventi di edilizia sociale disciplinati dall’art. 7, comma 5, della legge regionale Campania n. 19/2009.

Gli immobili E.R.P. sono sottoposti ad I.C.I. e ad imposta di registro?

La concessione all'IACP di aree espropriate dai Comuni per la realizzazione di programmi di edilizia residenziale pubblica ai sensi dell'art.10 L.167/1962 attribuisce al medesimo IACP il diritto di superficie, ovvero le facoltà ad esso riconducibili, sulle aree su cui il concessionario costruisce gli alloggi di edilizia economica e popolare, e rende, quindi, quest'ultimo soggetto passivo I.C.I. non occorrendo, a tal fine, un ulteriore atto costitutivo del diritto di superficie

La delibera di esclusione del socio di una cooperativa edilizia

L'avvenuto trasferimento della proprietà dell'alloggio al socio della cooperativa edilizia non comporta la nullità per impossibilità o illiceità dell'oggetto della delibera di esclusione, ma la mera annullabilità della medesima.

Presupposti ed onere probatorio per la responsabilità civile connessa ad E.R.P.

Sussiste la responsabilità ex art. 2051 dell'I.A.C.P. per i danni cagionati dalla caduta di un pezzo di marmo staccatosi dall'intradosso del portone del condominio.

Norme regionali e provinciali sugli interventi di edilizia residenziale pubblica

Il vincolo di destinazione esclusiva stabilito dall’art. 3, comma 1, lett. a), d.l. 47/2014 va considerato come l’espressione di un principio fondamentale nella materia «coordinamento della finanza pubblica», sicché una norma regionale che consente agli enti di gestione di destinare parte dei proventi delle alienazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica a un diverso fine invade la competenza concorrente dello Stato nella materia suddetta, violando l’art. 117, terzo comma, Cost.

Localizzazione, occupazione abusiva e subentro negli immobili di edilizia residenziale pubblica

Il procedimento accelerato di cui all’art. 51 della legge 865 del 1971 può esser utilizzato per la realizzazione di aree da utilizzare per l’edilizia residenziale pubblica in virtù dell’esaurimento delle aree destinate a tal fine dallo strumento urbanistico, non essendo necessario che l’Amministrazione motivi ulteriormente ovvero fornisca ulteriori prove a sostegno della propria scelta.

Determinazione del fabbisogno di alloggi da destinare ad edilizia economica e popolare: i piani P.E.E.P.

La disciplina degli apprestamenti di aree mediante espropriazione e della connessa realizzazione su di esse d'edifici destinati ad alloggi di tipo economico e popolare non rientra nella materia dell'edilizia e dell'urbanistica ma, per la rilevanza sociale che la connota, in quella dei servizi pubblici.

Il principio del pareggio economico nella copertura dei costi di acquisto delle aree da destinare alla realizzazione dei piani di edilizia economica e popolare

Il corrispettivo per la concessione dell'area da destinare alla realizzazione dei piani di edilizia economica e popolare, deve obbligatoriamente corrispondere all'effettivo costo di acquisizione, di guisa che l'ente concedente, ove in concreto vi sia divergenza rispetto alla somma indicata in convenzione, è legittimato, in doverosa applicazione dell'art. 35 L. n. 865/71, a pretendere la differenza.

La localizzazione dei programmi costruttivi di edilizia residenziale pubblica ai sensi dell’art. 51 della L. n. 865/1971

A differenza del Piano adottato ai sensi della legge n. 167 del 1962, la localizzazione di un intervento costruttivo, da realizzarsi in attuazione del predetto Piano, ai sensi dell’art. 51 della legge 22 ottobre 1971 n. 865 non ha una connotazione pianificatioria, ma ha un carattere immediatamente operativo, in quanto più limitatamente inteso ad assicurare la realizzazione di un programma costruttivo già finanziato e definito in tutte le sue parti essenziali.

Opere ed interventi edilizi: impianti sportivi

In materia di accordi di programma per la costruzione di un impianto sportivo, nessuna norma specifica impone che il parere del C.O.N.I. sia reso prima della sottoscrizione dell'accordo; resta fermo, tuttavia, l'obbligo per il privato di munirsi in sede esecutiva dei necessari titoli edilizi per adeguarsi alle indicazioni progettuali date nel parere del C.O.N.I..

Opere ed interventi edilizi: impianto di riscaldamento

La realizzazione di un impianto di cogenerazione a servizio di un edificio principale deve qualificarsi come intervento di manutenzione straordinaria.

Pagina 28 di 62 28 60