EDILIZIA URBANISTICA CASA

Stai vedendo 378-360 di 736 risultati

Regime urbanistico-edilizio dello sbancamento del terreno

Lo sbancamento di terreno con successiva realizzazione di platea in calcestruzzo, quando siano di proporzioni rilevanti, comportano la trasformazione edilizia dell’area e quindi necessitano di permesso di costruire.

Opere edilizie: scale esterne

Il principio secondo cui ordinariamente la chiusura di un vano scala non produce aumento di superficie o di volumetria utile a fini abitativi, non può applicarsi al caso in cui la chiusura in questione sia realizzata all’esterno all’abitazione, nella corte interna dell’edificio, al fine di produrre una estensione dell’area residenziale, con conseguente incremento di volume, superficie e carico urbanistico.

Opere edilizie: sedi di associazioni di promozione sociale

Le sedi delle associazioni di promozione sociale sono localizzabili: a) in tutte le parti del territorio urbano, essendo compatibile con ogni destinazione d'uso urbanistico (ossia quelle genericamente individuate dagli strumenti urbanistici ai sensi del DM n. 1444/1968); b) a prescindere dalla destinazione d'uso edilizio impressa specificamente e funzionalmente al singolo fabbricato, sulla base del permesso di costruire.

Opere edilizie: servizi igienici

La sola affermazione della “non facile rimozione” delle strutture verticali del blocco doccia realizzate nell'ambito di una concessione demaniale marittima non è sufficiente a supportare l’irrogazione della sanzione demolitoria, rivelandosi generica e apodittica.

Somministrazione alimenti e bevande e normativa edilizia

Il particolare regime di favore previsto dal D.P.R. 235/2001, che riguarda l’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande all'interno di circoli privati in rapporto alla destinazione d’uso degli edifici interessati, non può essere utilizzato per ricavare il principio di carattere generale secondo il quale i circoli privati e i fabbricati che li ospitano sarebbero sottratti all'applicazione di tutte le norme urbanistiche ed edilizie.

Il soppalco nella normativa edilizia

La realizzazione di un soppalco non rientra nell'ambito degli interventi di restauro o risanamento conservativo, ma nel novero degli interventi di ristrutturazione edilizia, qualora determini una modifica della superficie utile dell'appartamento, con conseguente aggravio del carico urbanistico.

Opere ed interventi edilizi: sopraelevazione

La sopraelevazione rispetto al preesistente edificio, se destinata ad un’autonoma fruibilità e comportante un aumento di cubatura e modifica della sagoma del preesistente edificio, costituisce nuova costruzione e necessita quindi del rilascio di un permesso di costruire.

Natura edilizia dei sottotetti

Costituisce indice rivelatore dell'intenzione di rendere abitabile in via permanente un locale sottotetto il fatto che questo sia suddiviso in vani distinti e comunicanti con il piano sottostante mediante una scala interna o che il piano di copertura costituisca in realtà una mansarda.

Opere edilizie: strutture commerciali

Sotto il profilo urbanistico, la realizzazione di un centro commerciale ha indubbia incidenza sul carico urbanistico determinato dalla dimensione dell’attività commerciale, ad esempio sotto il profilo della necessità di parcheggi.

Le verande in materia edilizia

Poiché in materia edilizia va privilegiato il criterio funzionale, che guarda all'uso effettivo cui la struttura è destinata, rispetto a quello strutturale, che, invece, valorizza il fatto che le componenti della struttura siano o meno rimovibili, di conseguenza, una veranda è da considerarsi, in senso tecnico-giuridico, un nuovo locale autonomamente utilizzabile che difetta normalmente del carattere di precarietà.

Opere ed interventi edilizi: tettoie

La tettoia costituita da una tavola in legno inserita in struttura preesistente è un manufatto privo di autonoma configurazione edilizia, del quale non si può ordinare la demolizione.

Opere ed interventi edilizi: tetti

La ricostruzione del tetto di cui è provata la preesistenza, (nella specie, con documentazione fotografica e sulla scorta di un accertamento del giudice penale), comportando la relativa sostituzione con una nuova copertura, costituisce intervento manutentivo.

Pagina 30 di 62 30 60