ULTIMI APPROFONDIMENTI CARICATI

Stai vedendo 2744-2544 di 3823 risultati

Impugnabilità diretta di regolamenti e atti generali della P.A.

Le norme regolamentari devono essere immediatamente e autonomamente impugnate, in osservanza del termine decadenziale, solo laddove esse siano suscettibili di produrre, in via diretta e immediata, una lesione concreta ed attuale della sfera giuridica di un determinato soggetto.

L'impugnazione degli atti normativi di: polizia mortuaria, regolamento edilizio, impianti pubblicitari, scavi e demanio marittimo

È ammissibile l'impugnazione immediata di una norma del regolamento di polizia mortuaria che trasformi le concessioni cimiteriali perpetue in titoli temporanei.

Conseguenze della consequenzialità diretta tra atto preparatorio e atto finale sull'impugnazione del privato

La nota che abbia inteso avvisare il proprietario del fatto che la procedura espropriativa, tenuta ferma in attesa di verificare se e quali proprietari sarebbero addivenuti a cessione amichevole, sarebbe stata di lì a poco compulsata, é di per sé inidonea a produrre effetti lesivi: da qui l’inammissibilità della relativa impugnazione.

L'impugnazione del provvedimento di autotutela possessoria

L'adozione di un nuovo piano demaniale che rende ammissibili le opere abusive di cui in precedenza il Comune ha ordinato la rimozione non comporta l'improcedibilità del ricorso proposto avverso il provvedimento di autotutela demaniale, in quanto non ha ex se efficacia sanante.

Impugnazione del provvedimento finale per: bonifica siti inquinati, rilascio cartella esattoriale, certificazione urbanistica

Il ricorso avverso il provvedimento finale del procedimento di bonifica dei siti inquinati non deve necessariamente essere notificato alla Regione, che nel corso della procedura è chiamata ad esprimere un mero parere che non ha autonoma valenza esoprocedimentale.

L'impugnazione del classamento dell'immobile e la Commissione di Vigilanza per l'Edilizia Popolare ed Economica

La questione del corretto classamento dell'immobile non deve essere affrontata d'ufficio dal giudice, essendo necessaria sul punto una specifica contestazione del contribuente.

Inammissibile l’impugnazione di un mero preavviso di rigetto (art. 10 bis L. n. 241/1990)

È inammissibile il ricorso proposto avverso il preavviso di rigetto.

L'impugnazione delle note di comunicazione nel procedimento espropriativo (ex artt. 17 e 21 D.P.R. 327/2001 )

La nota con cui il soggetto espropriato, ricorrente, è invitato a comunicare se intende avvalersi del procedimento ex art. 21 D.P.R. n. 327 del 2001 per la determinazione dell'indennità di espropriazione, è atto endo-procedimentale, che non ha valenza autoritativa e non produce effetti nella sfera giuridica della parte ricorrente.

Le comunicazioni di avvio del procedimento espropriativo non sono impugnabili

Le comunicazioni di avvio del procedimento hanno natura e carattere endoprocedimentale, non concludono alcuna fase sub-procedimentale e, dunque, sono insuscettibili di arrecare pregiudizio.

Impugnazione dei provvedimenti finali lesivi: le concessioni demaniali

Le vicende conseguenti all’emanazione di una ordinanza cautelare c.d. «propulsiva» non incidono sull’interesse dell’appellante, che lamenti erroneità dell’annullamento disposto dal TAR di una concessione demaniale marittima già sospesa in sede cautelare e al quale abbia fatto seguito l'archiviazione dell'istanza di concessione: l’appellante – con la rimozione della sentenza che ha comportato l’emanazione di un provvedimento di arc ...

Il ricorso avverso la conferenza di servizi: condizioni di ammissibilità

La violazione della disposizione della legge 241/1990 che impone di chiedere integrazioni documentali "una sola volta" nel corso della conferenza di servizi può essere dedotta unicamente dall'interessato e non dalle amministrazioni che abbiano presentato il proprio dissenso, poiché è una norma concepita ad esclusiva tutela della posizione ricoperta da coloro che sono interessati alla approvazione del progetto.

Impugnazione del contratto siglato tra il privato e la P.A.

I contratti fra un’amministrazione ed un soggetto privato vanno contestati nei termini di prescrizione e non sono provvedimenti da impugnare a pena di decadenza.

Pagina 212 di 319 50 110 160 212 270