L'asservimento abusivo del fondo privato

PATOLOGIA --> DECRETO DI OCCUPAZIONE

Il provvedimento di occupazione deve ritenersi affetto da carenza di potere (con la conseguenza che avverso tale atto non deve proporsi impugnazione), per il periodo in cui consenta l’occupazione stessa dopo la scadenza del termine di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità, come peraltro sancito in modo esplicito dal legislatore (art. 22-bis, sesto comma, d.p.r. n. 327/2001: il decreto che dispone l’occupazione ai sensi del comma 1 perde efficacia qualora non venga emanato il decreto di esproprio nel termine di cui all’articolo 13).

Illegittimo è il provvedimento con cui è disposta l'occupazione di bene privato mancante di tutti i requisiti richiesti dall’art. 22 bis del ... _OMISSIS_ ...001, per l’esercizio in via di urgenza del potere di disporre l’occupazione a fini espropriativi di un’area di proprietà privata.

Gli asseriti vizi relativi alle modalità di esecuzione delle operazioni di misurazione e picchettamento di area di proprietà privata, conseguenti all’emanazione del decreto di occupazione (nel caso di specie per essere state condotte con anticipo rispetto all’avviso), non sono tali da inficiare la validità del decreto di occupazione.

PATOLOGIA --> DECRETO DI OCCUPAZIONE --> EFFETTI --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA

L’illegittimità del decreto di occupazione d’urgenza, quale atto presupposto, determina in via derivata l’illegittimità del conseguente provvedi... _OMISSIS_ ...io per la coltivazione di una cava.

PATOLOGIA --> DECRETO DI OCCUPAZIONE --> IDENTIFICAZIONE DEL BENE

L’occupazione temporanea priva il proprietario, sia pur transitoriamente, del godimento dell'area, incidendo fortemente nella sua sfera giuridica: per tale ragione l’esatta indicazione ed individuazione dei beni da occupare è un requisito di legittimità del decreto di occupazione, onde assicurare un effettivo ed equo contemperamento tra l'interesse pubblico e quello del privato che deve subire l'occupazione temporanea.

Il decreto di occupazione deve contenere ex art. 22 bis DPR 327/2001 l'elenco dei beni da espropriare e dei relativi proprietari e l'indicazione dei beni da occupare; una violazione della disposizi... _OMISSIS_ ...a laddove il decreto rinvia, per l’indicazione dei beni da occupare, al piano particellare, che presenta inesattezze e imprecisioni sui terreni interessati dalle opere (per effetto, nel caso di specie, di discrasia tra i dati riportati nel piano particellare allegato al decreto di occupazione e la parte grafica).

PATOLOGIA --> ASSERVIMENTO ABUSIVO

L'apprensione (o il mantenimento) "sine titulo" di un suolo di proprietà privata, occorrente per la realizzazione di un passaggio pedonale, per l'impianto di una condotta, o di altro manufatto comportante una servitù di fatto, non determina la costituzione di una servitù, secondo lo schema della cosiddetta occupazione acquisitiva, i cui estremi non sono ravvisabili con riguardo ai di... _OMISSIS_ ...ot;in re aliena", ma configura un illecito a carattere permanente, il quale perdura fino a quando non venga (anche per disposizione del giudice ordinario) rimosso il manufatto, o cessi il suo esercizio, o sia costituita regolare servitù.

La giurisprudenza di legittimità è consolidata nell'escludere in radice l'istituto dell'occupazione acquisitiva in tutte le ipotesi di costituzione di una servitù di fatto in quanto la stessa, quale che ne sia la funzione, postula la coesistenza su di un medesimo oggetto, di un diritto di proprietà limitata in capo ad un soggetto e di un diritto reale che limita il primo in capo ad un soggetto diverso.

Qualora una porzione di fondo privato sia appresa senza titolo per la realizzazione di rete fognaria, non ... _OMISSIS_ ... costituzione di una servitù secondo lo schema della cosiddetta "occupazione acquisitiva" - non configurabile rispetto ai diritti reali "in re aliena" - e si deve ravvisare un illecito a carattere permanente, il quale perdura fino a quando non venga (anche per disposizione del giudice ordinario), rimosso l'impianto, cessi il suo esercizio o sia costituita regolare servitù.

L'apprensione "sine titulo" di un suolo di proprietà privata, occorrente per impiantarvi di fatto una delle servitù indicate dall'art. 1027 cod. civ., e segg., non determina la costituzione del relativo diritto reale secondo lo schema della cosiddetta occupazione acquisitiva, i cui estremi non sono ravvisabili con riguardo ai diritti reali "in re alien... _OMISSIS_ ...a un illecito a carattere permanente, il quale perdura fino a quando non venga rimosso l'impianto, o cessi il suo esercizio, o sia costituita regolare servitù mediante sentenza del giudice ordinario.

La c.d. occupazione acquisitiva non è ravvisabile con riguardo ai diritti reali "in re aliena". L'apprensione (o il mantenimento) "sine titulo" di un suolo di proprietà privata, occorrente per l'impianto di una condotta idrica, o di altro manufatto comportante una servitù di fatto, sia che la realizzazione dell'opera non sia stata autorizzata dalla competente autorità, sia che non sia assistita da declaratoria di pubblica utilità, sia che, pur in presenza di detta autorizzazione e di detta declaratoria, non vi sia stato un valido asservimento p... _OMISSIS_ ...edimento amministrativo, non determina, pertanto, la costituzione di una servitù.

L'apprensione (o il mantenimento) "sine titulo" di un suolo di proprietà privata, occorrente per un manufatto comportante una servitù di fatto, configura un illecito a carattere permanente, il quale perdura fino a quando non venga (anche per disposizione del giudice ordinario) rimosso l'impianto, o cessi il suo esercizio, o sia costituita regolare servitù.

In ipotesi di asservimento abusivo, per effetto del superamento dell'istituto della c.d."occupazione acquisitiva", è da ritenere inammissibile la domanda volta alla dichiarazione, con sentenza costitutiva, dell’avvenuta costituzione di una servitù coattiva in favore dell'Amministrazione.... _OMISSIS_ ... La giurisprudenza prevalente ritiene che l’installazione di una fognatura sotterranea non alteri la preesistente destinazione del fondo, con conseguente irreversibile trasformazione, e pertanto non configuri una fattispecie di accessione invertita, che è estranea alla materia dei diritti reali sui beni altrui.

Non risulta applicabile alla servitù l’istituto della cosiddetta occupazione appropriativa, trattandosi di fattispecie non applicabile all’acquisto di un diritto reale in re aliena, in quanto difetta la non emendabile trasformazione del suolo in una componente essenziale dell’opera pubblica.

In ipotesi di imposizione di una servitù, è radicalmente esclusa la questione dell'appropriazione, da parte della P.A. dell'a... _OMISSIS_ ...à del terzo, mancando l'irreversibile trasformazione del fondo.

All'iniziale estensione alla materia degli asservimenti, della costruzione elaborata dalla giurisprudenza sull'occupazione acquisitiva in favore dell'amministrazione del bene di proprietà privata occorrente per l'esecuzione di un'opera pubblica, la giurisprudenza della suprema Corte ha fatto seguire un diverso e più meditato orientamento, escludendo l'ipotesi di costituzione di una servitù in via di fatto; ci&...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 24401 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo