ULTIMI APPROFONDIMENTI CARICATI

Stai vedendo 1340-1248 di 3850 risultati

Prescrizione degli oneri di urbanizzazione e del contributo di costruzione

Il diritto dell’Amministrazione al conguaglio delle somme dovute a titolo di contributo per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione è quello ordinario di prescrizione decennale, mentre il termine di trentasei mesi concerne esclusivamente l'oblazione.

Voltura del titolo edilizio

La disciplina della voltura del titolo edilizio o della rinnovazione dello stesso non viene in rilievo ove si tratti di intestare il titolo edilizio al soggetto divenuto proprietario dell'immobile nel corso del procedimento preordinato al rilascio del permesso di costruire.

Varianti in corso d'opera

Una variante si considera essenziale ed ha il carattere di nuovo permesso di costruire se le nuove opere edilizie vengono autorizzate sulla base di un progetto che ha modificato in modo notevole le caratteristiche tipologiche, planovolumetriche o di utilizzazione dell'intervento oggetto del permesso originario.

Titolo edilizio condizionato

È legittima l'apposizione di condizioni ai titoli edilizi, dal momento che tali clausole accidentali, che esattamente vanno definite «prescrizioni», semplificano la procedura e concorrono ad inverare la regola generale sul divieto di aggravamento del procedimento amministrativo di cui all'art. 1, comma 2, legge 241/1990.

Attività edilizia libera

Per essere assoggettata all'intervento autorizzatorio in senso ampio dell'autorità amministrativa, una trasformazione urbanistica e/o edilizia non deve essere precaria: un'opera oggettivamente finalizzata a soddisfare esigenze improvvise o transeunti non è destinata a produrre, infatti, quegli effetti sul territorio che la normativa urbanistica è rivolta a regolare.

Concessione assentita

Nel particolare meccanismo della «concessione assentita», in pendenza del termine di trenta giorni successivi alla comunicazione dell'inizio dei lavori, l'avvio di questi avviene a rischio dell'interessato.

Natura della d.i.a./s.c.i.a.

È nota, a proposito della natura della d.i.a., l’esistenza di due differenti impostazioni giurisprudenziali, l’una delle quali individua nella fattispecie la sussistenza di un provvedimento autorizzatorio implicito derivante da una valutazione legale tipizzata, l'altra, invece, afferma essere la d.i.a. un atto di natura privata, inserito in un nuovo schema ispirato alla liberalizzazione delle attività economiche private.

Permesso di costruire

In materia edilizia, le opere interne e gli interventi di ristrutturazione urbanistica, come pure quelli di manutenzione straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo, necessitano del preventivo rilascio del permesso di costruire ogni qual volta comportino mutamento di destinazione d'uso tra due categorie funzionalmente autonome.

Oneri e contributi nella normativa regionale

La disciplina regionale può legittimamente esonerare tutti i parcheggi dalla corresponsione del contributo di costruzione.

Interventi edilizi in edifici contigui

Il concetto di "unità strutturale" di un fabbricato (se utile ai fini dell'interpretazione della normativa urbanistica) deve dar rilievo eminente agli elementi obiettivi che esso evoca di per sé (così da non potersi sminuire, ad esempio, la circostanza che l'eventuale demolizione di un'autorimessa non comporterebbe un pregiudizio per la staticità dell'edificio principale) e non invece volontà delle parti (unicità del progetto ed intenzione dei costrutt ...

Edilizia religiosa e luoghi di culto

La destinazione di un locale a luogo di ritrovo e di culto per la religione islamica richiede il preventivo rilascio del permesso di costruire per affrontare in modo congruo le problematiche urbanistiche connesse all’afflusso dei fedeli.

Edilizia sanitaria

La stretta interconnessione esistente fra il procedimento di autorizzazione alla realizzazione e quella all’esercizio di strutture sanitarie fa sì che il soggetto preposto al rilascio dell’autorizzazione all’esercizio debba in tale fase assicurarsi che la verifica precedentemente operata nel presupposto procedimento rivesta tuttora i caratteri dell’attualità, sì da doversi poi attivare, in caso di accertato intervenuto mutamento del fabbisogno precedentemente stimato, per la revoca.

Pagina 104 di 321 50 104 110 160 210 270 320