Giudizio contro il silenzio serbato dall'Amministrazione sull'istanza di un privato

GIUDIZIO --> SILENZIO RIFIUTO

Per effetto dell’art.21-bis della Legge n.1034/1971, come introdotto dall’art.2 della Legge n.205/2000, il giudizio contro il silenzio-rifiuto della P.a. rimaneva circoscritto all'inattività dell’Amministrazione cui è affidata la cura dell’interesse pubblico, mentre al G.A. era assegnato il solo controllo sulla legittimità dell’esercizio della potestà, attesa l’eccezionalità del sindacato di merito su attività espressione di potestà pubblicistiche. Con le modifiche introdotte nel 2005 e la previsione di precisi termini per la conclusione del procedimento, il comportamento omissivo dell’Amministrazione si presta ad essere ormai configurato come “silenzio diniego” ovvero ... _OMISSIS_ ...o; del non accoglimento dell’istanza del privato.

GIUDIZIO --> SILENZIO RIFIUTO --> AMMISSIBILITÀ RICORSO

Come ripetutamente affermato dalla giurisprudenza amministrativa, l’impugnazione del (presunto) silenzio-rifiuto dell’Amministrazione è inammissibile quando la controversia attenga a posizioni di diritto soggettivo, atteso che in questo caso la tutela dell’interessato deve essere fatta valere mediante l’apposita azione di accertamento, sebbene in alcune pronunce sia stato precisato che l’inammissibilità dell’impugnazione avverso il (presunto) silenzio-rifiuto sussiste nei soli casi in cui la controversia attenga a posizioni di diritto soggettivo sulle quali il giudice amministrativo non di... _OMISSIS_ ...sdizione esclusiva.

Le controversie in materia di silenzio inadempimento della pubblica amministrazione, comprese quelle attinenti all'esecuzione delle sentenze che a fronte di un comportamento inerte dell’amministrazione dichiarano l’obbligo di provvedere, devono essere azionate in conformità al disposto dell’art. 117 cod. proc. amm..

La giurisprudenza consolidata ha chiarito che è inammissibile, per la natura dell'interesse sottesovi, il ricorso proposto al fine di accertare il silenzio formatosi sull'istanza presentata alla p.a. ed in ordine alla quale essa non abbia provveduto espressamente, come richiesto dall'art. 2 comma 1, l. 7 agosto 1990 n. 241, qualora il g.a. sia privo di giurisdizione in ordine al rapporto giuridic... _OMISSIS_ ...vvero si tratti comunque di situazioni di diritto soggettivo, pure nei casi di giurisdizione esclusiva.

Come ripetutamente affermato dalla giurisprudenza amministrativa, l'impugnazione del (presunto) silenzio-rifiuto dell’Amministrazione è inammissibile quando la controversia attenga a posizioni di diritto soggettivo, atteso che in questo caso la tutela dell’interessato deve essere fatta valere mediante l’apposita azione di accertamento.

Sottesa all'azione avverso il silenzio dell’Amministrazione è una situazione di interesse legittimo, situazione cui è connaturata la mediazione del potere pubblico per il suo soddisfacimento, il che rende l’istituto stesso non compatibile con le controversie che solo apparentemente... _OMISSIS_ ...getto una situazione d'inerzia dell’organo pubblico a provvedere, come nei casi, scrutinati dalla giurisprudenza, in cui l’accertamento verta su pretese patrimoniali costituite da diritti di credito.

L’interesse all'impugnazione del silenzio serbato dall'amministrazione sull'istanza di un privato non viene meno per il solo fatto che sia stato emanato un atto meramente istruttorio o comunque interno, dovendo verificarsi se sia stato emesso un provvedimento che, senza configurare un arresto del procedimento, corrisponda nel suo contenuto a quello tipico previsto dalla legge, anche se non satisfattivo.

Poiché la giurisdizione si determina in base alla natura delle situazioni giuridiche soggettive di cui si invoca tutela, allorché ... _OMISSIS_ ...ridico sottostante al silenzio serbato dall'Amministrazione involge posizioni di diritto soggettivo, è inammissibile il ricorso proposto, ai sensi degli artt. 31 e 117, c.p.a., al fine di accertare l'illegittimità dell'inadempimento dell'Amministrazione; il difetto di giurisdizione relativo al rapporto sostanziale non potrebbe, infatti, essere aggirato mediante l'istituto del silenzio -inadempimento perché la norma meramente processuale che ne prevede la tutela non fonda la giurisdizione del giudice amministrativo.

GIUDIZIO --> SILENZIO RIFIUTO --> ATTIVITÀ MATERIALI

La maggioritaria giurisprudenza esclude che il detto rimedio del silenzio di cui all' art. 21 bis l. n.1034/1971 ed oggi dagli artt. 31 e 117 del cpa, sia esperibile con rife... _OMISSIS_ ...ighi di eseguire che richiedono, per il loro assolvimento, un'attività meramente materiale e non provvedimentale. In tali casi la gamma delle azioni previste dagli artt. 2930 e segg. del codice civile consente al privato di tutelare in via autonoma e diretta la propria posizione attiva; non viene in rilievo l’esercizio di una potestà pubblicistica; non avrebbe senso sovrapporre alla fattispecie il rito del silenzio.

GIUDIZIO --> SILENZIO RIFIUTO --> FINALITÀ

Il ricorso avverso il silenzio rifiuto mira ad ottenere un provvedimento esplicito dell'amministrazione che elimini lo stato di inerzia ed assicuri al privato una decisione che investa la fondatezza o meno della sua pretesa.

Il giudizio sul silenzio è finalizzato a... _OMISSIS_ ...squo;obbligo di provvedere siccome previsto dalla legge e non ad ottenere l’annullamento di atti tardivamente conosciuti.

La procedura per la constatazione del silenzio - rifiuto non può essere utilizzata per ottenere la riapertura di procedimenti già definiti in sede amministrativa ovvero per rimettere in discussione provvedimenti ormai divenuti inoppugnabili non sussistendo l'obbligo dell'amministrazione di provvedere allorquando l'interessato, attraverso la procedura predetta, abbia sollecitato l'esercizio del potere di autotutela.

Il rito del silenzio, ai sensi degli articoli 31 e 117 del c.p.a., è volto a rimediare all'inerzia dell’amministrazione nei casi in cui il legislatore non riconosca alcun significato al silenzio serbato... _OMISSIS_ ... fronte di un’istanza proposta da un interessato all’adozione di un provvedimento amministrativo.

Il ricorso avverso il silenzio-rifiuto è finalizzato ad ottenere un provvedimento esplicito dell'amministrazione che elimini lo stato di incertezza e assicuri al privato una decisione relativa all'attendibilità o meno della sua pretesa.

L’art. 31 del c.p.a. consente l’azione avverso il silenzio dell’Amministrazione “decorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo e negli altri casi previsti dalla legge” a chi ne abbia interesse. L’azione in questione tende all’accertamento dell’illegittimità del comportamento omissivo della stessa Amministrazione, quale violazione ... _OMISSIS_ ...i pronunciarsi in modo espresso sull’accoglibilità o meno di una domanda che ad essa è stata avanzata.

Scopo del ricorso contro il silenzio-rifiuto è ottenere un provvedimento esplicito dell'Amministrazione, che elimini lo stato di incertezza ed assicuri al privato una decisione che investa la fondatezza o meno della sua pretesa.

Il ricorso avverso il silenzio serbato dall'amministrazione su di un’istanza sulla quale essa ha l’obbligo di provvedere è finalizzato ad ottenere un provvedimento esplicito c...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 25745 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo