Carrello
Carrello vuoto



Demanio pubblico e diritti dei privati

Mentre un bene demaniale non é suscettibile di possesso, né di usucapione né di alcuna sorta di godimento rapportabile ad un diritto reale di natura privata (la costituzione di diritti reali su beni demaniali può avvenire infatti soltanto attraverso uno specifico atto di concessione), nell'ambito dei diritti demaniali su beni privati vengono in evidenza le servitù pubbliche e i diritti di uso pubblico, quali le strade vicinali, gli usi civici e le proprietà collettive.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:DEMANIO E PATRIMONIO PUBBLICO - principi generali
anno:2017
pagine: 621 in formato A4, equivalenti a 1056 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DIRITTI ALTRUI SU BENI DEMANIALI

La realizzazione di beni che assumono natura demaniale, segnatamente i porti, esclude che tali beni possano essere ricondotti alla previsione dell'art. 41 codice della navigazione in quanto a differenza dell'ipotesi ivi contemplata, in cui l'opera realizzata su bene demaniale ha una propria individualità rispetto al bene demaniale stesso, in questo caso l'opera costituisce essa stessa il bene demaniale ed è quindi insuscettibile di iscrizione ipotecaria.

Le ipoteche iscritte su beni demaniali sono nulle.

La costituzione di diritti reali su beni demaniali può avvenire soltanto attraverso uno specifico atto di concessione, avente propriamente natura costitutiva, tanto è vero che, fino all'emissione di tale provvedimento, il soggetto interessato non può comunque vantare alcun titolo legittimo alla fruizione con modalità differenziate rispetto alla generalità dei cittadini di un qualsiasi bene appartenente al demanio.

Un bene demaniale non é suscettibile di possesso, né di usucapione né di alcuna sorta di godimento rapportabile ad un diritto reale di natura privata.
<... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ilizzazione di un bene demaniale a fini privati può e deve essere legittimata solo previo esperimento di procedimento concessorio.

I beni demaniali non tollerano di essere limitati da diritti di servitù a favore di fondi privati.

I beni demaniali possono formare oggetto di diritti di terzi solo per effetto di un provvedimento di concessione: ne deriva che la fruizione del bene deve essere inquadrata in questo schema, a prescindere dal nomen iuris utilizzato dalle parti per qualificare il rapporto.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DIRITTI DEMANIALI SU BENI ALTRUI

Sussiste servitù di uso pubblico nel caso in cui del bene che abbia un'intrinseca idoneità ad essere utilizzato da parte di una collettività, se ne configuri un uso a carattere generale, e non uti singuli, per un periodo prolungato nel tempo.

Ai fini della costituzione, su di un'area privata, di una servitù di uso pubblico, per effetto del passaggio esercitato da lunghissimo tempo, è quindi necessario che l'uso avvenga ad opera di una collettività indeterminata di persone, per soddisfare un interesse pubblico generale, mentre deve escludersi l'uso pubblico allorquando ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o venga esercitato nell'interesse di un gruppo limitato di soggetti, quali i proprietari di determinati immobili, in rapporto alla loro particolare ubicazione.

Caratteristiche indispensabili della servitù di uso pubblico sono: a) il passaggio esercitato "iure servitutis pubblicae", da una collettività di persone qualificate dall'appartenenza ad un gruppo territoriale; b) la concreta idoneità del bene a soddisfare esigenze di carattere generale, anche per il collegamento con la pubblica via; c) un titolo valido a sorreggere l'affermazione del diritto di uso pubblico, che può anche identificarsi nella protrazione dell'uso da tempo immemorabile.

L'unica circostanza che è in grado di escludere che su di un'area privata possa sorgere un diritto d'uso in favore della collettività ed invece una utilità limitata ai soli frontisti proprietari, è l'interclusione dell'area da parte del proprietario o l'apposizione di segni esteriori riconducibili alla volontà del proprietario di disporre del bene in via esclusiva.

La P.A. titolare di una servitù di uso pubblico su beni privati può esercitare su di essi i poteri intesi a garantire la loro pubblica fruizione da ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... collettività, ma non anche le facoltà che le spetterebbero se il bene avesse natura demaniale.

La servitù di uso pubblico fa parte della categoria dei c.d. diritti di uso pubblico (art. 825 c.c.) che si distinguono dalle servitù prediali pubbliche per la mancanza della c.d. predialità in quanto esse non sono serventi rispetto a un fondo demaniale ma si concretano in un'utilitas generalmente collettiva. Di conseguenza, la parte che fa valere il diritto ha l'onere di provare la pubblica utilitas e un valido titolo costitutivo.

La circostanza che un'aia antistante al fabbricato di proprietà privata sia stata individuata come area di attesa ai fini del rischio sismico non implica l'esistenza di un diritto di uso pubblico sulla stessa; le aree di attesa sono i luoghi di prima accoglienza delle popolazioni colpite da un terremoto; benché di regola esse siano individuate in luoghi di uso pubblico, ciò non significa certo che la individuazione di un'area come "area di attesa" le imprima un diritto di uso pubblico.

L'assunzione, all'atto della stipulazione di una convenzione di lottizzazione, dell'impegno - per sé, per i propri eredi e per gli altri aventi causa - di realizzare un... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...opere di urbanizzazione del territorio e di costituire su una parte di quelle aree una servitù di uso pubblico, dà luogo ad un'obbligazione propter rem, che grava quindi sia sul proprietario del terreno che abbia stipulato la convenzione di lottizzazione, sia su coloro che abbiano chiesto il rilascio della concessione edilizia nell'ambito della lottizzazione, sia, infine, sui successivi proprietari della medesima res.

Il potere conferito a procuratore di costituire una servitù di uso pubblico, implica necessariamente, nel silenzio della procura, anche quello di disciplinare la questione della manutenzione delle aree soggette a servitù, manutenzione addossabile alla proprietà secondo una regola generale per la quale il proprietario ha l'onere di curare il mantenimento del proprio bene, anche se concesso in godimento a terzi (si vedano ad esempio gli articoli 1575 e 1576 del codice civile), o anche se sussistono limiti al diritto dominicale.

Le servitù di uso pubblico consentono alla generalità dei consociati di fruire, in maniera più o meno ampia, a seconda dell'effettivo contenuto del diritto, di beni di proprietà privata.

Le servitù di uso pubblico si distinguono d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ù pubbliche in quanto, a differenza di queste ultime - che, al pari delle servitù private, presuppongono l'esistenza di due fondi (dei quali uno, detto servente, viene gravato da pesi al fine di assicurare utilità ad un altro fondo, detto dominante) - postulano l'esistenza di un solo immobile gravato da pesi direttamente funzionali alla collettività beneficiaria.

Data la proprietà privata dell'area, per qualificare l'esistenza di servitù di uso pubblico in favore dell'amministrazione comunale (e di un conseguente diritto del comune a concederla in concessione) sarebbe necessario ottenere il consenso dei privati proprietari all'utilizzo per finalità di pubblico interesse.

Nell'ambito della figura giuridica dei diritti demaniali su beni altrui vengono in evidenza le servitù pubbliche e i diritti di uso pubblico, quali le strade vicinali, gli usi civici e le proprietà collettive.

Nelle servitù pubbliche, diversamente dagli usi civici, risulta evidente la distinzione tra titolarità del diritto di proprietà e uso pubblico sulla cosa altrui.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> ECCEZIONE DI DEMANIALITÀ

Per essere am... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...cepire legittimamente la demanialità del bene, il privato deve allegare un proprio personale autonomo diritto alla disponibilità del bene medesimo, che tragga origine dall'eccepita demanialità, e ciò o a titolo originario uti civis o a titolo derivativo dall'ente titolare del diritto stesso.

Nel caso di rivendica di immobili tra privati, l'eccezione di demanialità del bene è improponibile dal privato, trattandosi di una exceptio de iure tertii, in quanto la tutela dei beni demaniali è riservata alla P.A..


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI