Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

GIUDIZIO 2014-2016 in materia di urbanistica ed edilizia, demanio e patrimonio pubblico, espropriazione per pubblica utilità

GIUDIZIO , ANNULLAMENTO , PUBBLICA UTILITÀ , CADUCAZIONE AUTOMATICA DECRETO DI OCCUPAZIONE

L'occupazione d'urgenza ha come presupposto indefettibile l'esistenza di una valida ed efficace dichiarazione di pubblica utilità, sicché quando quest'ultima manchi, perché sia priva dei termini per il compimento dell'espropriazione e dei lavori di cui della L. n. 2359 del 1865, art. 13 o perché (nel caso di specie), le opere non hanno avuto inizio nel triennio successivo all'approvazione del progetto (L. n. 1 del 1978, ex art. 1, comma 3), il decreto di occupazione resta travolto, determinandosi una situazione di carenza del potere espropriativo (non più esercitabile anche se sia intervenuto un provvedimento di proroga dei termini di occupazione) e di mera occupazione illegittima dell'immobile privato.

Dall'accertamento dell'inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità è correttamente tratto l'effetto legale della caducazione del decreto di occupazione.

L'annullamento della dichiarazione di pubblica utilità delle opere e di indifferibilità ed urgenza dei relativi lavori ha effetto caducante del decreto di occupazione d'urgenza che, sul suo fondamento, sia stato posto in essere.

Dall’illegittimità della dichiarazione di pubblica utilità per la mancata indicazione dei termini per lo svolgimento dei lavori discende l’illegittimità del provvedimento con cui è disposta l’occupazione delle aree interessate. Non si può emettere, infatti, un decreto di occupazione temporanea di un fondo in carenza di una valida dichiarazione di pubblica utilità, rispetto la quale la procedura di occupazione d’urgenza assume carattere strettamente consequenziale, sicché sulla stessa si ripercuotono necessariamente tutte le successive vicende del provvedimento dichiarativo della pubblica utilità.

GIUDIZIO --> ANNULLAMENTO --> PUBBLICA UTILITÀ --> CADUCAZIONE AUTOMATICA DECRETO ESPROPRIO/ASSERVIMENTO

Tra la dichiarazione di pubblica utilità e il decreto di esproprio corre un rapporto di necessaria presupposizione, tale per cui l’annullamento del primo non ha sul secondo effetti meramente vizianti, bensì caducanti. Vero è, infatti, che il decreto di esproprio può essere adottato solamente in presenza di una valida dichiarazione di pubblica utilità. Conseguentemente, l’annullamento giurisdizionale della dichiarazione di pubblica utilità comporta l’automatica caducazione degli effetti del decreto di esproprio nel frattempo emesso anche laddove non tempestivamente e ritualmente impugnato.

L’annullamento della dichiarazione di pubblica utilità comporta il travolgimento di tutti gli atti ulteriori della procedura, ... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 6,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista