Opere ed interventi edilizi: camini e canne fumarie

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> CAMINI E CANNE FUMARIE

Lo spostamento e prolungamento della canna fumaria preesistente costituisce un intervento di manutenzione straordinaria, di “integrazione” di un impianto tecnologico: di conseguenza non può sostenersi che l’intervento sia eseguito in assenza di titolo laddove sia stata presentata una comunicazione di inizio lavori.

La realizzazione di canne fumarie richiede il previo rilascio del permesso di costruire, rientrandosi nella categoria dei lavori di ristrutturazione edilizia qualora tali strutture non si presentino di piccole dimensioni, siano di palese evidenza rispetto alla costruzione e alla sagoma dell'immobile e non possano considerarsi un elemento meramente acc... _OMISSIS_ ... di ridotta e aggiuntiva destinazione pertinenziale.

L’intervento di mera sostituzione di una canna fumaria, con le stesse dimensioni e identica localizzazione rispetto alla precedente, va considerato di manutenzione straordinaria e soggetto quindi a D.I.A.

La norma del regolamento edilizio che vieta di far esalare il fumo inferiormente al tetto o stabilire condotti di fumo con tubi esterni ai muri prospettanti sul suolo pubblico risponde al superiore interesse pubblico di prevenire pericoli per la pubblica e privata incolumità; essa può essere censurata soltanto nei limiti esterni posti al sindacato giurisdizionale sulla discrezionalità tecnica, censurabile solo mediante lo strumentario dell’eccesso di potere ed immune dal relativo ... _OMISSIS_ ... stessa si appalesa esente da travisamento dei fatti e/o da erronea applicazione delle norme tecniche alla fattispecie.

I limiti e le prescrizioni imposti alle modalità di installazione delle canne fumarie sono legittime sul piano formale e possono essere dettate dal Comune nel regolamento edilizio, rinvenendo il loro fondamento nelle disposizioni di rango superiore in tema di sicurezza delle costruzioni, ed in via più generale nell’art. 32 Cost..

I limiti e le prescrizioni imposti alle modalità di installazione delle canne fumarie non contrastano con l’art. 1 d.l. 1/2012, in quanto tale norma, nel liberalizzare le attività, fa comunque salvi i limiti giustificati da un interesse generale, costituzionalmente rilevante e compatibile c... _OMISSIS_ ...namento comunitario, proporzionati alle finalità pubbliche perseguite e le disposizioni in questione sono preordinate alla salvaguardia di interessi generali superiori (sicurezza e salute), riconosciuti e tutelati sia dalla Costituzione che dall’ordinamento comunitario.

Il camino in cemento, rientrando tra le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, è riconducibile all’attività edilizia libera, ai sensi dell’art. 6, comma 2, lett. c) d.P.R. n. 380/2001.