Titolo edilizio nell'edilizia cimiteriale

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> EDILIZIA CIMITERIALE

Il DPR 380/2001 (T.U. edilizia) si applica anche ai cimiteri costruiti su area di proprietà privata.

Ai fini dei Piani cimiteriali comunali, il termine “loculo” va comunemente considerato con il significato di nicchia interrata o murata che serve a contenere una bara o un’urna cineraria.

Se è vero che l’attività edilizia in area cimiteriale è regolata in via primaria soltanto dalle norme del D.P.R. 285/1990 e della normativa comunale, si deve ritenere che tale principio non trovi applicazione nell’ipotesi in cui nel regolamento comunale di polizia mortuaria non preveda un’autonoma regolamentazione degli interventi ... _OMISSIS_ ... cimiteriale, poiché in questo caso la strumentazione urbanistica generale vede riespandere la sua portata potenzialmente conformativa dell’intero territorio comunale.

Qualora il regolamento comunale di polizia mortuaria non preveda un’autonoma regolamentazione dell’attività edilizia in area cimiteriale, deve ritenersi che questa sia subordinata all’ottenimento dell’ordinario titolo edilizio, e che questo non possa essere surrogato né dal provvedimento di approvazione del progetto di costruzioni di sepolture private previsto dall’art. 94 D.P.R. 285/1990 né dallo studio tecnico delle località, specialmente per quanto riguarda l’ubicazione, l’orografia, l’estensione dell’area ecc., previsto dall’a... _OMISSIS_ .... 285/1990.

La mancata adozione di un piano regolatore cimiteriale e di un’autonoma disciplina urbanistico-edilizia nel regolamento di polizia mortuaria non preclude all’Amministrazione comunale di applicare l’ordinaria normativa urbanistica edilizia, la quale, anzi, riprende vigore e si riespande proprio per la mancanza di un compiuto corpus normativo speciale e derogatorio.

Solo le opere oggetto della concessione con il soggetto individuato al termine della procedura di project financing per l'ampliamento del cimitero comunale sono destinate destinate al soddisfacimento dei bisogni di tutta la collettività, indistintamente considerata, e possono essere considerate opere pubbliche; per converso, le cappelle, le edicole e i tum... _OMISSIS_ ...enzione preveda come realizzabili dagli assegnatari dei suoli non sono qualificabili opere strictu sensu pubbliche e non beneficiano dall'esonero del titolo edilizio previsto dall'art. 7 lett. c) del D.P.R. 380/2001.

Il fatto che l'area non sia destinata a cimitero dal piano regolatore cimiteriale è di per sé sufficiente a sorreggere il rigetto dell'istanza per il recupero di una struttura cimiteriale presentata ai sensi dell'art. 95 D.P.R. 803/1975.

Le disposizioni del D.P.R. n. 285/1990 hanno indiscutibilmente carattere di specialità rispetto alla disciplina dell’attività edilizia ordinaria, posto che le costruzioni funebri sono caratterizzate dall’assenza di carico urbanistico.

L’atto di approvazione inerente ... _OMISSIS_ ...i di costruzioni private nell’ambito del cimitero, costituisce il titolo unico necessario per poter edificare opere funerarie in ambito cimiteriale, con esclusione, quindi, della necessità di munirsi di un permesso di permesso di costruire, secondo l’ordinaria disciplina edilizia.

È illegittimo il diniego del titolo edilizio per l'edificazione di una cappella gentilizia basato sulla mera pendenza di un procedimento di revoca della concessione cimiteriale.